Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 196.878.880
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 07/03/19

Lecco: V.Sora: 63 µg/mc
Merate: 75 µg/mc
Valmadrera: 79 µg/mc
Colico: 47 µg/mc
Moggio: 97 µg/mc
Scritto Venerdì 21 dicembre 2018 alle 08:21

Molteno: scontro sulla ''tangenzialina'' che viene inserita nel piano del 2019

Molteno mette in cantiere - questa volta sembra per davvero visto che siamo alla fase progettuale - la "tangenzialina". All'interno del documento unico di programmazione (DUP), l'atto propedeutico all'approvazione dello schema di bilancio 2019 che l'amministrazione ha deliberato nella seduta di consiglio di mercoledì 19 dicembre, è stato inserita la stesura del progetto definitivo del lotto 1 legato al collegamento tra le strade provinciali 49 e la 52, che permetterebbe di dirottare il traffico fuori da via Grandi, in frazione Raviola. Un'opera, solo per la prima - e più onerosa - parte, la cui spesa ammonta a 320.000 euro.

La giunta moltenese. Al centro il sindaco Mauro Proserpio

Proprio su questo tema si è acceso il dibattito con la consigliera del partito democratico Giusi Corti che ha chiesto per quale motivo il comune ha deciso di cominciare l'opera con la realizzazione della rotatoria su via De Gasperi nei pressi del supermercato e non dal tratto, in parte già realizzato, che prosegue sulla Sp 52.
"Partiremo con il lotto 1, ovvero la creazione della rotonda, perché è la parte più complicata per una serie di ragioni tra cui l'acquisizione delle aree. Sull'altro tratto manca semplicemente la realizzazione di circa 200 metri di strada" ha spiegato il sindaco Mauro Proserpio.
La consigliera di minoranza però ha "riesumato" - ritenendola l'ipotesi più valida per togliere completamente il traffico da via De Gasperi - il progetto alternativo che, un tempo presentato dall'ente provinciale come soluzione migliore rispetto a quella prospettata dal comune (la tangenzialina), dalla Sp52 conduceva quasi in zona Rettola e si è detta contraria alla creazione di una nuova rotonda tra due già esistenti in un breve tratto di strada. Ha invece valutato maggiormente necessaria la creazione di tale opera nel punto di intersezione, sempre sulla provinciale 49, tra via della Vittoria a Molteno e via per Molteno a Garbagnate Monastero. In merito al progetto alternativo ha affermato: "Quando pensiamo alle infrastrutture dobbiamo immaginarle a più ampio respiro negli anni. Per un spesa di 2.500.000 euro, avreste potuto pensare di realizzarla, anche a costo di accendere un mutuo. Sarebbe stata la soluzione più impegnativa ed onerosa ma andava portata avanti".

In rosso il tracciato progettato dalla Provincia, ormai accantonato, in giallo quello progettato dal Comune

Su entrambi i punti il primo cittadino ha replicato: "Quanto al primo tracciato avevo firmato un protocollo d'intesa con la Provincia di Lecco per creare la strada che conduce alla Rettola ma quando ho chiesto, qualche anno fa, alla Provincia quale fosse lo stato dell'arte dell'opera mi sono sentito rispondere che per mancanza di risorse l'intervento non era previsto. A fronte di queste parole e dell'impegno assunto con i cittadini, riteniamo doveroso proseguire con l'investimento sulla tangenzialina per poter offrire una soluzione ai cittadini. Con questo nuovo tracciato, seppur non il migliore a livello infrastrutturale, riteniamo di non causare alcun disagio ai residenti dal momento che i mezzi passeranno dove ci sono prati. L'altra strada avrebbe invece spostato il traffico da Raviola a Coroldo, congestionando un'altra frazione".
Non è inoltre malvista dall'amministrazione la nuova rotatoria in quanto potrebbe costituire un deterrente per la velocità: "La provinciale 49 è percorsa da circa 12.000 mezzi al giorno: credo che con un'altra rotonda si possa tenere sotto controllo la velocità dei veicoli, spesso elevata. Pur utile, invece, la rotonda tra Garbagnate e Molteno non rientra nel nostro programma elettorale a differenza della tangenzialina a cui vogliamo ora dare corso".

Le consigliere di minoranza PD, Barbara Gilardi e Giusi Corti

All'interno del DUP sono stati inseriti anche i rapporti con le società partecipate, l'aggiornamento contabile e il fabbisogno del personale del comune. In merito a quest'ultimo punto, sono previsti dei cambiamenti con l'anno in arrivo: a fonte di una cessazione e di una mobilità, l'amministrazione dovrà pensare all'assunzione di nuovo personale. Nessun cambiamento sul versante della spesa in quanto verranno sostituite con figure di pari grado.
Sull'approvazione del DUP, l'unico gruppo di minoranza presente in aula, il PD appunto, si è astenuto.
Michela Mauri
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco