Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.500.053
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Sabato 12 gennaio 2019 alle 20:57

Monticello: a fuoco la zona delle ramaglie alla piattaforma ecologica. I VVF sul posto

Le fiamme alla piattaforma ecologica di Monticello

Vigili del fuoco in azione questa sera all'isola ecologica di Via Bocconi a Monticello, per spegnere un incendio divampato nella zona riservata al conferimento delle ramaglie. L'allarme è scattato poco prima delle ore 20 quando alcuni passanti in transito sull'arteria che collega la frazione Cortenuova al centro paese, hanno notato una cortina di denso fumo levarsi dalla struttura comunale, gestita dall'associazione Avam.

Allertato il numero del Corpo volontari di Protezione civile della Brianza - convenzionato anche con il Comune monticellese - la richiesta di intervento è stata girata poi al 112, che ha inviato sul posto due squadre dal distaccamento di Merate. Nel frattempo i volontari del sodalizio avevano già messo in campo i primi interventi per contenere le fiamme che, complice la zona nella quale si era originato il rogo, avevano già raggiunto un'altezza considerevole.

Per fortuna l'incendio è stato circoscritto in poco tempo dai pompieri, senza gravi conseguenze per il resto della struttura. Il timore era che le fiamme potessero estenersi alla casetta in legno che ospita la sede dell'associazione, ma per fortuna ciò non è accaduto.

Presenti sul posto anche il sindaco Luca Rigamonti, l'assessore Massimo Mottadelli, il consigliere Davide Gatti e i volontari Avam, con il presidente Franco Candian, il vice Paolo Panzeri, il tesoriere Angelo Pirovano e il volontario Giovanni Redaelli.

Tanto spavento, ma per fortuna la situazione di emergenza è cessata in breve tempo, mentre si sta ancora cercando di capire quale possa essere stata l'origine del rogo. Esclusa da subito l'ipotesi dolosa, potrebbe essere stato invece l'errato conferimento di ceneri da camino nella zona riservata alle ramaglie, a causare l'incendio.

Preziosa la collaborazione dei volontari della Protezione civile con sede a Casatenovo (intervenuti il presidente onorario Giuseppe Sala, il segretario Marco Pellegrini e Sofia Gerosa) che hanno assicurato la loro presenza per l'intera durata dell'intervento.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco