Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 190.319.682
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 12/12/18

Lecco: V.Sora: 70 µg/mc
Merate: 70 µg/mc
Valmadrera: 79 µg/mc
Colico: 65 µg/mc
Moggio: 71 µg/mc
Scritto Venerdì 30 novembre 2018 alle 19:07

Missaglia: ultimo giorno in municipio per il comm.Viscardi, ufficialmente in pensione

Il commissario Giuseppe Viscardi
Ultimo giorno di lavoro per il commissario Giuseppe Viscardi della Polizia Locale che dopo più di trent'anni di onorato servizio alle dipendenze del Comune di Missaglia, è pronto a congedarsi per la meritata pensione. Questa mattina il sindaco Bruno Crippa - a nome dell'intera amministrazione comunale - e i dipendenti si sono così stretti allo storico ''ghisa'', volto notissimo in paese, per un saluto carico di stima e di affetto.
A Missaglia Viscardi era arrivato nel giugno 1986 da agente semplice, vincendo sei anni più tardi il concorso di "vigile-capo-servizio", frequentando poi un corso della durata di tre mesi da sottoufficiale, per assumere la guida del comando. Un'esperienza professionale - ricca di ricordi e condivisa negli ultimi anni con il collega Federico Riva - che ha dato modo al neo pensionato di interfacciarsi con tantissime persone: dagli amministratori comunali ai semplici cittadini.
Cinque ad esempio sono stati i sindaci con i quali il commissario Viscardi ha lavorato: Gabriele Castagna, Luciano Mottadelli, Marta Casiraghi, Rosagnese Casiraghi e Bruno Crippa, ma ancora più numerosi i colleghi con i quali ha condiviso la quotidianità in municipio e le persone che ha incontrato in ufficio e per le strade.
E' stato proprio il contatto con la gente il valore aggiunto della sua esperienza professionale, come lui stesso ci ha raccontato. ''Credo che per la nostra professione serva principalmente conoscere, ascoltare e portare rispetto per i cittadini che incontri ogni giorno durante e fuori dal servizio. In poche parole essere sempre molto disponibili, mettendo al primo posto la persona. Questa professione va svolta, o meglio vissuta, come un servizio e non rimanendo chiusi in ufficio. Al contrario serve intervenire, laddove è possibile, con la prevenzione, e solo se serve anche con la repressione'' ha detto il commissario Viscardi, ricordando come la sua giornata di lavoro tipo fosse scandita da alcuni servizi costanti, quali il pattugliamento del territorio e il ricevimento dei cittadini in ufficio.

Alcune immagini del commissario Viscardi durante l'attività svolta a Missaglia e della piccola
cerimonia di questa mattina in municipio, accanto al collega Federico Riva e al sindaco Bruno Crippa



Ovviamente gli imprevisti nel lavoro svolto dalla Polizia Locale non mancano e proprio per questa ragione molto spesso risulta difficile seguire un programma di azioni prestabilito.

Di certo la sua esperienza lavorativa con il trascorrere del tempo è profondamente mutata, perchè sono cambiati i compiti e le competenze richiesti al vigile. ''Nei primi anni l'attività era principalmente improntata su servizi di viabilità e controllo delle soste, con funzioni di messo comunale. Ora invece si svolgono sempre più funzioni di polizia: specialmente stradale, amministrativa, edilizia e giudiziaria'' ha proseguito, ricordando quando nel 1995 gli fu delegato il primo interrogatorio, allora cosa rara per la polizia municipale dei comuni medio - piccoli. Senza dimenticare inoltre, l'attività di educazione stradale svolta nelle scuole, accanto ai più piccoli.
Nel ricordare la sua esperienza a Missaglia, Viscardi ha voluto sottolineare l'importanza della collaborazione instaurata con le altre forze dell'ordine operative sul territorio, come la Polizia di Stato e i Carabinieri. Nei primi anni il rapporto con questi ultimi era ancora più stretto considerando che la caserma - oggi a Casatenovo - aveva sede nell'attuale municipio missagliese di Via Matteotti.
Da pensionato Giuseppe Viscardi avrà più tempo per dedicarsi ai suoi hobby: su tutti la montagna e lo sci, ma anche l'arte (con la visita alle mostre dei pittori impressionisti, i suoi preferiti ndr), senza dimenticare però il volontariato e la sua Missaglia, che gli resterà nel cuore per sempre.
''Vorrei ringraziare tutte le persone che hanno collaborato con me in questi anni: i sindaci, assessori, consiglieri e gli impiegati comunali. Il mio primo comandante Giacomo Mapelli, il collega Federico Riva con cui collaboro dal 1995 e tutti gli agenti che si sono susseguiti, i comandanti dei Carabinieri in servizio e in congedo con tutto il loro personale, i comandanti e gli agenti dei comuni limitrofi. In particolare desidero rivolgere un saluto e un grazie speciale a tutti i cittadini di Missaglia perché dopo trentadue anni trascorsi in questo paese è difficile dimenticare. Non mi resta che dire loro arrivederci....senza divisa'' ha concluso l'ormai ex comandante.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco