Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 198.982.001
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Venerdì 08 febbraio 2019 alle 11:32

Sirone: messa in sicurezza della scuola e nuovo marciapiede su via don Brambilla

Nuovo abito per la scuola primaria di Sirone. Il comune è infatti risultato beneficiario di un contributo di Regione Lombardia. La notizia, ancora ufficiosa dal momento che l'amministrazione è in attesa della comunicazione da parte dell'ente regionale, è stata data dal sindaco l'altra sera al termine del consiglio comunale. "L'anno scorso avevamo presentato a Regione Lombardia un progetto per messa in sicurezza sismica di scuola elementare pari a 300.000 euro. Regione ha stilato la graduatoria, poi inviata al Ministero. Dalle pubblicazioni del bollettino regionale, risulta che siamo risultati tra i progetti finanziati" ha affermato Matteo Canali. In attesa della conferma ufficiale, l'amministrazione ha già stato affidato l'incarico al tecnico per la progettazione definitiva-esecutiva.

La scuola primaria di Sirone

"In Regione avevamo presentato un progetto preliminare-definitivo ma durante l'estate scorsa è cambiata la normativa sugli adeguamenti antisismici e così abbiamo rivisto il progetto, che ha subito una lievitazione del prezzo. Speriamo non ci siano tempistiche troppo stringenti sull'inizio cantiere per non perdere il contributo. In ogni caso non credo che a giugno saremo pronti per partire con i lavori, che vorremmo fare in concomitanza con la chiusura delle scuole. Se tutto dovesse andare bene, ci siamo già accordati con il progettista per programmare i lavori più importanti in estate e continuare poi, con quelli più "leggeri", a scuole aperte, senza pregiudicare il regolare svolgimento delle lezioni" ha aggiunto il primo cittadino.
Un'altra buona notizia per le opere pubbliche è relativa al contributo una tantum di 50.000 euro che lo stato assegna ai comuni tra i 2000 e i 3000 abitanti per lavori di salvaguardia del patrimonio comunale che non siano già ricomprese nelle piano delle opere. C'è però un limite: il contributo verrà assegnato solo se i lavori prenderanno il via entro il 15 maggio. I tempi sono piuttosto stretti per una pubblica amministrazione e Sirone è già corsa ai ripari. "La comunicazione del contributo è arrivata a gennaio. Abbiamo deciso, in accordo con l'ufficio tecnico, di realizzare il prolungamento del marciapiede su via don Brambilla che dalla zona dell'oratorio si ricongiunge alla baita degli alpini. Il progetto preliminare era già nel cassetto, deve essere aggiornato e inserito nel piano delle opere. Una delle agevolazioni di aprire un cantiere entro un termine così breve è "bypassare" il codice degli appalti e avviare una gara invitando tre ditte" ha proseguito Canali. Non è infatti previsto l'affidamento diretto, ma nemmeno un concorso aperto a tutte le aziende.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco