Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 192.771.289
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/01/19

Lecco: V.Sora: 87 µg/mc
Merate: 23 µg/mc
Valmadrera: 87 µg/mc
Colico: 75 µg/mc
Moggio: 85 µg/mc
Scritto Venerdì 28 dicembre 2018 alle 12:52

Rogeno: piano del diritto allo studio confermato a 180.000€

Approvato, con il voto contrario del gruppo di minoranza, il piano del diritto allo studio per l'anno 2018/2019 a Rogeno. Il documento, presentato in consiglio dall'assessore alla partita Matteo Redaelli nonostante non persista più l'obbligo, ha un valore complessivo di 182.000 euro che comprende una serie di attività, segno della scelta dell'amministrazione di voler proseguire sulla strada intrapresa in passato.
Prosegue infatti la collaborazione per l'offerta formativa delle scuole con eventi, proposte di contenuti in collaborazione con la biblioteca, sostegno alla pratica sportiva e al corso di nuoto. Il nuovo appalto del servizio di refezione scolastica ha portato a una riduzione del prezzo del buono pasto e, al contempo, del miglioramento in termini qualitativi di quanto viene portato in tavola ogni giorno ai bambini. Verranno garantiti ancora il servizio pre scuola con l'introduzione, se ci sarà la richiesta, di quello post, sei gite d'istruzione ai bambini della scuola dell'infanzia, così come l'assegnazione di venti borse di studio agli studenti meritevoli. È stata inoltre potenziata la connessione wi-fi in carico al comune nei luoghi pubblici come palestra, biblioteca, stazione e scuola ed è stato previsto l'hotspot pubblico.
Sono state due le principali perplessità espresse dal capogruppo di UnitiXtutti. A fronte di una migliore qualità del servizio pasti riscontrata non si è assistito, come era stato accennato nell'incontro in cui si dava conto ai genitori del nuovo cambio di gestione del servizio, la possibilità di eliminare le stoviglie usa e getta per introdurre quelle lavabili. L'assessore Redaelli ha imputato il ritardo a fattori tecnici, ovvero la mancanza di un attacco dell'acqua per lavastoviglie e lavandino e di un erogatore nel locale di preparazione dei pasti, a cui l'amministrazione starebbe cercando di rimediare.
Michele Frigerio ha riproposto, come ogni anno, la questione della tariffa dei servizio scuolabus che, a suo dire, è la causa di un minore utilizzo del servizio da parte dei genitori. Al momento solo 40 bambini si servono del mezzo, pari a un terzo degli iscritti all'istituto. "Dal momento che il costo del servizio è coperto solo in minima parte, non è possibile ritoccare le aliquote, facendo un sondaggio per capire se ci fosse qualcuno che riuscirebbe a servirsene?" ha domandato. Pronta la risposta di Redaelli secondo cui, per ridurre il traffico occorre istituire il servizio piedibus che purtroppo non riesce a decollare per la mancanza di volontari che possano accompagnare i ragazzi in sicurezza. "Il numero di bambini che prendono il pulmino si assesta più o meno sempre su quella linea. Il vero lavoro starebbe invece nella ricerca dei volontari".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco