Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 190.319.230
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 12/12/18

Lecco: V.Sora: 70 µg/mc
Merate: 70 µg/mc
Valmadrera: 79 µg/mc
Colico: 65 µg/mc
Moggio: 71 µg/mc
Scritto Martedì 04 dicembre 2018 alle 09:00

Casatenovo: nuove iniziative con l’Università per Tutte le Età

Continuano gli eventi e gli appuntamenti organizzati dall'Università per Tutte le Età.

Samuele Baio e Felice Bonalumi

Martedì 11 dicembre, infatti, alle ore 20.45 presso la sede di Villa Farina, il dottor Canzio Dusi presenterà il suo libro "Giotto e i misteri di casa Scrovegni". Il romanzo, inserito fra le opere suggerite dalla Società Dante Alighieri nel maggio 2017 e selezionato per la rassegna Letteratura della Associazione Italiana di Cultura Classica nel novembre 2017, è rimasto per più di un anno nelle posizioni più alte delle classifiche dedicate ai gialli storici gestiti dalle principali piattaforme di distribuzione online. La presentazione del romanzo è in realtà un'occasione per raccontare cos'era l'Italia del 1300.

Risale invece ai giorni scorsi, la presentazione di un altro libro, con un tema del tutto diverso. "Un excursus sul senso del gusto, dalla storia classica fino ai giorni nostri". Questo l'argomento al centro del libro ''Storia del Gusto. A tavola con i filosofi'', nato dalla penna di Felice Bonalumi, giornalista e scrittore.

Il viaggio si snoda dal passato al presente, tra filosofia, antropologia, storia e scienza. Dal De anima di Arisotetele, fino alla filosofia digitale e ai mass media, passando per la storia greca, medievale e moderna, Cicerone - "che invita alla moderatezza come ideale di vita, ma poi nelle Lettere a Lucilio..." -, e gli anni '90. "Negli anni '90 sono state avviate molte ricerche in questo ambito, sul sapore, il gusto e l'olfatto, retronasale e ortonasale", ci ha spiegato l'autore dell'opera, edita da Paginauno e pubblicata lo scorso giugno.

E parlando di gusto e sapore, non poteva mancare una buonissima cena da assaporare. L'evento si è infatti svolto presso l'Istituto Graziella Fumgalli dove gli studenti, guidati dai professori e dalla professoressa Iodice, si sono occupati della cena e del servizio in sala. Presenti il presidente dell'UTE Samuele Baio con diversi membri dell'associazione e cittadini.

"Il gusto è sempre rimasto un po' in fondo alla classifica dei sensi", ha spiegato l'autore nel corso della serata. "Nel gusto dobbiamo distruggere l'oggetto, non c'è oggettività. Il sapore è qualcosa di molto complesso, l'olfatto ha un ruolo determinante e fondamentale". E come mai, tra tutti i sensi, c'è proprio il gusto al centro del libro? "Da un lato il mio ambito di interesse è l'epistemologia. E, dall'altro.. amo cucinare. Non sono un cuoco ma mi rilassa molto", ha concluso Bonalumi, autore anche di numerose altre pubblicazioni sempre legate al cibo.

L.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco