Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 198.982.217
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Giovedì 07 febbraio 2019 alle 21:12

Bosisio: il comune emette un’ordinanza anti-spaccio sullo ''sterrato'' di via Caminanz

Una nuova misura anti spaccio. Il comune di Bosisio Parini ha emesso nella giornata di oggi, giovedì 7 febbraio, un'ordinanza per provare a limitare il fenomeno che investe il paese così come il territorio limitrofo.
Nel provvedimento firmato dal responsabile della polizia locale Matteo Tocchetto si sottolinea che il tratto che congiunge via Caminanz a via Trieste, "risulta carreggiata a doppio senso di marcia ultimamente percorsa da un ingiustificato ed elevato numero di veicoli arrecanti tra l'altro l'usura della sede stradale ivi presenti".
Non è la prima misura che l'amministrazione adotta per limitare la piaga. In passato aveva introdotto, con buoni risultati, il Daspo urbano, ma si tratta di un provvedimento di natura temporanea e così è stata pensata una nuova modalità, ovvero il divieto di circolazione, eccetto autorizzati, su un tratto di via Caminanz, dalla fine della zona industriale fino al collegamento con via Trieste.

Un paio di immagini di Via Caminanz, interessata dal provvedimento viabilistico


Ha motivato la scelta il sindaco Giuseppe Borgonovo: "Ho chiesto al comandante della polizia locale di assumere il miglior provvedimento per limitare il traffico in via Caminanz perché in alcuni tratti di quella strada si riversano specialmente i consumatori di stupefacenti. Dal momento che abbiamo osservato l'intensificarsi del traffico veicolare legato a quelle ragioni, una delle misure più semplici ed efficaci da applicare è stata quella di imporre il divieto di transito per i non residenti non su tutta la via, ma sul tratto sterrato, da dove finisce la zona industriale fino all'innesto con via Trieste".
Dalla giornata di domani quindi potranno partire controlli dei Carabinieri, della polizia provinciale e di quella locale che irroreranno sanzioni ai non residenti presenti su quel tratto di strada.
"È una misura semplice, ma pratica, per identificare le persone che si recano in quel posto. Per altro verso la multa comporterà una sanzione di natura pecuniaria ben maggiore rispetto al valore della dose. In questo modo ci impegnano a contribuire a fermare il fenomeno dello spaccio. Come sempre, premetto che la misura non deve essere considerata come la panacea di tutti i mali. È una dei tanti provvedimenti che si attuano per cercare di combattere il fenomeno, limitandolo. Sappiamo infatti che è una zona che va sempre presidiata ma non dobbiamo scoraggiarci davanti alle recrudescenze" ha proseguito Borgonovo, informando che a questo proposito entrerà in funzione anche la foto trappola, strumento che potrà essere utile per le indagini delle forze dell'ordine.

"Ringrazio la cittadinanza per le segnalazioni di macchine sospette che trasmetto ai Carabinieri. Ricordo, però, che non si tratta di una guerra che non deve portare avanti soltanto il comune o le forze dell'ordine: dev'essere combattuta da tutti, senza confondere ruoli e compiti. Se ciascuno può fornire il contributo è meglio e dunque invito a far prevenire in comune tutto ciò utile alle indagine se si notano movimenti sospetti" ha aggiunto il primo cittadino.
Tra circa un mese, inoltre, è previsto un incontro pubblico, promosso dall'amministrazione insieme alle istituzioni che seguono il tema, per trattare la questione, rivolgendola in special modo a famiglie e genitori.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco