Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 192.657.925
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/01/19

Lecco: V.Sora: 83 µg/mc
Merate: 77 µg/mc
Valmadrera: n.d. µg/mc
Colico: 85 µg/mc
Moggio: 95 µg/mc
Scritto Giovedì 03 gennaio 2019 alle 12:17

Coldiretti: i cinghiali provocano 400 schianti in sei anni in Lombardia

Sono circa 400 gli incidenti stradali provocati dai cinghiali in Lombardia dal 2013 a oggi. E' quanto stima la Coldiretti su dati regionali dopo l'incidente di questa notte sull'autostrada A1, tra Lodi e Casalpusterlengo, che secondo le prime notizie sarebbe stato provocato da un branco di cinghiali causando la morte di un giovane e il ferimento di una decina di persone.

Con oltre un milione di esemplari diffusi in Italia - commenta la Coldiretti regionale - la presenza dei cinghiali nei centri abitati e sulle strade è ormai un rischio concreto per la sicurezza dei cittadini. Negli ultimi dieci anni - secondo stime Coldiretti - il numero dei cinghiali presenti sul territorio nazionale è praticamente raddoppiato.

La sicurezza nelle aree rurali ed urbane - continua la Coldiretti regionale - è in pericolo per il loro proliferare con l'invasione di campi coltivati, città e strade dove rappresentano un grave pericolo per le cose e le persone. Gli animali selvatici distruggono i raccolti agricoli, sterminano gli animali allevati, causano incidenti. Non è quindi più solo una questione di risarcimenti danni ma è diventato - conclude la Coldiretti - un fatto di sicurezza delle persone che va affrontato con la dovuta decisione.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco