Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 200.487.419
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 04/05/19

Lecco: V.Sora: 101 µg/mc
Merate: 93 µg/mc
Valmadrera: 92 µg/mc
Colico: 88 µg/mc
Moggio: 106 µg/mc
Scritto Mercoledì 13 febbraio 2019 alle 18:26

Sirone: Costamp e Confindustria ospitano il dg di ''Federmeccanica'' Stefano Franchi

Il tour di Federmeccanica nelle aziende del territorio italiano, denominato "Impresa day", quest'oggi ha fatto tappa in due realtà produttive del settore nelle province di Lecco e Sondrio.
Il direttore generale Stefano Franchi ha visitato, durante la mattinata, Carcano Antonio con i plant di Andalo Valtellino e Delebio, che si affiancano alla sede di Mandello del Lario, e Costamp Group nella sede di Sirone.

Da sinistra Giulio Sirtori (dg Confindustria Lecco-Sondrio), Marco Corti (presidente e CEO Costamp Group), Antonio Bartesaghi
(Presidente Categoria Metalmeccanico), Stefano Franchi (dg Federmeccanica) e Lorenzo Riva (presidente Confindustria Lc-So)

Le visite aziendali sono state organizzate in collaborazione con l'associazione territoriale Confindustria Lecco e Sondrio con l'obiettivo di diffondere una maggiore conoscenza del settore metalmeccanico e del valore della manifattura.
Marco Corti, presidente e CEO Costamp Group, ha accolto gli ospiti e successivamente ripercorso la storia della sua azienda soffermandosi sui vari step di crescita e sulle future modalità di ricerca e sviluppo.
Dopo la breve presentazione è stato il direttore generale Stefano Franchi a spiegare l'obiettivo della giornata odierna. "Federmeccanica, in collaborazione con le varie associazioni territoriali, si occupa di valorizzare le realtà produttive del settore metalmeccanico diffondendo una cultura d'impresa propositiva. Questo settore è un motore importante per lo sviluppo economico del nostro paese costituendo l'8 % del PIL e il 50% dell'export nazionale. Quest'oggi ho fatto visita a due realtà produttive eccellenti che ne testimoniano l'avanguardia tecnologica e i valori''.

Il direttore generale di Federmeccanica Stefano Franchi e sotto la visita alla Carcano


Il direttore Franchi ha sottolineato inoltre, l'importanza di implementare la politica a sostegno e tutela delle realtà imprenditoriali dedicando tempo, impegno e risorse maggiori. "È necessario creare una stretta collaborazione tra le imprese, il governo e le istituzioni di credito per garantire un risultato efficace. Il proposito di questa giornata simbolo è porre al centro le imprese italiane che si impegnano, giorno dopo giorno, a costruire il futuro del nostro Paese. Vogliamo raccontare ciò che queste realtà rappresentano non attraverso una narrazione ma una semplice fotografia".
Ha poi aggiunto che il 2019 sarà un anno particolarmente critico, un anno di transizione che si spera culmini con una svolta positiva. "Purtroppo paghiamo lo scotto di una crisi che ha portato ad una diminuzione della produzione industriale del 20 % e che ha determinato un generale rallentamento delle attività. Siamo fiduciosi, però, che le imprese riescano a far fronte a queste difficoltà recuperando con pazienza il terreno perduto''.
Il presidente delle Confindustria Lecco e Sondrio Lorenzo Riva ha aggiunto: "Come è noto l'Italia si trova in una fase molto delicata che desta parecchie preoccupazioni. Sostenere lo sviluppo del metalmeccanico è evidentemente strategico, nell'interesse dell'intero Paese, ed è necessario attuare anche misure orientate a garantire risorse umane adeguatamente formate che sopperiscano al divario presente tra mondo del lavoro e della formazione". Il presidente Riva ha sottolineato come, nonostante tutte le difficoltà, fare impresa sia possibile se sia ha personale adeguatamente formato e preparato propenso all'innovazione e al cambiamento.

"Il sistema metalmeccanico è un orgoglio italiano e per il nostro territorio, dove la sua presenza è particolarmente significativa e fondamentale per il benessere'' le parole di Antonio Bartesaghi, presidente della categoria merceologica metalmeccanico di Confindustria Lecco e Sondrio. ''Sostenere lo sviluppo del metalmeccanico è evidentemente strategico, nell'interesse dell'intero sistema Paese, ed è necessario farlo anche attraverso misure orientate a garantirci risorse umane adeguatamente formate. Quello della carenza di figure tecniche, di competenze di ambito tecnico-industriale, è un nodo sempre più grave che frena la nostra competitività, così come resta un aspetto penalizzante lo scollamento fra mondo del lavoro e della formazione, che possono essere ravvicinati anche attraverso un potenziamento dell'alternanza scuola-lavoro. Certamente la loro riduzione non giova né ai giovani, che all'uscita dal percorso formativo si troveranno più lontani dalle logiche del mondo del lavoro, né alle imprese che hanno bisogno di inserire nuove competenze per il proprio sviluppo".
All'incontro è poi seguito un breve tour aziendale per osservare il processo produttivo.
Sara Ardagna
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco