Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 199.143.060
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Martedì 12 marzo 2019 alle 08:15

Casatenovo: in Colombina uno spettacolo per la festa della donna

Domenica 10 marzo presso la sala dell'associazione La Colombina di Casatenovo è andato in scena uno spettacolo dedicato alle donne che, ideato da Giuliana Randone e Giuliana Atepi, ha riscosso un buon successo di pubblico, intervenuto numeroso.
Il pomeriggio è stato introdotto dai referenti delle due associazioni che hanno sostenuto e ospitato l'iniziativa: L'altra metà del cielo - Telefono donna Merate e la già citata Colombina.

Un momento dello spettacolo

Il primo a prendere la parola è stato Federico Pennati. "Grazie a tutti, mai come oggi sono felice di accogliere qui tutti voi! L'organizzazione di questo evento è stata curata dalle donne della nostra associazione che si meritano un grosso applauso" ha detto il referente del sodalizio casatese. "La Colombina ha come motto: Stare insieme per stare meglio, e in quest'ultimo periodo abbiamo puntato sul supporto di persone diversamente abili proponendo corsi di cucito e di cucina svolti presso la nostra sede qui a Casatenovo. A livello provinciale abbiamo invece avuto una collaborazione con l'istituto professionale Graziella Fumagalli che ha usato la nostra cucina per il suo corso alberghiero sino all'anno scorso quando sono stati conclusi i lavori di costruzione dei nuovi laboratori. Ora la nostra associazione ospita gruppi e famiglie che affittano i nostri spazi continuando a rendere concreto il nostro motto".

Federico Pennati dell'associazione La Colombina

Dopo di lui è stata invitata a dire qualche parola Amalia Bonfanti, presidente dell'associazione "L'altra metà del cielo - Telefono donna di Merate". "Ringrazio molto tutti per la presenza e la Colombina per averci ospitato. Io e i volontari e le volontarie della nostra associazione in questi momenti cerchiamo di non pensare di tutto ciò che vediamo ogni giorno nell'operare della mostra associazione. Soprattutto oggi vorrei diffondere un messaggio per tutte le donne che mi è venuto all'orecchio oggi pomeriggio quando, durante una camminata organizzata dall'associazione "Officina donne di Olgiate", delle ragazze giovanissime hanno intonato un coro che diceva: 'siamo in cammino verso il sole, camminiamo verso la libertà'. Il messaggio che vogliamo dare alle donne che devono sempre essere in cammino dato che di strada se ne è fatta ma ce ne è ancora da fare. Parecchi passi avanti sono stati fatti ma ce ne sono ancora da compiere. La strada è lunga e mi auguro che anche gli uomini camminino con noi sostenendo la parità di genere" ha concluso Amalia Bonfanti.

Amalia Bonfanti di ''L'altra metà del cielo-Telefono donna''

Per ultima, prima di iniziare lo spettacolo, Giuliana Randone ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno collaborato con la Colombina per allestire il piccolo palco, ma anche per la musica e per la disponibilità di entrambe le due associazioni. Lo spettacolo prevedeva degli sketch in forma di monologo o dialogo tra le due attrici per dimostrare che anche le donne sanno ridere e ridere anche dei loro stessi difetti.

Si è parlato di cerette, baffi femminili, borsette e del loro contenuto, del fatto che gli uomini preferiscano la loro auto alla loro moglie, delle incapacità di alcune donne di comprendere la tecnologia. Ma si sono toccati anche temi più profondi come l'amore. Amore in tutte le sue fasi, dell'innamoramento sino alla crisi, all'infedeltà e al tradimento.

Uno spettacolo davvero divertente e coinvolgente sia per le donne che si sono riviste nei loro difetti e hanno avuto il coraggio di riderci sopra, sua per gli uomini che hanno avuto l'opportunità di poter comprendere qualcosa in più sull'universo ''rosa''. "Lo spettacolo è stato scritto nel 2009, poi rivisto nel 2013 e l'obiettivo era quello di proporre qualcosa al femminile ma non pesante, che facesse però comprendere e vedere le cose in modo leggero" ci hanno spiegato le attrici Randone e Atepi".

Al termine del pomeriggio è stato offerto un ricco apericena molto apprezzato dal pubblico.

Contributo fotografico di Andrea Pirovano

G.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco