Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.491.113
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Giovedì 14 marzo 2019 alle 16:00

Lomaniga: in assemblea illustrata la nuova viabilità e la pista ciclopedonale sulla SP54

Non solo il parco giochi. Lunedì sera durante l'assemblea pubblica convocata dall'amministrazione comunale con i residenti di Lomaniga sono stati sviscerati altri argomenti e progetti che coinvolgono la frazione missagliese. A cominciare dalla videosorveglianza: da inizio 2019 sono state posizionate due telecamere di contesto all'altezza della rotonda di Via Albareda, che vanno ad aggiungersi ai dispositivi già presenti e ai sistemi di lettura targhe.

Un'immagine del pubblico intervenuto lunedì sera all'assemblea di Lomaniga

Prevista poi l'installazione di un nuovo occhio elettronico non appena sarà realizzata l'area ludica per bambini in Via Leonardo da Vinci, in modo tale da scoraggiare eventuali atti di vandalismo ai danni dei beni pubblici. Per la stessa ragione alcuni residenti intervenuti alla riunione hanno chiesto agli amministratori di valutare l'installazione di un'ulteriore telecamera nel posteggio della scuola dell'infanzia situato a ridosso della strada provinciale 54.
Ampio spazio è stato invece concesso al tema della viabilità, nei confronti della quale è stata ipotizzata una modifica, illustrata ancora una volta dall'assessore a urbanistica e lavori pubblici, Paolo Redaelli. Interessate dal provvedimento sono infatti Via Leonardo da Vinci e Via Alpi, arterie che dalla SP54 conducono verso il nucleo storico della località missagliese, costeggiando rispettivamente la scuola dell'infanzia e la chiesa parrocchiale.

Il progetto relativo alla nuova viabilità

Per quanto riguarda Via da Vinci, la cessione al Comune di un terreno di proprietà della parrocchia consentirà di allargare il calibro stradale, rendendo più agevole il transito nel doppio senso di marcia. La parte più elevata dell'arteria, oggi interdetta alla circolazione stradale vista la presenza di un dissuasore a ''panettone'', sarà invece aperta al passaggio dei mezzi che potranno sfruttarla quale via di collegamento - a senso unico in salita - a Via Alpi. Quest'ultima resterà percorribile a doppio senso nel tratto compreso fra la chiesa e la strettoia in corrispondenza del passaggio sotto un'abitazione, mentre a partire da quel punto i mezzi provenienti dal nucleo storico di Lomaniga potranno soltanto scendere. In sostanza sarà creato un anello di collegamento tra Via Leonardo da Vinci e Via Alpi, con entrata dalla prima e uscita dalla seconda, ad eccezione del primo tratto di entrambe le arterie, che resterà percorribile a doppio senso di marcia.

Un progetto che non ha riscosso unanimità di consensi nel pubblico intervenuto all'assemblea. Alcuni residenti hanno infatti lamentato criticità di ordine logistico, dovendo allungare il percorso per raggiungere le proprie abitazioni, stante anche le annose problematiche relative alla sosta nella zona alta di Lomaniga. Un altro ha invece imputato alla giunta missagliese scarso coinvolgimento, avendo informato la cittadinanza a decisioni già assunte. ''Abbiamo fatto diversi incontri con i residenti in questi mesi. Ad ogni modo non c'è ancora nulla di definitivo'' ha detto Redaelli, mentre il sindaco Bruno Crippa ha proposto l'avvio di una sperimentazione. ''Se le cose non dovessero funzionare, potremo tornare indietro in qualsiasi momento. Si tratta soltanto di cambiare la cartellonistica relativa alla segnaletica stradale'' ha precisato il primo cittadino.

Previste - contestualmente a questo intervento - altre opere, in particolare la realizzazione di un marciapiede lungo Via San Fermo (SP54) dalla rotonda di Via Albareda sino al bar Clodia sul lato destro procedendo in direzione Merate, con alcuni tratti a raso e altri rialzati. Sarà migliorato infine il sistema di raccolta delle acque chiare poichè in occasione di forti piogge, la strada provinciale si rende suo malgrado scenario di allagamenti dovuti all'acqua che viene scaricata verso il basso dalle zone più collinari.
I lavori prenderanno il via nei prossimi giorni per concludersi nel mese di giugno e prevedono una spesa di 120mila euro circa.

L'ultimo progetto presentato è stato quello relativo alla pista ciclopedonale Missaglia-Lomaniga lungo la SP54 che sarà realizzata in due lotti: il primo dal condominio Boschetto (ex officina Radici) a Via Pianetta, già inserito nel bilancio di previsione per l'anno in corso; il secondo da Via Vivaldi sino alla rotonda di Via Albareda. Oltre a fondi propri, il Comune spera di poter ottenere finanziamenti esterni, avendo partecipato al bando europeo Urban Innovative Action, insieme ad altri comuni del meratese.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco