Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 198.974.921
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Lunedì 28 gennaio 2019 alle 19:25

Missaglia: via libera unanime alle tre delibere su Retesalute

Il vicesindaco e assessore ai
servizi sociali Laura Pozzi
Anche il consiglio comunale di Missaglia si è espresso sulle tre delibere relative al piano di rilancio di Retesalute, l'azienda speciale che gestisce i servizi socio-assistenziali nell'ambito di Merate. Venerdì sera al termine della cerimonia di consegna delle borse di studio l'assessore alla partita Laura Pozzi ha relazionato all'assise il contenuto dei documenti; a partire dal recesso della Provincia di Lecco con la conseguente ripartizione delle sue quote e della percentuali di voti ai comuni soci. L'approvazione unanime di questo primo atto ha lasciato poi il posto al dibattito sull'ingresso di Ello, Nibionno, Oggiono e Sirone in Retesalute, avendo deciso di non aderire all'impresa sociale che si è costituita per i comuni facenti parte dell'ambito di Lecco, optando invece per l'adesione all'azienda speciale meratese, totalmente pubblica. Una novità di cui si è iniziato a parlare alla fine del 2017 con le prime discussioni sull'ampliamento dei confini di Retesalute in vista appunto di nuove sinergie.
L'assessore Pozzi ha infine illustrato la delibera relativa all'aumento del capitale sociale dell'azienda, che passa da 50mila a 500mila euro con ''uno sforzo finanziario impegnativo che ha scatenato perplessità e discussione, segno però di una particolare attenzione da parte dei comuni'' ha aggiunto la vicesindaco, smorzando così le polemiche nate in assemblea, spaccata a metà sul punto. ''L'obiettivo resta quello di mantenere più basso possibile il costo dei servizi, con un alto livello di qualità. Dal canto nostro è stato chiesto all'azienda di varare un regolamento di contabilità e di tornare ad una fatturazione puntuale. A fronte di tutto ciò serve un potenziamento del personale amministrativo, con persone che possano seguire bene questa parte'' ha proseguito Laura Pozzi, che ha condiviso l'ingresso dei quattro comuni oggionesi poichè consente di ''abbattere i costi fissi senza snaturare l'azienda''. Dall'altra parte l'amministratrice si è mostrata prudente sull'ipotetica adesione del caratese. ''E' una buona opportunità che dobbiamo giocarci però molto bene, vista la mole non indifferente di abitanti di questi comuni e la lontananza territoriale. Spero davvero che da questa accesa discussione escano degli arricchimenti per tutti, perchè c'è sempre da imparare'' ha concluso la Pozzi.

La giunta comunale missagliese

Voto favorevole rispetto all'ingresso dei comuni oggionesi da parte dei consiglieri del gruppo di minoranza Per Missaglia e Frazioni, con Alberto Spreafico che ha chiesto però all'amministrazione di esercitare una costante azione di controllo affinchè ''non ci siano brutte sorprese viste le elevate cifre in gioco''. A chiudere la discussione l'intervento del sindaco Bruno Crippa: ''ben vengano i nuovi soci, sinonimo di un aumento di competenze e di valore aggiunto''.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco