Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 190.319.257
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 12/12/18

Lecco: V.Sora: 70 µg/mc
Merate: 70 µg/mc
Valmadrera: 79 µg/mc
Colico: 65 µg/mc
Moggio: 71 µg/mc
Scritto Domenica 02 dicembre 2018 alle 12:45

Nostra Famiglia: il 3 l'incontro ''Buone prassi e pratiche: proposte per la scuola''

Lunedì 3 dicembre alle ore 20.45 avrà luogo presso l'Auditorium dell'Associazione La Nostra Famiglia (via Provinciale 2, Rogeno) l'incontro: “Buone prassi e pratiche: proposte per la scuola”. Ingresso libero. Interverranno: Manuela Ponti - Psicologo A.I.D.D. Onlus (Associazione Italiana contro la Diffusione delle Dipendenze) e Alberto Valsecchi – Psicologo e psicoterapeuta dell’Associazione Parvus di Erba. L’incontro, posto a conclusione del ciclo di conferenze “Una Coscienza in Rete”, si propone come obiettivo quello di far conoscere e incontrare realtà che operano da anni con professionalità e competenza nell’ambito educativo e formativo sul nostro territorio: in sostanza si presenta come occasione privilegiata per passare dalla "teoria" alle “buone prassi condivise”. Un appuntamento per genitori e docenti seriamente impegnati nel loro quotidiano lavoro teso a trasmettere "luce", come ha ricordato Ezio Aceti, alle nuove generazioni e alle donne e agli uomini di domani. Tanti sono i progetti proposti nelle scuole, ma non “tutti sono uguali”, o meglio rispondono agli stessi riferimenti ideali e valoriali e ad una stessa visione dell’uomo. E’ sempre più necessaria, pertanto, una maggior “consapevolezza critica” da parte dei genitori e dei docenti/dirigenti di fronte alle varie iniziative che vengono proposte nelle scuole e questo a partire dalla verifica attenta dei contenuti, dei supporti didattici utilizzati, delle modalità di intervento, dei curriculum e della competenza degli esperti e della visione antropologico-culturale sottesa ai progetti stessi. La recente nota ministeriale datata 20 novembre 2018, a firma dei Direttori Generali Maria Assunta Palermo e Giovanna Boda, del resto, va in questa direzione, auspicando che: “La partecipazione a tutte le attività che non rientrano nel curricolo obbligatorio, ivi inclusi gli ampliamenti dell’offerta formativa di cui all’articolo 9 del D.P.R. n. 275 del 1999, è, per sua natura, facoltativa e prevede la richiesta del consenso dei genitori per gli studenti minorenni, o degli stessi se maggiorenni. In caso di non accettazione, gli studenti possono astenersi dalla frequenza” e concludendo che, da parte della scuola, “…è necessario che l’informazione alle famiglie sia esaustiva e tempestiva”. Un'occasione per rinsaldare e ricostruire quell'alleanza educativa tra scuola e genitori che sempre di più, di questi tempi, sembra essersi smarrita e da più parti auspicata.



Ed ora uno sguardo sulle realtà ospiti della serata:
AIDD: negli anni settanta, quando il problema ''droga e dipendenze'' non era ancora diffuso con la drammaticità attuale, un gruppo di Club Rotary e Lions lombardi diede vita all'A.I.D.D. (L’Associazione Italiana contro la Diffusione della Dipendenza), un'organizzazione di volontari per la prevenzione del disagio giovanile. L'Associazione si compone di un Consiglio Direttivo e di un Comitato esperti costituito da psicologhe, pedagogiste, farmacologo, legale. L’attività informativa e formativa viene svolta presso le Scuole primarie e secondarie di I grado con il coinvolgimento dei docenti, genitori e alunni, agendo nell’ambito della prevenzione primaria del disagio giovanile e specificatamente nella ''lotta alle sostanze, alcolismo, bullismo, cyberbullismo videogiochi, internet, ludopatie, gioco di azzardo, tabagismo''.

PARVUS: l'Associazione P.A.R.V.U.S. nasce nel 2006 dal desiderio di un gruppo di psicologi, radunati intorno al dr. Ezio Aceti, di condividere i propri valori, le diverse competenze e una comune visione della psicologia. Il nome, che in latino significa “piccolo”, vuole evocare l’intenzione primaria dell’associazione, cioè prendersi cura, in senso lato, dell’uomo e del suo benessere. L’Associazione si propone di diffondere, attraverso azioni diverse, una cultura di promozione del benessere psicologico. A tal fine, l’intento è quello di lavorare in sinergia con le varie agenzie educative (scuole, famiglie, enti pubblici e privati), territoriali e culturali.

Gli incontri sono stati organizzati da Generazione Famiglia Lecco, Associazione La Nostra Famiglia, CAV Lecco, DIESSE Lombardia, CIF Provinciale Lecco e sezioni di Galbiate e Valmadrera, Meter Onlus con il patrocinio di Provincia di Lecco, Comune di Bosisio Parini, Molteno e Rogeno. Referente scientifico del progetto formativo sarà, anche per questa edizione, il dott. Ezio Aceti. Ai docenti partecipanti, previa registrazione, verrà inviato Attestato di partecipazione al termine dell’intero ciclo di conferenze.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco