Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 199.142.695
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Sabato 23 marzo 2019 alle 18:48

Rogoredo: Berlusconi e i suoi cani domenica in TV su Rete4

"Farò un codice dei diritti degli animali, che devono essere tutelati". Parola di Silvio Berlusconi, ospite d'eccezione della prossima puntata di "Dalla parte degli animali", la trasmissione ideata a condotta dall'on. Michela Vittoria Brambilla, in onda domenica alle 10.50 su Rete4.
Oltre a raccontare qualche scena di vita familiare con gli undici cani che popolano la sua villa di Rogoredo a Casatenovo (Dudù, Dudina, Peter, Trilli, Wendy, Harley, Rambo, Marilyn e Ginny "dormono in camera, si svegliano con me, fanno colazione con me"), il quattro volte presidente del Consiglio parla volentieri della sua "passione" per gli amici a quattro zampe. "Gli animali - ricorda l'ex premier - sono esseri senzienti, non cose. Per dare concreta attuazione a questo principio, sancito a livello europeo, si deve affermarlo anche nella nostra Costituzione. Meritano di essere tutelati tutti gli animali, compresi quelli destinati all'alimentazione umana. Oggi milioni di animali vivono una vita-non vita negli allevamenti intensivi e fino a qualche tempo fa se ne curavano in pochi. Ma la sensibilità è mutata e anch'io credo che si debba superare il sistema delle gabbie".

Silvio Berlusconi e Michela Vittoria Brambilla a Rogoredo

Parole chiare sulla piaga del randagismo. "E' una vergogna - sottolinea il presidente di Fi - che dobbiamo lasciarci alle spalle. Il passo più importante è agevolare le adozioni e rendere più facile la vita dei proprietari di animali, sui quali pesano un ingiustificabile carico fiscale così come divieti anacronistici di accedere in luoghi pubblici. L'affetto degli amici a quattro zampe vuol dire molto per le famiglie che li ospitano e che devono essere aiutate. Sono felice di aver preso in canile molti dei cani che vivono con me o che ho regalato ai miei familiari. Un cane adottato ti darà un amore ancora più grande, perché "sa" che l'hai salvato". Il Presidente perciò si è complimentato con la trasmissione, di cui apprezza l'obiettivo e "gli ottimi ascolti che premiano l'impegno di tutti".
Tornando al sommario della puntata, un servizio sarà dedicato alle api, insetti che hanno un ruolo fondamentale nel nostri ecosistema e che oggi soffrono molto e sono diminuite di numero a causa dei pesticidi impiegati in agricoltura. Un altro parlerà di una "cucciolata" di topolini di campagna che rischiavano di morire per il freddo e per la fame. Un animo sensibile li ha trovati e portati a casa, dove la madre del soccorritore, come racconta lei stessa, "li sta allevando".
Poi, come sempre, ci saranno i tanti, tantissimi animali abbandonati "in cerca di una nuova chance". Sono loro i veri protagonisti della trasmissione che, da una puntata all'altra, si è conquistata uno spazio nel cuore del pubblico.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco