Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 192.771.226
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/01/19

Lecco: V.Sora: 87 µg/mc
Merate: 23 µg/mc
Valmadrera: 87 µg/mc
Colico: 75 µg/mc
Moggio: 85 µg/mc
Scritto Venerdì 28 dicembre 2018 alle 12:41

Rogeno: si abbassa la tassa sui rifiuti ma sono in arrivo le sanzioni per i ''furbetti''

Si abbassa la Tari a Rogeno nel 2019 e arrivano le sanzioni per i "furbetti" dei rifiuti. Sono le principali novità annunciate dall'assessore al bilancio Matteo Redaelli che, nella seduta consiliare di giovedì 27 dicembre, ha presentato il piano dell'imposta unica comunale, vale a dire Tari e Tasi, per la prossima annualità.

Il consiglio comunale riunito giovedì sera a Rogeno

L'imposta sui rifiuti (Tari) come accennavamo in apertura, porterà a un risparmio di 75.000 euro per i cittadini, somma che vale il 28% della spesa. Il costo totale del servizio che per legge deve essere interamente coperto dalle entrate è pari a 264.949 euro: pesa per il 76% sulle utenze domestiche e per il 24% su quelle non domestiche.
Secondo il giovane assessore è l'occasione per parlare di "una buona salute del sevizio" dovuta principalmente a un paio di fattori: il miglioramento nella raccolta che porta a una previsione di 10 chilogrammi in meno a unità e nella differenziazione (è il caso della recente separazione della carta), oltre a un minor costo del servizio grazie a una minore raccolta. La riduzione della tassa si sentirà in una misura variabile dal 2 al 7%, con una media del 4%. "Con i maggiori risparmi del 2018 riusciremo a fornire, oltre ai sacchi viola e a quelli per i cani, anche quelli trasparenti" ha dichiarato Redaelli riferendo anche il buon andamento della piattaforma ecologica "che ormai funziona a pieno regime". Proprio per mantenere e migliorare il livello raggiunto nel campo dei rifiuti, la prossima mossa dell'amministrazione sarà la penalizzazione delle persone che non eseguono la raccolta in maniera corretta. A seguito dell'acquisto di una scout camera, la foto trappola - per l'utilizzo delle quale è stato recentemente approvato un regolamento - si andranno a multare coloro che disperdono i rifiuti nell'ambiente o che sbagliano a differenziare. Secondo l'assessore Giancarla Pedrali le telecamere potranno essere spostate per andare ad agire sui punti critici presenti in alcune particolari zone del paese.

I consiglieri di minoranza e sotto, secondo da destra, l'assessore al bilancio Matteo Redaelli


Contrario il parere del gruppo di minoranza secondo cui "l'abbassamento del costo del servizio è ancora lontano dalle premesse e dalle promesse che avevano fatto seguito alla convenzione di affidamento del servizio a Silea. Questa riduzione avrà un impatto di pochi euro sulle tariffe per l'utenza domestica con quote che si fermano a quelle del 2016, tra le più alte del circondario. Per noi è un flebile segnale positivo, accolto con piacere, ma che non riteniamo sufficiente".
Il capogruppo di maggioranza Francesco Corti ha elogiato il lavoro dell'amministrazione che ha portato ad avere risparmi concreti. "Rogeno ha raggiunto l'obiettivo che si costruisce con il lavoro degli operatori ecologici, degli uffici, degli amministratori e soprattutto dei cittadini".

A sinistra la maggioranza consiliare

È stata inoltre approvata, con la contrarietà dell'opposizione UnitiXtutti, la tassa sui servizi indivisibili (Tasi), imposta che si mantiene invariata rispetto all'anno precedente. Serve a coprire una serie di servizi offerti dal comune per un valore che arriva a quasi 492.000 euro, così ripartito: 158.000 euro di illuminazione pubblica, manutenzione strada e spaiamento neve, 116.000 euro per la sicurezza, 29.000 euro per la cura del verde, quasi 27.000 euro per la biblioteca e 161.000 euro per i servizi sociali.
"I maggiori risparmi che abbiamo ottenuto su tutte le altre voci, pari a 20.000 euro, sono andati ad incrementare le spese destinate ai servizi sociali" ha motivato il sindaco Antonio Martone.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco