Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 190.319.248
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 12/12/18

Lecco: V.Sora: 70 µg/mc
Merate: 70 µg/mc
Valmadrera: 79 µg/mc
Colico: 65 µg/mc
Moggio: 71 µg/mc
Scritto Lunedì 03 dicembre 2018 alle 09:27

Monticello: il villaggio di Babbo Natale in baita. Cambio di location per i mercatini

Alcune immagini del pomeriggio dal sapore natalizio in baita a Monticello

L'atmosfera di festa ha pervaso la baita degli Alpini di Monticello in occasione del tradizionale appuntamento con i mercatini di Natale domenica 2 dicembre. A differenza degli anni passati, l'amministrazione comunale ha preferito spostare la location dell'evento nel parco di Via Jacopo della Quercia in modo da poter allestire un piccolo villaggio di Babbo Natale e per consentire ai bambini di poter giocare in completa sicurezza.

A partire dall'entrata nella struttura, bancarelle e gazebi presentavano ai cittadini prodotti e oggetti delle aziende agricole, associazioni e gruppi di venditori che sono stati presenti a partire dal mattino di domenica fino a tardo pomeriggio. Diffusi e molto apprezzati da parte dei visitatori sono stati sicuramente i dolci, le torte, le confetture, i mieli delle bancarelle con prodotti alimentari, e i piccoli oggetti di artigianato come portachiavi, soprammobili e addobbi natalizi.

Molte sono state anche le associazioni presenti all'evento per sostenere la propria causa, tra cui il gruppo Aido, la cooperativa Il Volo, Gli amici del teatro, la scuola materna di Monticello e le diverse realtà di volontari che animano la vita cittadini sotto profili diversi e che hanno esposto le proprie iniziative missionarie e i risultati sociali raggiunti con il proprio impegno.

Il clima di festa è stato garantito e riscaldato per tutto il giorno dal gruppo Alpini di Torrevilla e di Monticello, i quali hanno offerto l'amato vin brulè e hanno contribuito con il proprio spirito di festa a coinvolgere la cittadinanza a partire dal mattino con la proposta di una colazione insieme in baita. Per i bambini e in generale per i più piccoli il divertimento è stato garantito con diverse attività, tra le quali l'animazione con canti e balli natalizi da parte dei volontari, il suggestivo villaggio di Babbo Natale con la possibilità di incontrarlo e scattare delle foto con lui seduti sul tradizionale trono, la merenda a base di panettone e cioccolata e il parco giochi della baita.

Giochi e giocattoli sono stati poi gli oggetti che hanno catturato più l'attenzione non solo da parte dei più giovani, perché molte sono state le novità e le creazioni particolari in stile natalizio ad impressionare i passati, tra cui per esempio le bambole realizzate a mano e i giochi in scatola creativi e originali.

A partire da metà pomeriggio, Babbo Natale con un vero asinello e con il suo seguito di zampognari e cornamuse ha fatto il suo ingresso nel parco della baita offrendo la possibilità ai bambini di poter salire in groppa all'animale a turno nel percorso che porta fino all'ingresso della Casa di Riposo. Anche qui, infatti, come ogni anno hanno trovato posto le bancarelle di oggetti e manufatti come gioielli, strumenti per uso domestico e dolci artigianali lungo il corridoio e le sale comuni della struttura per allietare anche gli anziani impossibilitati dall'uscire dalla Casa.

Grazie all'animazione e all'attività di intrattenimento e coinvolgimento delle animatrici della struttura, l'atmosfera natalizia ha potuto prendere vita e a intensificarli hanno contribuito anche le esposizioni del mercatino dell'usato sempre molto affollate e visitate. Nel tardo pomeriggio è quindi arrivato Babbo Natale con il suo seguito festoso presso la sua postazione al di fuori della Casa di Riposo per accogliere bambini e adulti e per lo scambio dei doni e degli auguri.


Inoltre, per garantire il buon svolgimento di tutta la festa sono stati presenti sul posto anche i volontari della Croce Rossa di Casatenovo, i quali hanno provveduto alla vendita del pandoro, e il sindaco Luca Rigamonti che - intervenuto insieme all'assessore Maria Grazia Scaccabarozzi e ad altri esponenti dell'amministrazione - ha contribuito ad accrescere il senso comunitario che da sempre sostiene questo appuntamento. Un'occasione preziosa per poter scambiarsi auguri e saluti in vista delle feste, oltre che a lanciare un messaggio di sentito attaccamento per il proprio paese.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco