Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 190.319.381
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 12/12/18

Lecco: V.Sora: 70 µg/mc
Merate: 70 µg/mc
Valmadrera: 79 µg/mc
Colico: 65 µg/mc
Moggio: 71 µg/mc
Scritto Mercoledì 05 dicembre 2018 alle 08:37

Dolzago: carta costituzionale consegnata ai neo diciottenni

Il comune di Dolzago, nella persona del vicesindaco Beatrice Civillini, ha consegnato la Costituzione ai 18enni in sala consiliare martedì sera. Il periodo scelto per questo evento si spiega con la ricorrenza del 20 novembre, giornata mondiale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, che ha dato seguito a numerose iniziative legate a queste fasce d'età.



Le ragazze presenti alla cerimonia con il vicesindaco Beatrice Civillini

"La Costituzione che vi consegniamo stasera è un simbolo del vostro ingresso nell'età adulta. Questo momento è un invito a prestare maggiore attenzione alla vita politica e civile del vostro Paese, anche se non è particolarmente edificante ultimamente. Vogliamo sollecitarvi ad approfondire e a farvi un vostro pensiero politico d'ora in poi. Dovete pensare che la Costituzione fu firmata dopo che la guerra aveva tolto molte libertà, che ora diamo per scontate. Quindi è nostro dovere conoscerla e difenderla, anche con la partecipazione politica. Questa può avvenire per esempio con il volontariato, con il servizio civile, oltre che con l'impegno a scuola" ha detto l'assessore alle politiche giovanili e sociali. Tutte le 18enni presenti sono state interrogate sul loro futuro e hanno dimostrato di avere già le idee chiare su che università scegliere o sul fare un'esperienza di lavoro all'estero.
Per ricordare loro l'importanza del documento ricevuto, il vicesindaco ha citato un intervento di Piero Calamandrei, componente della commissione per la Costituzione, pronunciato nel 1955 in occasione di una serie di conferenze: "Egli aveva sottolineato che la Costituzione non è una macchina che, una volta messa in moto, va avanti da sé. Bisogna metterci impegno, spirito, volontà. L'indifferenza alla politica è invece un'offesa alla Costituzione. La libertà è come l'aria: ci si accorge che manca solo quando ce la tolgono; ma Calamandrei augurava ai giovani di non sperimentare mai questa mancanza" ha detto la Civillini.

Poi ha introdotto alle giovani l'azione politica di Libera, associazione di associazioni che combatte contro la mafia con il volontariato. Fondata da don Luigi Ciotti, sacerdote di Torino, che aveva lavorato tanto per combattere i problemi sociali, Libera agisce sensibilizzando i ragazzi delle scuole sulle mafie e con battaglie per fare in modo che i beni sequestrati alle famiglie mafiose vengano riutilizzati, come terreni coltivati o locali riqualificati. Un bell'esempio per dire la propria e partecipare attivamente alla vita politica e civile del Paese.
R.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco