Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 200.703.054
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 04/05/19

Lecco: V.Sora: 101 µg/mc
Merate: 93 µg/mc
Valmadrera: 92 µg/mc
Colico: 88 µg/mc
Moggio: 106 µg/mc
Scritto Giovedì 21 febbraio 2019 alle 16:17

Castello B.za: un progetto di avvicinamento alla lirica alla primaria

Avvicinare i bambini della scuola all'opera lirica. È questo lo scopo di «Opera Domani» un progetto che ha coinvolto anche gli alunni della scuola primaria di Castello Brianza. L'iniziativa viene da anni proposta su scala nazionale, attraverso l'Aslico - Associazioni lirica concertistica italiana - con il supporto di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo.
«Il melodramma - ha spiegato Mirko Ceroli, docente della primaria di Castello Brianza - è un grande patrimonio della cultura italiana ed europea. Se viene a mancare una specifica azione educativa da parte della scuola, i giovani rischiano di rimanerne esclusi».



I disegni realizzati dagli studenti della scuola De Amicis

Questo è stato il punto di vista dei diversi docenti della scuola che hanno scelto di inserire questo progetto, dedicato alla lirica, nell'offerta formativa degli alunni. L'Amministrazione comunale ha accolto favorevolmente questo percorso, decidendo di finanziarlo nella sua interezza.
In questo modo tutti gli alunni, dalle classi prime alle quinte, hanno potuto fare una prima conoscenza del mondo delle lirica. Negli scorsi mesi due maestre - Alessandra ed Enrica - hanno tenuto lezioni dedicate, insegnando ai bambini l' "Elisir d'Amore"
Mirko Ceroli
di Giacomo Donizetti.
L'opera, composta nei primi anni ‘30 dell'800, racconta la storia di amore di Nemorino un contadino che, incapace di dichiarasi, ricorre a un improbabile "elisir d'amore".
Lo studio si è protratto fino allo scorso martedì, il gran giorno del "gran debutto", quando gli alunni della "De Amicis" di Castello Brianza si sono recati al Teatro Sociale di Como. Qui, dopo aver preso posto fra le poltroncine della platea del teatro, con i libretti dell' "Elisir d'Amore" di Giacomo Donizetti alla mano, hanno accompagnato con i propri canti corali gli attori professionisti che sono andati in scena sul palco del teatro.
«E' stato - ha dichiarato Ceroli - sorprendente per noi docenti, e per i genitori stessi, percepire l'entusiasmo e il reale impegno dei bambini verso un genere musicale , la lirica, così lontano dalla quotidianità. Insomma è stato un successo. Da oggi, i bambini di Castello di Brianza potranno dire di conoscere il melodramma... Oramai come "quasi colleghi" dei mitici Pavarotti and friends».
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco