Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 196.819.063
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 07/03/19

Lecco: V.Sora: 63 µg/mc
Merate: 75 µg/mc
Valmadrera: 79 µg/mc
Colico: 47 µg/mc
Moggio: 97 µg/mc
Scritto Lunedì 12 novembre 2018 alle 17:05

Il bilancio dello Stato in una piattaforma digitale elaborata da tre ex villagreppini

C'è la mano di Leonardo Longhi, Miah Mohd Ehtesham e Yassine Ouahidi, tre ex villagreppini dell'indirizzo informatico, dietro al software sviluppato da LinkedData.Center per rendere trasparente il bilancio dello Stato. Si tratta di budget.g0v.it, un'applicazione nata per offrire a tutti gli italiani uno strumento semplice e immediato per capire come vengono utilizzati i soldi pubblici e dare una giusta prospettiva rispetto a quanto si sta investendo nel Paese, in ciascuno dei settori di riferimento.

Da sinistra i giovani imprenditori ex Greppi Leonardo Longhi, Yassine Ouahidi, Miah Mohd Ehtesham

A dare l'impulso affinchè il progetto prendesse piede sono stati i Copernicani, un'associazione indipendente di studenti, lavoratori, imprenditori, docenti, ricercatori e politici che hanno deciso di trasformare le proprie idee in azioni, per stimolare una cultura dell'innovazione e ''pungolare'' i partiti in modo trasversale. Prendendo spunto da un progetto molto simile messo a punto a Taiwan da Audrey Tang, attivista per la partecipazione digitale ed ex ministra per il Digitale del Paese, il sodalizio ha voluto proseguire nel solco che sino ad oggi ne ha caratterizzato l'attività, sostenendo la condivisione e la trasparenza delle informazioni che possano contribuire a migliorare la partecipazione e l'informazione dei cittadini.
A sviluppare nelle scorse settimane l'applicazione (disponibile all'indirizzo https://budget.g0v.it/) sono stati i Copernicani Luca Mearelli ed Enrico Fagnoni, quest'ultimo fondatore di LinkedData.Center, che ha coinvolto nel progetto i tre villagreppini, diplomatisi nell'estate 2017 dopo aver sviluppato nell'ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro Lodmap (una piattaforma che fornisce una serie di funzionalità all'utente utilizzando gli open data disponibili nei dataset di Regione Lombardia e Comune di Milano) sotto la supervisione del professor Gennaro Malafronte.

Il progetto budget.g0v.it, realizzato in singergia con il Ministero delle Finanze che ha messo a disposizione tutti i dati, vuole offrire agli italiani la possibilità di rispondere ad alcune domande fondamentali. Come vengono usati i loro soldi dallo Stato? In quali missioni e sfide sono investiti? Come stanno cambiando queste scelte nel tempo?
''Al software abbiamo lavorato in poche settimane e i ragazzi hanno dato un contributo fondamentale'' ci ha detto Enrico Fagnoni. ''Quando ci è stato chiesto di occuparci di questo progetto abbiamo accettato di buon grado perchè è proprio l'ambito nel quale operiamo. L'obiettivo era quello di partire da dati pubblici, quindi open data, rendendoli conoscenza fruibile da tutti, senza nasconderne le complessità o banalizzandoli. Volevamo mostrare il bilancio dello Stato e al tempo stesso far capire cosa è possibile realizzare partendo da semplici dati. In tutto il percorso il Ministero ci ha supportati in maniera entusiasta''.
Il portale messo a punto da Copernicani ed studenti del Greppi presentato il 9 novembre a Roma, rappresenta i conti dello Stato con un grafico a bolle: più sono grandi, maggiore è la spesa. Nella ricerca è possibile filtrarle per singolo ministero o per singola missione, così da capire come siano articolati i vari capitoli di spesa della macchina statale.

A sinistra il dr.Enrico Fagnoni

LinkedData.Center è partita dagli open data pubblicati dal sito del Ministero delle Finanze per analizzare gli esercizi finanziari dal 2013 sino all'ultima edizione disponibile della Legge di Bilancio. La piattaforma è in grado di elaborare tutti i dati in poche decine di secondi, risultando così facilmente accessibili anche ai non addetti ai lavori; collegandoli tra di loro, cioè creando link, si trasformano in conoscenza. Senza strumenti idonei resterebbero nel cassetto, utilizzati e comprensibili solo da pochi tecnici.
Una bella opportunità per Leonardo Longhi, Miah Mohd Ehtesham e Yassine Ouahidi, che da ex studenti del Greppi - e oggi giovani universitari - si stanno affermando come abili startupper.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco