Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.491.189
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Martedì 26 marzo 2019 alle 17:08

Bosisio: nuove residenze nella ex B.f.e. Parcheggi e area pubblica di 5.000 mq

Un complesso residenziale al posto di un comparto industriale. È la recente proposta di riqualificazione di un'area periferica rispetto al centro storico di Bosisio Parini, ma non meno importante per lo sviluppo turistico del territorio.

Stiamo parlando della B.F.E., una fabbrica del settore metalmeccanico affacciata su via Eupilio, in frazione Garbagnate Rota. "All'epoca, quando si era insediata, questa zona era considerata periferica. Si considerava la zona lago come il retro del paese perché non c'era nessuna logica ecologista o ecologica. Questa fabbrica insiste su una superficie importante e occupa un corpo imponente, visibile anche da Eupilio. Non fatico a definirla un ecomostro" ha spiegato il sindaco Giuseppe Borgonovo che, insieme al gruppo di governo, già nel 2013, in sede di approvazione del piano di governo del territorio (Pgt), aveva cercato di pensare a una possibile riqualificazione. "L'obiettivo era risolvere un'anomalia perché un insediamento produttivo circondato da case non aveva più ragione d'essere. Abbiamo così previsto un cambio di destinazione ma con dei limiti".

Uno dei questi comprende la possibilità di creare nuove abitazioni purché restino all'interno della fascia di rispetto della zona costiera che potrà così restare di proprietà dei cittadini. Stiamo parlando nello specifico di un'area di 2.500 mq a lago che diventerà pubblica e di un'altra area di 3.000 mq che diventerà un'area verde di mitigazione. La superficie coinvolta nel progetto è quindi di 5.000 mq.: sarà un'area completamente in fascia di rispetto e dovrà essere riqualificata a verde. L'insediamento abitativo si concentrerà nell'entroterra, permettendo al comune di far proseguire la passeggiata lago dalla Darsena Brera.
"Negli anni '70 si guardava prima al personale interesse e poi a quello della collettività. L'amministrazione invece deve pensare ai cittadini: abbiamo infatti previsto anche 50 posti auto per soddisfare le esigenze delle abitazioni e dei residenti di via Segantini e via Eupilio" ha proseguito il primo cittadino. "Noi non eseguiremo nulla perché l'area è di proprietà privata. Quando il privato deciderà di riqualificarlo dovrà però farlo secondo le linee dell'amministrazione. In ogni caso, in questi mesi è partito l'iter: sono cominciate le valutazioni con la Soprintendenza per poter perfezionare il progetto. Richiederanno qualche mese e, se ci sarà un interesse all'inserimento dell'insediamento, potremo prevedere un'attuazione in tempi brevi".

La redazione del progetto è stata affidata a una società di Vicenza che ha già ricevuto i primi interessamenti. Un fatto che fa ben sperare per la realizzazione del nuovo nucleo abitativo. "È un intervento di riqualificazione ambientale perché l'ecomostro verrà distrutto e perché in zona ci saranno servizi come parcheggi, zone verdi che in questo momento non ci sono e che valorizzerebbero l'intera area. L'amministrazione ha fatto una parte importante per rendere più bello e moderno il paese, valorizzando le aree a lago".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco