Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 198.982.200
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Lunedì 11 febbraio 2019 alle 15:53

Casatenovo: al via a breve i primi lavori per la rimozione dell'amianto nell'area ex Vister

Dovrebbero partire nei prossimi giorni i primi lavori in programma per la bonifica e la rimozione dell'amianto presente nell'area ex Vister a Casatenovo. Dall'ATS è giunto infatti il via libera al piano di lavoro presentato nei termini previsti dalle società proprietarie dei siti industriali dismessi situati nel cuore del paese (anche l'ex sede del salumificio Vismara oltre alla Vister ndr), a seguito dell'ordinanza che era stata firmata lo scorso 28 giugno dal sindaco Filippo Galbiati.

L'ex area Vister a Casatenovo vista da Via don Rossi

Nel documento inviato in estate a Vismara spa e a Immobiliare Casatenovo - proprietari degli edifici nei quali è presente l'amianto - il primo cittadino chiedeva la presentazione ad ATS Brianza (cui spetta la competenza) di un piano di bonifica delle coperture presenti nei due siti, entro quindici giorni. Ottemperati i termini di presentazione dei documenti richiesti, si è aperta una fase di confronto tra l'agenzia territoriale per la salute e le proprietà che è di recente sfociata nell'approvazione dei piani di lavoro.

''Il via libera da parte di ATS è arrivato: ora le proprietà possono procedere secondo le tempistiche contenute nell'ordinanza'' ci ha confermato il vicesindaco e assessore all'urbanistica Marta Comi.

Come era emerso in consiglio comunale - su richiesta del Movimento Cinque Stelle, da sempre particolarmente attento alla tematica - la visita effettuata in estate all'interno dell'ex Vismara e della Vister aveva portato alla luce la presenza di coperture con materiale non ancora bonificato, nè rimosso, da smaltire entro un anno, tenendo conto anche la presenza di strutture scolastiche nel raggio di 300 metri. Per quanto riguarda il primo comparto, l'eternit era stato individuato in prossimità dell'ex centrale termica e nella copertura del capannone del reparto mortadelle.


Quattro invece le coperture in amianto - a volta e a falda - presenti nell'area ex Vister: per la metà di esse ATS chiedeva la rimozione entro dodici mesi stante le condizioni di degrado in cui versano, mentre per le altre, una bonifica entro tre anni. Una valutazione che l'ufficio urbanistica del Comune di Casatenovo aveva parzialmente variato, disponendo per tre coperture (invece che per due) la rimozione entro un anno, considerando la vicinanza a luoghi sensibili comune le scuole.

Nel caso dell'ex comparto farmaceutico l'amianto era infatti presente in matrice compatta su due coperture in cemento amianto e in matrice friabile sulle tubazioni esterne. Per quest'ultima tipologia di materiale, più degradato, l'ordinanza del sindaco Galbiati imponeva la rimozione entro trenta giorni dalla data di efficacia del piano di lavoro. Per le altre coperture si dovrà provvedere con termine ultimo il 31 maggio 2019: entro poco meno di quattro mesi quindi.

Intanto il recente taglio della vegetazione - cresciuta rigogliosa negli ultimi anni - tra l'area ex Vister e Via don Rossi, consente da qualche tempo a questa parte a pedoni e automobilisti in transito di scorgere dalla strada qualche dettaglio in più sull'area dismessa che per decenni ha ospitato l'attività farmaceutica, ferma ormai dalle fine degli anni Ottanta, compresa la recente demolizione di un piccolo edificio del comparto e i tanti graffiti che ignoti writers hanno realizzato durante le ripetute incursioni - con altri danni ben visibili, ad esempio alle vetrate - nell'area industriale casatese.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco