Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 199.037.833
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Domenica 17 marzo 2019 alle 18:22

Barzago: Dup, bilancio e oneri nell'ultimo consiglio comunale

E' iniziato con un pensiero rivolto al defunto sindaco di Civate, Baldassarre Mauri il consiglio comunale di Barzago di venerdì 15. "Esprimiamo il nostro cordoglio alla sua comunità e alla sua famiglia" ha detto Daniela Bonfanti, vicesindaca reggente, a nome di tutti gli amministratori e dell'intera cittadinanza. Dopo il doveroso omaggio, ha preso avvio la seduta del consiglio con una serie di punti all'ordine del giorno dedicati alle questioni finanziarie. Prima "l'aggiornamento degli oneri di urbanizzazione e la determinazione dei criteri per la determinazione del contributo straordinario" che, come spiegato dalla vicesindaca, hanno seguito l'indice ISTAT.


"L'unica eccezione" ha aggiunto "riguarda il centro storico dove l'amministrazione continua a favorire interventi di recupero agli edifici della zona". Non sul centro storico ma sulla norma che da solo alla giunta la possibilità di cambiare l'importo del contributo straordinario è intervenuto anche il capogruppo e candidato sindaco della minoranza, Emanuele Silvio Mauri, chiedendo ulteriori informazioni. "E' prassi si stabilisce un regolamento dando la possibilità alla giunta di fare delle modifiche" è stata la replica della vicesindaca, prima di dare avvio all'esame dei diversi punti all'ordine del giorno propedeutici all'approvazione del Bilancio di previsione 2019-2020-2021. "Abbiamo ottimizzato le prestazioni, senza tagliare i servizi erogati. Abbiamo lasciato invariate anche le aliquote delle varie tasse, come IRPEF, TARI, TASI, facendo leva sul recupero fiscale" ha detto, evidenziando come, rispetto all'anno passato, "non abbiamo più a disposizione gli oltre centotrentamila euro per la vittoria al TAR anche se ne abbiamo cinquantamila da utilizzare entro il 15 maggio per investimenti". A Barzago verranno utilizzate per le asfaltature. "Per quanto riguarda le uscite non abbiamo intenzione di tagliare servizi e abbiamo mantenuto gli stessi importi mentre il peso del comparto sociale è diventato più importante" ha rivelato Daniela Bonfanti, evidenziando come siano "interventi dovuti e non facoltativi: siamo passati da circa trentamila euro a più di cinquantamila per pagare educatori e i programmi per i servizi disabili". Parole ribadite anche dalla consigliera Bosisio che ha evidenziato come si tratti solo di "importi preventivati anche se sulla questione del sociale non si può avere la sfera di cristallo". Ormai nella sua nuova veste di candidato sindaco per la lista di Il Paese Barzago è voluto intervenire anche Mirko Ceroli, sottolineando come "anche nel mio settore di competenza, quello dei rifiuti da assessora all'ecologia, vorremmo abbassare i costi ma per ora c'è solo un accenno di calo". E' intervenuto anche il capogruppo della minoranza, chiedendo dei chiarimenti sull'azienda incaricata di pulire le strade a Barzago in caso di neve: "perché affidare il servizio a una ditta di Verano Brianza? Non si potrebbe darlo a una più vicina in grado di garantire un intervento più tempestivo?". Immediate le risposte dagli esponenti della maggioranza che, dall'assessore Mirko Ceroli alla consigliera Paola Bosisio, fino alla vicesindaca Bonfanti che hanno spiegato a più a riprese il senso dell'affidamento a una ditta di Verano Brianza. "Quello che potevamo fare l'abbiamo fatto" ha ribadito Daniela Bonfanti che ha agginto che "se ci sono stati problemi, non è responsabilità dell'azienda ma di una serie di concause". Concetto ribadito anche dai consiglieri Ceroli e Bosisio che hanno sottolineato l'importanza di rispettare gli esiti dei bandi. I vari punti all'ordine del giorno sono stati quindi posti al vaglio del consiglio che si è espresso a favore all'unanimità o con l'astensione della minoranza. La determinazione di IMU e IRPEF, così come la TASI e il programma triennale degli incarichi, sono stati approvati all'unanimità mentre con l'astensione della minoranza sono passati gli altri punti all'ordine del giorno: il piano finanziario, il programma triennale dei lavori pubblici, la nota di aggiornamento al DUP e il bilancio di previsione 2019-2020-2021.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco