Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.308.186
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Giovedì 10 gennaio 2019 alle 15:05

Cassago: nel 2018 il Rus Cassiciacum meta di pellegrini giunti anche da USA e Algeria

Anche nel 2018 il parco Rus Cassiciacum di Cassago è stato meta di pellegrinaggi da ogni dove: tanto dall'Italia quanto dall'estero. La conferma arriva dal nuovo numero di "Agostino!", il notiziario dell'omonima associazione con sede a pochi passi dalla parrocchia dei SS Giacomo e Brigida, che traccia un bilancio dell'anno che si è appena concluso. Visite di pellegrini comprese. A cominciare da quella dello scorso febbraio dei ragazzi della Comunità Pastorale Santa Caterina di Besana Brianza che hanno passato una giornata di preparazione alla prima Confessione, ripercorrendo con genitori e catechisti le orme di Sant'Agostino a Cassago.

Alcune immagini dei pellegrini giunti nel corso del 2018 in visita a Cassago

In totale oltre quattrocentocinquanta persone, di cui centoquaranta bambini, che hanno riempito la chiesa dei Santi Brigida e Giacomo per poi raggiungere il parco Rus Cassiaciacum. Lo hanno visitato accompagnati dai volontari dell'Associazione che hanno raccontato loro alcuni momenti e fasi della vita del santo. La figura di Sant'Agostino è rivissuta anche nelle parole del professor Luigi Beretta che ai genitori ha raccontato la vita di un "santo lontano nel tempo che ha in comune molti tratti con la nostra epoca". Sempre a febbraio 2018 è arrivata al parco Rus Cassiaciacum la visita di una cinquantina di donne di Seregno che, accompagnate da mons. Bruno Molinari, ex Vicario episcopale per la Zona di Lecco e attuale Prevosto di Seregno, hanno potuto conoscere gli elementi più significativi conservati nel parco sia dal punto di vista storico che devozionale. A marzo invece, i visitatori sono arrivati da oltre Oceano: per la diciannovesima volta, i docenti e gli studenti del Merrimark College di Andover nel Massachusetts si sono avvicinati alla figura di Sant'Agostino, visitando il Rus Cassiciacum e osservando i reperti che sono conservati nella Cittadella Agostiniana.

I ragazzi della comunità pastorale Santa Caterina di Besana

Accompagnati dal prof. Luigi Beretta e dal prof. Giuseppe Redaelli nonchè da alcuni soci della Associazione S. Agostino, i giovani studenti e studentesse hanno visitato il parco storico- archeologico S. Agostino, la chiesa parrocchiale, i Ruderi Visconti con la nuova sala del pellegrino, il parco monumentale rus Cassiciacum e la sede museale della Associazione S. Agostino. In ciascuno di questi luoghi hanno potuto conoscere le numerose e interessanti testimonianze della vita di Agostino e della tradizione agostiniana di Cassago.

Pellegrini in arrivo da Verona

Ad aprile sono sbarcati a Cassago Brianza i pellegrini di un viaggio organizzato dalla Zerotrenta Tour Operatori di Brescia con l'accompagnamento di un sacerdote che ha evidenziato il legame che in qualche modo unisce Agostino con Simpliciano. "La guida ha illustrato gli elementi più significativi di età romana che sono conservati sul posto o comunque che sono legati alla devozione e alle vicende agostiniane richiamate nel parco. I visitatori sono quindi entrati nella sede- museo dell'Associazione S. Agostino, dove sono esposti alcuni reperti archeologici relativi alle varie età storiche del paese, in particolare rispetto all'epoca romana". A fine aprile una ventina di visitatori sono arrivati da Renate mentre a maggio protagoniste della visita al Rus Cassiaciacum sono state due classi terze del liceo scientifico E. Fermi di Padova.

La sindaca Rosaura Fumagalli con l'artista Pietro Villa

E' stata l'occasione per l'insegnante di filosofia di illustrare "con una lezione all'aperto, davanti alla fontana di Sant'Agostino, alcuni momenti fondamentali della vita e del pensiero di Agostino nel contesto del pensiero greco e romano, individuando le profonde differenze che hanno contraddistinto la novità cristiana, soprattutto sotto l'aspetto filosofico". A metà maggio invece, sono arrivate le visite delle classi VA e VB della scuola primaria di Cassago Brianza che hanno potuto ammirare le bellezze del territorio e conoscerne la storia. Pellegrini e visitatori sono arrivati anche da Verona, dalla Tunisia e dall'Algeria e Zelo Surrigone. Ai primi, a fine maggio, il professor Gianluca Alzati ha anche presentato il libro "L'enigma di Cassiaciacum" dove è narrata la storia di due ragazzi alla ricerca e alla riscoperta dei personaggi che vissero nella romana Cassiciaco ai tempi di Agostino. I secondi invece, a fine agosto, "sono giunti a Cassago accompagnati da Dominique Martinet, promotore e coordinatore dell'associazione tunisina Via Augustina. Dopo aver visitato il rus Cassiciacum, sono stati ospitati all'Oratorio, prima di ripartire per Milano in treno". Ai terzi infine, è stata data l'opportunità di visitare il parco storico-archeologico di Sant'Agostino, ponendo particolare attenzione ai reperti di età romana e medievale.


Le attività dell'Associazione Sant'Agostino non si è limitata alle visite del parco Rus Cassiaciacum, facendosi promotrice anche di altre iniziative nel corso dell'anno. A partire dalle camminate lungo le tracce di Sant'Agostino tra Zinasco Vecchia e Pavia che sono state presentate in aprile a metà aprile con la sezione CAI di Voghera, il Touring Club Italiano Club Territorio di Pavia. A maggio invece, oltre alla presentazione del dizionario dialettale di Roberto Beretta, è stato svelato alla cittadinanza il St Augustine Memorial, l'opera dell'artista Pietro Villa dedicata al santo e istallata all'ingresso di Cassago Brianza. Per l'occasione non hanno fatto mancare la loro presenza gli amministratori del paese e i membri dell'associazione per un'opera che, come ha spiegato la prima cittadina Fumagalli, "rappresenta la poetica del recupero, dove oggetti di scarto acquistano una nuova vita e una nuova rispettabilità filologica e letteraria. Nulla è aprioristicamente bello o brutto, utile o inutile, utilizzabile o non utilizzabile, tutto dipende da come ci si pone in relazione con le cose, anche quelle a cui il senso comune conferisce una accezione negativa".

Gli studenti del liceo scientifico Fermi di Padova

A settembre invece, è stata riproposta la Settimana Agostiniana, giunta ormai alla sua ventottesima edizione con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Cassago, della Parrocchia SS. Brigida e Giacomo di Cassago, dell'Istituto Sant'Antonio - Opera Don Guanella, della Provincia di Lecco e degli Agostiniani d'Italia. Nello stesso mese i legami e i rapporti con la Tunisia si sono stretti ulteriormente con la conferenza "Saint Augustin et ses rapports avec l'Italie" del presidente dell'associazione di Cassago Brianza, Luigi Beretta, alla prima edizione del Numidia Festival du Film Sacre, dedicata proprio a Sant'Agostino, presso Tabarka.

Gli studenti del Merrimack college di Boston

L'associazione Sant'Agostino ha anche partecipato all'iniziativa "Ville Aperte in Brianza" del consorzio Villa Greppi oltre che al viaggio alla riscoperta della Via Longa, l'antica strada che si crede collegasse Como a Bergamo. Da ultimo l'associazione Sant'Agostino si è fatta promotrice della presentazione della trilogia "Appunti di storia religiosa della Pieve di Missaglia", presentata a novembre presso la chiesa dell'oratorio di Casatenovo alla presenza dell'autore Italo Allegri in collaborazione con la comunità pastorale Maria Regina di tutti i santi e l'assessorato alla cultura del Comune e la Pro Loco. Infine l'associazione Sant'Agostino sono sbarcati sulle tv e le radio nazionali, con la partecipazione di Renato Ornaghi e di Luigi Beretta alla trasmissione Geo&Geo. Gli appuntamenti e le iniziative dell'anno scorso sono il punto di partenza per quanto l'associazione Sant'Agostino, guidata dal direttivo formato da Beretta Luigi, Sandro Abello, Nazareno Cristinelli, Vittorio Fumagalli, Pierluigi Didoni, Massimo Sangalli, ha intenzione di proporre durante il 2019, in occasione anche del cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci.

"Ci siamo accorti che nei 620 km circa del cammino di Sant'Agostino ci siamo accorti, sempre, della presenza di un luogo che in un modo o nell'altro rimanda proprio a Leonardo da Vinci" aveva spiegato Renato Ornaghi alla trasmissione "Sulla via" di Radio Popolare, annunciando che "a partire dalla primavera 2019, ci saranno dodici uscite alla domenica che, non appena definite, saranno annunciate sul sito".
A.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco