Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 194.859.691
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 14/02/19

Lecco: V.Sora: 59 µg/mc
Merate: 27 µg/mc
Valmadrera: 55 µg/mc
Colico: 50 µg/mc
Moggio: 93 µg/mc
Scritto Martedì 12 febbraio 2019 alle 16:04

Insieme per Oggiono: Giotto il tema dell'incontro con Dusi

Durante la presentazione di sabato 9 febbraio, avvenuta presso la "Porta su Oggiono" in piazza Sironi, l'autore Canzio Dusi, residente ad Osnago e grande appassionato di politica, arte e letteratura, ha deciso di presentare il suo nuovo romanzo storico intitolato "Giotto e i misteri di casa Scrovegni" prendendo per mano gli ascoltatori e accompagnandoli nell'Italia del 1300.
L'incontro organizzato da Insieme per Oggiono ha rappresentato un'occasione per parlare di arte e storia approfondendo queste tematiche partendo dal presupposto che ciò che viene creato è sempre figlio del suo tempo, ma per essere considerato un capolavoro è necessario che contenga un segno premonitore di ciò che riserva il futuro.

Chiara Narciso con Canzio Dusi

L'autore ha fornito un quadro realistico della Padova del 1300 e delle vicende che hanno accompagnato la costruzione della Cappella degli Scrovegni approfondendo il significato complessivo dell'opera voluta da Enrico Scrovegni. Soffermandosi sugli intenti del committente ha poi analizzato gli obiettivi artistici di Giotto e gli obiettivi teologici del suo ispiratore religioso Frate Alberto da Padova. Grazie alla cooperazione dei due è nata una fitti rete di immagini, unica ed originale, della storia della salvezza secondo Sant'Agostino. La presentazione ha portato gli ascoltatori a riflettere sul significato di libero arbitrio secondo i dettami agostiniani e le interpretazioni del tempo, introducendo così altri personaggi fondamentali del periodo come Dante Alighieri e San Francesco d'Assisi.
Dusi, ripercorrendo la struttura del romanzo, ha mostrato i cambiamenti di alcune città italiane come Firenze, Siena, Roma, Spoleto e Perugia in un viaggio ideale fra le bellezze di questo paese, create in un periodo che formalmente fa parte dell'oscuro medioevo ma che in realtà anticipa il meraviglioso periodo rinascimentale che verrà.
"Sono particolarmente orgoglioso e soddisfatto di questo romanzo nato da una passione personale che ho coltivato nel corso degli anni" ha concluso l'autore alla fine della presentazione. Il libro è stato infatti inserito fra le opere suggerite dalla Società Dante Alighieri nel maggio 2017 e selezionato per la rassegna Letteratura come Terapia organizzata dalla sezione di Padova dell' Associazione Italiana di Cultura Classica nel Novembre 2017.
"Un altro bell'incontro che ha permesso di creare un momento di confronto e condivisione con i cittadini oggionesi" ha concluso soddisfatta Chiara Narciso ringraziando Dusi e il pubblico presente.
Il prossimo appuntamento è per domenica prossima 17 febbraio alle ore 17 nella sede del gruppo. L'ospite sarà Elena Bonfanti, velocista nata e cresciuta nella società di atletica oggionese, entrata a far parte della squadra italiana in varie competizioni internazionali, fino ad arrivare a gareggiare alle Olimpiadi di Londra nel 2012 e a far parte della delegazione di Rio nel 2016.
Sa.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco