Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 198.982.187
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Domenica 10 febbraio 2019 alle 15:02

Molteno: Andrea Contri e il suo ''dialogo'' con gli animali

Sabato sera la sala consiliare di Molteno ha ospitato un autore che ha vissuto un'esperienza molto particolare: si tratta di Andrea Contri, giovane ingegnere che ha scritto il libro "La comunicazione intuitiva con gli animali". Da due anni si è impegnato in un'iniziativa che i responsabili dell'Asd Spirito Libero, organizzatori dell'evento in collaborazione con Cane Lupo Italia e con il patrocinio del comune di Molteno, hanno definito lodevole: far conoscere la capacità innata in ognuno di noi di comunicare in maniera intuitiva con animali e piante.

"Dopo aver vissuto una bellissima esperienza, il mio sogno è diventato condividerla e farla comprendere, anche se è stato difficile. Ho girato un video per mostrare come ho lavorato al libro nell'Appenino Tosco-Emiliano, vicino a Modena: avevo un ufficio itinerante, che mi permetteva di scrivere all'aperto d'estate e al chiuso in inverno. All'inizio è stata un'esperienza traumatica, perché non ho mai preso un 6 in italiano a scuola! Era una materia che odiavo, quindi mi metteva ansia solo l'idea di iniziare a scrivere. Poi ho preso coraggio e per prima cosa ho raccolto un diario di appunti per ripercorrere ciò che mi è capitato. Nel libro ho poi inserito una parte scherzosa e una parte seria, in cui sottolineo che è importante ascoltare gli animali ma anche capire noi stessi attraverso loro.
Aprirci al prossimo senza dimenticarci di noi, insomma, visto che è una cosa che raramente facciamo. Se volete tre buoni motivi per comprare il libro, guardate tre queste pagine: sono vuote, perché questa è una copia in bianco. L'obiettivo è infatti far scrivere voi e tutte le persone che verranno alle presentazioni, per condividere più esperienze possibili" ha raccontato l'autore. Quindi esiste davvero una ricetta segreta per imparare a parlare con gli animali? Secondo il giovane, ognuno ha un proprio modo per comunicare con loro: deve soltanto ascoltarsi e riscoprirlo dentro di sé.

L'autore Andrea Contri con una volontaria dell'Asd Spirito Libero

"Ho sempre avuto una grande passione per gli animali: in questa foto mi vedete da piccolo allo zoo di Pistoia, accanto a una scimmietta vestita da essere umano. Mia nonna mi ci portava e io ero sempre felicissimo. Poi ho studiato ingegneria e ho deciso di scrivere la tesi in Inghilterra. Proprio lì ho visto un documentario sull'Africa e appena ho visto l'immagine del leone bianco, ho sentito che mi chiamava. Il mio compagno di stanza mi ha incoraggiato ad andare in Africa e così ho conosciuto un sito che si occupa di una missione importante: reintrodurre in natura i leoni bianchi, vicino al Sudafrica, di cui sono originari. Sono infatti costantemente sfruttati per motivi estremamente futili, anche se considerati legali: vengo allevati per usare le loro ossa o le loro teste come trofei. Ho quindi raggiunto il centro di recupero dei leoni, dove sono stato volontario per quattro settimane" ha spiegato Andrea Contri. All'inizio il ragazzo ha avuto problemi con serpenti e leoni che si trovavano nella riserva, perché non era abituato a vederli da vicino e la paura si è fatta sentire.
Poi gli hanno detto che si può parlare con gli animali, trasmettendo loro amore incondizionato, anziché avendo paura quando si avvicinano. Questa rivelazione gli ha cambiato la vita, perché dopo un po' di allenamento è riuscito a fare in modo che un leone sentisse che stava chiamando proprio lui con la mente, attraverso l'energia positiva scaturita dalla comunicazione intuitiva.

"Sono tornato in Italia e ho iniziato a lavorare, poi però ho trascorso le ferie in Malesia e ho trovato un centro di riabilitazione degli orango. Altra folgorazione: li ho sempre amati e sono riuscito a chiamarne uno per farlo avvicinare e fare in modo che tutti i turisti potessero fotografarlo meglio. Poi la cosa si è ripetuta con altri animali e in altri luoghi, ad esempio in Amazzonia" ha aggiunto. Secondo l'autore è solo la paura che interrompe la comunicazione, perché crea un muro, invalicabile fino a che non avremo cambiato predisposizione verso l'animale.
"In Inghilterra ho successivamente frequentato il primo corso di comunicazione intuitiva, dove ho avuto modo di comunicare con un gatto attraverso una sua foto. Infatti, già solo pensare al proprio animale, anche a distanza, crea un canale comunicativo basato sulla frequenza dell'amore. Esattamente come con gli esseri umani: quando si ama, la distanza non è un ostacolo allo scorrere del flusso di energia. Poi ho tenuto un corso per alcuni detenuti, che hanno riscoperto se stessi con questa esperienza" ha sottolineato l'ingegnere. Secondo lui si può comunicare anche con le piante, attraverso il vento e le radici: diversamente da come si crede, animali e piante hanno una forte sensibilità, che potremo comprendere passando dalla mente al cuore e capendo cosa abbiamo dentro. Per loro, infatti, noi siamo libri aperti: capiscono immediatamente cosa proviamo, mentre noi fatichiamo a comprenderlo. "Vi ringrazio di aver ascoltato la mia esperienza e vi invito a partecipare al prossimo progetto: vogliamo infatti coinvolgere più persone possibili per raccogliere le loro esperienze e realizzare un documentario. Questo è un sogno e come tutti i sogni vi invito a crederci, perché solo così diventano realtà" ha concluso Andrea Contri.
La presentazione ha suscitato grande interesse nei partecipanti, che sicuramente presteranno più attenzione ai loro animali e cercheranno di capire cosa vogliono comunicare, trasmettendo più amore e meno fretta, compagna poco gradita ma onnipresente nelle nostre vite frenetiche.
R.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco