Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.451.006
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Martedì 19 febbraio 2019 alle 19:00

Elezioni, Casatenovo: in attesa della prima 'mossa' ufficiale, poche certezze. Tre liste come cinque anni fa, che puntano tutto sull'esperienza

I consiglieri di Più Casatenovo Rosanna Rampin, Barbara Beretta,
il capogruppo Marco Pellegrini e Marcello Paleari
La data delle prossime elezioni amministrative si avvicina inesorabile. Mancano poco più di tre mesi alla chiamata alle urne, eppure a Casatenovo la campagna elettorale....stenta a decollare. Nessuna delle tre probabili formazioni politiche che scenderanno in campo per tentare di guadagnarsi la fiducia dei cittadini ha sino ad oggi ''scoperto le carte'', presentando il proprio candidato sindaco. Nemmeno il primo cittadino uscente Filippo Galbiati ha sciolto le riserve in maniera ufficiale, anche se tutto lascia intendere che sarà ancora lui a guidare la lista civica Persone e idee per Casatenovo, tentando quindi di bissare l'esperienza amministrativa alla guida del Comune. Un lustro fa aveva superato di misura i rivali: da un lato Loana Trevisol del Movimento Cinque Stelle, dall'altro Guglielmo Colombo di Più Casatenovo. E, come già anticipato, saranno proprio queste tre le formazioni che si presenteranno alla tornata elettorale della primavera 2019.
Se la maggioranza uscente dovrebbe riproporsi senza particolari stravolgimenti - candidato sindaco compreso a meno di clamorose sorprese - molte più incertezze riguardano gli altri due gruppi consiliari. A cominciare dal centrodestra. Più Casatenovo si ripresenterà nell'attuale veste di lista civica, pur con il sostegno dei partiti, o meglio di Lega e Forza Italia che in contrasto con quanto accade al Governo, hanno confermato l'alleanza nelle amministrative. E il candidato sindaco? L'assenza di figure esterne - a quanto ci è dato sapere - rispetto al nucleo storico dell'attuale formazione di minoranza porta a credere che sarà proprio uno dei quattro consiglieri a correre in prima persona per tentare di conquistare la poltrona di cittadino di Casatenovo, comune amministrato da decenni ormai, dal centrosinistra.
Se appare un po' più defilato (anche per gli impegni professionali) Marcello Paleari, che aveva preso il posto nel 2017 del dimissionario Claudio Viscardi, la scelta potrebbe ricadere su Marco Pellegrini, attuale capogruppo ed esponente totalmente civico del gruppo, non essendo iscritto a partiti. Se si decidesse di puntare su una donna invece, a disposizione ci sono la leghista Barbara Beretta, consigliere comunale da tre mandati ormai, e l'azzurra Rosanna Rampin, forte del consenso ottenuto durante la campagna elettorale per le regionali 2018, imprenditrice e volto altrettanto noto dell'assise consiliare casatese. E' attesa a giorni - sembra - una decisione definitiva da parte del gruppo che in un comunicato diffuso nelle scorse settimane aveva
Christian Perego (M5S) e il sindaco Filippo Galbiati
proprio lasciato intendere di voler puntare tutto sull'esperienza dei suoi consiglieri.
Alle elezioni di maggio ci sarà sicuramente il Movimento Cinque Stelle. Christian Perego, attuale esponente del gruppo in consiglio comunale ha ribadito più volte che la lista si farà, dando seguito così all'esperienza iniziata ''da outsider'' cinque anni fa, quando la formazione presentata in sordina e all'ultimo momento, era riuscita a guadagnarsi un posto in assise, occupato per quattro anni dalla candidata Loana Trevisol, dimessasi nei mesi scorsi per ragioni personali.
Più difficile capire chi sarà il candidato sindaco, anche se al momento è proprio Perego - che con Fabio Bramati aveva corso alle regionali 2018 - a sembrare il favorito per ricoprire questo ruolo. Per tutto il resto si è ''work in progress'', come del resto le altre due liste. Ad accomunare il lavoro dei gruppi, sembra essere la difficoltà nell'individuare nuove persone (soprattutto giovani) intenzionate a buttarsi anima e corpo nella vita amministrativa. Non resta dunque che affidarsi all'esperienza e (soprattutto) alla voglia di mettersi a disposizione del paese.
Insomma, a Casatenovo - ad eccezione di qualche timido gazebo già allestito in queste prime settimane del 2019 - la campagna elettorale deve ancora iniziare.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco