Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 194.983.617
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 14/02/19

Lecco: V.Sora: 59 µg/mc
Merate: 27 µg/mc
Valmadrera: 55 µg/mc
Colico: 50 µg/mc
Moggio: 93 µg/mc
Scritto Domenica 03 febbraio 2019 alle 18:07

Al Greppi si è conclusa la ''Settimana del Successo Formativo''

Si è conclusa venerdì la Settimana del Successo Formativo, iniziativa proposta agli studenti dell'istituto superiore Greppi di Monticello per il quinto anno consecutivo. Per consentire ai ragazzi di recuperare attraverso i corsi le eventuali ''lacune'' dal punto di vista didattico, la scuola ha sospeso l'attività ordinaria, proponendo agli alunni con profitto positivo diverse esperienze di approfondimento.

L'incontro con le volontarie de ''L'altra metà del cielo''

Un'offerta ricchissima, capace di spaziare dalla letteratura al teatro, passando per la musica, la scienza e lo sport. Ad organizzare corsi, conferenze, uscite didattiche sono stati gli stessi docenti, avvalendosi della collaborazione di esperti, intellettuali, critici e di associazioni che operano sul territorio. Alle conferenze, laboratori, tornei sportivi e spettacoli svolti a scuola o negli spazi messi a disposizione dal Consorzio Brianteo Villa Greppi, si sono aggiunte anche interessanti visite guidate a musei o a teatro. Una settimana che, oltre a rappresentare un'ottima opportunità per i ragazzi, si è confermata anche quest'anno una preziosa occasione di aggiornamento per i docenti, che hanno messo a disposizione le proprie conoscenze e passioni a vantaggio di studenti e colleghi. Un bell'esempio di collaborazione reciproca offerta dall'istituto superiore monticellese.

Incontri letterari con il professor Zumbo

Di seguito un report di alcuni dei tantissimi momenti di approfondimento andati in scena per l'intera settimana:

PROGETTO CONSOB
A conclusione del progetto pilota di Educazione Finanziaria che ha visto come referente e responsabile del progetto la prof.ssa Francesca Villa e il coinvolgimento del prof. Antonio Pellegrino, gli studenti e le studentesse delle classi 5LC, 5TK e 5EA hanno avuto l'occasione di visitare la sede della CONSOB a Milano.
Nello scorso mese di ottobre l'istituto monticellese aveva infatti aderito all'evento della WIW World Investor Week (1-7 ottobre 2018), svoltasi nel Mese dell'Educazione Finanziaria in Italia, nell'ambito del progetto denominato "Finanza, una storia da raccontare. Dal baratto al bitcoin..." , promosso dalla CONSOB in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia e con il supporto del Comitato Edufin e del MIUR.
L'obiettivo del progetto pilota è stato quello di condurre gli studenti - attraverso un percorso didattico semplice - a un ragionamento aperto sulle funzionalità, caratteristiche e problematiche proprie dei sistemi economico-finanziari (e sui meccanismi sociali e istituzionali sottesi), partendo da eventi significativi tratti dalla storia.
Nella mattinata di giovedì 31 gennaio i ragazzi, accompagnati dalle professoresse Francesca Villa, Isabella Perego e Denise Tagliasacchi, si sono recati alla sede della Consob di Milano dove hanno ricevuto il saluto del vice direttore generale dott. Giuseppe D'Agostino a cui è seguita una lezione sulle funzioni della Consob in tema di educazione finanziaria e di finanza comportamentale. Dato che si è trattato della prima visita da parte di una scuola alla Consob, la news è stata inserita nella loro home page di educazione finanziaria.

Un'immagine relativa all'incontro su spazio ed universo a cura del professor Peruffo

Dai cosa bevi
Gli effetti di alcol e liaison tra dangerous alcol, droghe, energy drink. Relatore della lezione la prof.ssa Palestini del Dipartimento di medicina sperimentale dell'Università Milano Bicocca. L'incontro ha avuto anche una valenza orientativa per quanto concerne una possibile iscrizione alla facoltà di medicina dell'ateneo milanese.


L'altra metà del cielo

Gli incontri del 31 gennaio con l'associazione "l'Altra metà del cielo", nelle persone della volontaria Marinella Pulici e della residente Amalia Bonfanti, affiancate dalla prof.ssa. Pontrelli, hanno riguardato gli aspetti legali connessi al tema della violenza sulle donne. Si è parlato di cyber-bullismo e femminicidio. Agli incontri hanno partecipato un numero cospicuo di studenti soprattutto del biennio del Liceo delle Scienze Umane, dimostrando una sensibilità ed una emotività inaspettata e davvero significativa verso tale problema.  


TERRA MATTA (1918-1943)

Narrazione teatrale a cura di Stefano Panzeri. TERRA MATTA è tratto dalla straordinaria autobiografia di un bracciante siciliano di inizio secolo, scritta in sette anni, tra il 1968 e il 1975 su una vecchia Olivetti. Si tratta di un'opera monumentale: 1027 pagine a interlinea zero, senza un centimetro di margine superiore, nè inferiore, nè laterale. Un'opera che si caratterizza per una lingua, dura, grezza, infarcita di dialettismi, con il punto e virgola a dividere ogni parola dalla successiva. TERRA MATTA (1918-1943) è la seconda tappa di una trilogia che intende ripercorrere tutta la vita del protagonista lungo tutto il Novecento

L'arte di tradurre opere letterarie: The Great Gatsby
Molto apprezzato dagli studenti del Liceo linguistico l'incontro con Nicola Manuppelli, traduttore di romanzi della letteratura americana (The Great Gatsby di S. Fitzgerald). La traduzione, per Manuppelli, è un modo per definire la propria scrittura, e il lavoro di traduttore la strada migliore per arrivare a conoscere i maestri della scrittura. A seguire, workshop sull'arte del tradurre

 
Documentario "Portami su quello che canta - storia di un libro guerriero"

Molto toccante l'incontro con il regista Marino Bronzino e con l'avvocato Claudio Zucchellini, che hanno approfondito un tema di grande interesse della psichiatria. Attraverso il documentario che ripercorre la storia di un processo, si sono messe in luce tematiche scottanti sul modo di concepire e affrontare la malattia mentale. Temi fondamentali i diritti della persona, il rapporto medico-paziente, il principio di dignità. E uno sguardo sul decennio degli anni '70 così gravido di evoluzioni nei rapporti sociali.

''Dai cosa bevi'' con la professoressa Balestrini


"Voci Migranti"
Raccontare, ascoltare e comprendere lo sfruttamento del lavoro verso una cittadinanza globale e attiva. Il percorso si è inserito all'interno di un grosso progetto nazionale che lavora sul contrasto al caporalato e allo sfruttamento del lavoro migrante, progetto finanziato dal Ministero degli Affari Esteri attraverso l'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo nell'ambito del bando di Educazione alla Cittadinanza Globale.


Thomas Sankara, il presidente degli  ''uomini integri''

"Proiezione del documentario "Sankara e quel giorno uccisero la felicità" di S.Montanaro e testimonianza di Fanta Tiemtorè, mediatrice culturale, figlia dell'autista di Sankara. L'incontro ha approfondito la figura del presidente del Burkina Faso, ucciso nel 1987 a 38 anni, e il suo progetto politico di riscatto e indipendenza dell'Africa e degli africani dalla finanza e dalle potenze internazionali che lo eliminarono. Scopo dell'incontro, far capire le cause irrisolte delle tragedie attuali.


Fake news e disinformazione: come difendersi?
L'impero della carta si sta sgretolando; tutto questo mentre moltitudini di persone attraverso i social diventano parte attiva di un flusso continuo e inesorabile di informazioni. In questo nuovo eco sistema informativo, il nostro rapporto con le notizie sta cambiando e in un panorama, in cui è possibile personalizzare l'accesso all'informazione, diventano sempre più importante la verifica delle fonti e l'affinamento della propria capacità critica, onde evitare di cadere nel tranello delle bufale o fake news. Un vero e proprio problema, sempre più preponderante nel mare magnum della Rete. E noi, come possiamo difenderci dalle fake news? Come possiamo riconoscerle e individuarle? In questo mini incontro non si è preteso di formare in modo esaustivo gli studenti su un tema così complesso, ma almeno fornire loro spunti di riflessione e consigli utili.

Concerto-lezione sulla black music


1968-1978: Gli anni che hanno cambiato il mondo

Conferenza a cura di Archivio UDI con Rosangela Pesenti, già docente di italiano e storia, formatrice sui temi dell'identità di genere, responsabile archivi storici dell'UDI. Il racconto di quegli anni si è snodato attraverso la testimonianza di un'attivista dell'UDI a partire da uno sguardo femminista.


Spettacolo musicale-concerto
Con solo violino e parlato Janos Hasur, musicista ungherese che ha suonato con Moni Ovadia, ha intrattenuto un pubblico attento e appassionato. La voce del violino, come voce dell'anima, ha guidato i pensieri a scoprire il testamento tragico dell'ultimo combattente del ghetto di Varsavia. I brani sono stati scelti dalla tradizione klezmer ed ebraica

Laboratorio di lettura espressiva


Film e incontro con l'autore
Alla visione del film "La voce della pietra", che ha come protagonista Emilia Clarke (la madre dei draghi de "Il trono di spade) ha fatto seguito un incontro con Silvio Raffo, scrittore, traduttore, critico letterario, autore del romanzo da cui è stato tratto il film e co-sceneggiatore. Con il tono spigliato e accattivante del grande affabulatore, Silvio Raffo ha saputo intrattenere il folto pubblico che ha posto ogni domanda e curiosità sui personaggi e le varie situazioni del film; a compimento di un percorso che ha portato a riflettere sul senso della vita e sul valore della letteratura


Incontro con Gianni Biondillo
Autore di romanzi, testi per il cinema e la televisione, articoli di tema artistico, letterario e politico, saggi su Pasolini e Proust, dal 2018 parte del comitato scientifico della "Fondazione Vico Magistretti": queste alcune qualifiche dello scr, mittore, noto al grande pubblico come giallista. Nell'ambito del ricco curriculum di Biondillo, l'incontro si è focalizzato sulla psicogeografia con lo scopo di porre riflessioni in merito al rapporto uomo-ambiente in senso letterario. Uno sguardo non convenzionale su ciò che ci circonda può indurre a scoprire l'inedito nel quotidiano anche più grigio.


Concerto: la grande storia della Black music
Entusiasmo e applausi a scena aperta per il concerto: la grande storia del rock 'n roll: musica dal vivo. Dopo i fasti dello scorso anno e i successi internazionali la musica continua a trascinare il pubblico dei giovani, e non solo, grazie alle proposte musicali del prof. Boracchi e del suo gruppo musicale.


Conferenza: gli indocumentados e il sogno americano
Romina Vinci, fotoreporter impegnata nell'ambito delle tematiche connesse all'immigrazione, ha parlato degli "indocumentados e il sogno americano". Paese cerniera tra nord e sud del mondo, il Messico è snodo obbligato per centinaia di migliaia di latinoamericani senza possibilità legale di accedere agli Stati Uniti. Per gli indocumentados attraversare il confine è l'unico modo per lasciarsi dietro le spalle la povertà e la violenza di alcuni paesi dell'America Centrale. Sulla loro strada trovano però la ferocia dei narcos, bande criminali che li sfruttano e sottopongono a violenze, stupri, torture, arruolamento forzato, traffico di organi, mercato della prostituzione. In una remota località del sud del Messico, padre Alejandro Solalinde ha fondato «Hermanos en el Camino», centro di aiuto per i migranti diretti negli Stati Uniti.

Spettacolo del Concert Jouet
Un vero concerto, con una cantante dalla voce notevole e una bravissima violoncellista. I brani hanno spaziato dalla lirica allo yodelai, passando per Edith Piaf. Essendo uno spettacolo comico, i brani (spesso riadattati nei testi) e le situazioni, erano concatenati da gag, recitate, mimate, utilizzando oggetti comuni o bizzarri, spesso inspiegabilmente funzionali. Il duo di artiste torinesi ha calamitato l'attenzione, ottenendo una buona partecipazione del pubblico. Risate e qualità artistica.


La DipenDanza, ovvero: "Balla che ti sballa!"
Una riflessione scientifica di Emanuela Colavini, sui neurotrasmettitori prodotti durante la danza, spesso simili a molecole stupefacenti, e sulle parti del cervello che si attivano in chi la pratica e anche in chi si limita a guardare. La Danza dà dipendenza? Parrebbe di sì, ed è una cosa sana, perchè crea benessere con molecole endogene. Niente controindicazioni: praticate a volontà!

L'uscita alla sede della Consob


Corsi di danza: Il corpo che balla, insegnante E.Colavini
Un laboratorio sul movimento indipendente delle diverse parti del corpo, attraverso la tecnica dell'isolazione e gli esercizi di coordinamento, culminato con la preparazione di una breve sequenza coreografica. Il tutto accompagnato da video di conoscenza e cultura della danza orientale e fusion.


Conferenza "Lo spazio profondo" prof. Peruffo
Affascinante viaggio tra stelle, nebulose galassie fino ai confini dell'universo, ma anche nelle nebulose della nostra Galassia e tra le principali costellazioni con i miti antichi ad esse collegate. proposto.

La lezione con la professoressa Pesenti


Incontri letterari

Il prof L. Zumbo ha proposto un ricco panorama di riflessioni letterarie: da Pinocchio a Heathcliff di Cime tempestose con focus il misterioso rapporto dei personaggi della letteratura con l'oscurità e il male; in ambito affine," Dalle stanze del sogno alle stanze della tortura"; infine brevi notazioni sul perché ogni libro può essere letto come un cerimoniale magico di guarigione.
inaspettata e davvero significativa verso tale problema.  


Lettura espressiva
Leggere può essere azione solitaria o condivisa ma è, in ogni caso, momento nel quale ci si confronta con situazioni e personaggi da cogliere nella loro vibrante specificità. Il corso, tenuto dai professori Bettinelli, Molteni e Stefanoni, ha avuto lo scopo di far penetrare nel testo gli studenti, per non incappare nella penosa e triste lettura meccanica che renderebbe noioso anche il racconto più comico. Leggere ad un pubblico prevede un consapevole utilizzo della voce, strumento prezioso, capace di metamorfosi inaspettate. Momenti clou di insegnamento sono stati gli esercizi legati all'utilizzo della voce e alla respirazione, letture e ... metamorfosi.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco