Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 198.974.547
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Mercoledì 06 febbraio 2019 alle 09:05

Annone: ok alla proroga del PGT. Per Longoni è da rivedere

È stata votata all'unanimità delle forze politiche la proroga al piano di governo del territorio (PGT) di Annone Brianza.
Una scelta giudicata in modo positivo dal gruppo di minoranza. "Ci troviamo davanti a un Pgt, da noi approvato, che non ha subito alcun ricorso al Tar. Mi fa piacere che venga prorogato perché significa che il lavoro compiuto cinque anni fa ha ancora la sua valenza" ha detto il capogruppo Tiziano Corti.
Affermazione non avvallata però dal collega di maggioranza Marco Longoni, secondo il quale il documento urbanistico avrebbe dovuto essere rivisto ma non c'è stato il tempo e ora, a pochi mesi dalla scadenza elettorale, non si trova corretto incidere in modo significato sull'operato della futura amministrazione. "Il Pgt non viene prorogato perchè la maggioranza lo condivide. Da parte mia avevo sollecitato già tempo fa di dare il nostro contributo mettendo mano al documento di piano. Poi, per una serie di ragioni, tra cui la scadenza elettorale, si è preferito usare le risorse per portare a compimento opere pubbliche". Longoni ha ricordato che su dieci ambiti di trasformazione residenziali (A.T.R.) previsti, alcuni erano stati stralciati in sede di approvazione definitiva da parte della Provincia. "Tra quelli rimasti ne sono stati attuati solo due. Se in cinque anni non sono stati attuati, significa che l'amministrazione deve rivederlo e operare altre scelte come la riduzione del consumo di suolo. Voto a favore della proroga per onestà: è un gesto di rispetto per gli amministratori futuri che potranno cominciare la programmazione senza avere una "pietra" da gestire. Ci sono amministrazioni che lo hanno adottato in scadenza, lasciando a dopo l'approvazione, ma non mi trovo d'accordo con questa linea".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco