Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 198.974.619
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Giovedì 31 gennaio 2019 alle 18:12

Cassago, elezioni: la spaccatura nel gruppo della maggioranza ''lancia'' il centrodestra

Il segretario della Lega Alberto Spreafico e
il capogruppo di minoranza Paolo Amati
Una lista con la Lega e altre componenti del centrodestra alle elezioni comunali di maggio a Cassago Brianza. Non solo con candidati nuovi ma anche con consiglieri dell'attuale gruppo di minoranza ''Obiettivo Cassago Futura''. E' questa l'ipotesi che è emersa mercoledì sera dopo la spaccatura plateale della maggioranza di "Progetto Cassago Democratica" con la remissione delle deleghe da parte dei consiglieri Marco Cossetta e Lorenzo Colzani. "Ci stiamo lavorando da tempo" rivela Alberto Spreafico, segretario circoscrizionale della Lega. "A Cassago Brianza ci sono alcune persone, vicine a Lega e centrodestra, che da tempo si stanno organizzando e stanno già facendo delle riunioni per preparare il programma". Se scontata, o quasi, è la presentazione di una lista di opposizione, ancora oggetto di discussione è il nome del candidato sindaco o della candidata sindaca così come il simbolo sotto cui presentarsi. "Probabilmente sarà una lista civica anche se non voglio escludere una lista politica con nuovi aderenti e esponenti dell'attuale minoranza". Che, confessa l'attuale capogruppo Paolo Amati, "sta facendo delle attente valutazioni dopo la spaccatura della maggioranza". Inaspettata, perlomeno nelle modalità con cui è avvenuta. "Averla fatta in pubblico e in consiglio comunale, è una cosa inusuale e siamo rimasti sorpresi" dice Amati, convinto che quanto successo sia il segno che "il partito sta con Cossetta e Colzani mentre noi ci aspettavamo che fosse più vicino alla sindaca. Esporsi così è una cosa inaspettata". Una situazione imprevista che ha convinto i membri della minoranza a riflettere sul proprio futuro da amministratori. Non escludendo a priori la propria ricandidatura ma valutando le proprie decisioni nel contesto nuovo descritto da Alberto Spreafico: "la speranza è di mettere insieme gruppo nuovo e attuale minoranza. Per ora non c'è ancora una piena disponibilità ma speriamo di avere un qualche ripensamento a breve" auspica il segretario circoscrizionale della Lega in Brianza. Di certo non mancherà all'eventuale lista il supporto del partito, già impegnato a organizzare in paese un evento pubblico tra febbraio e marzo con ospiti anche di livello nazionale. Per sfruttare politicamente una situazione che a Spreafico ricorda molto quanto già successo più di vent'anni fa a Missaglia. In quell'occasione fu la Lega Nord con Marta Casiraghi a conquistare il primo posto con il 31,1% dei voti: a aprirle la strada fu la divisione della maggioranza, seppur di centro destra, in due liste diverse.
A.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco