Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.592.551
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Giovedì 11 aprile 2019 alle 15:48

Monticello: ultimo bilancio di previsione dell'era Rigamonti. ''Indebitamento ridotto in 10 anni''. Ma la minoranza replica

Ultimo bilancio di previsione 2019/2021 a firma dell'amministrazione Rigamonti. Martedì sera il consiglio comunale di Monticello è stato infatti chiamato ad approvare il documento unico di programmazione (Dup) e il conto economico relativi al prossimo triennio. Il primo cittadino uscente - impossibilitato a ricandidarsi essendo giunto allo scadere del secondo mandato amministrativo - ha sfruttato l'occasione per elencare quelli che sono stati i principi cardine che lo hanno guidato in questi dieci anni nella predisposizione dei bilanci, in qualità appunto di assessore alla partita. ''Il dato più importante è il forte calo del debito del Comune per i mutui contratti fino al 2009'' ha detto il sindaco Luca Rigamonti. ''Infatti l'indebitamento di Monticello è passato da circa 4.000.000 euro di dieci anni fa a 1.434.412 euro di fine 2018''.

Il sindaco Luca Rigamonti tra il vice Giorgio Casiraghi e la segretaria comunale, dr.ssa Viviana Tutore

Un risultato ottenuto - come ha spiegato il primo cittadino - grazie al rimborso anticipato di due prestiti e al mancato ricorso a nuovi debiti pur avendo portato avanti investimenti sulle strutture di proprietà comunali, con la realizzazione ad esempio di un'aula ginnica da quasi 1 milione di euro.
''Sul fronte delle entrate si è evitato che gli incassi dei permessi di costruzione fossero utilizzati per finanziare le spese correnti, ma solo per sostenere le spese di investimento e di manutenzione straordinaria'' ha aggiunto il sindaco uscente, citando poi i 50mila euro ottenuti grazie ad un contributo a fondo perso, che saranno utilizzati per la realizzazione di un nuovo marciapiede a Torrevilla e le risorse derivanti dalla possibile alienazione del diritto di superficie della piscina di Barzanò, di cui il Comune di Monticello detiene il 14% delle quote. I 311mila euro che l'ente potrebbe incassare dalla vendita del centro natatorio serviranno a coprire le spese di restauro dei busti della Limonera, opere stradali e il restyling degli impianti sportivi, con particolare riferimento al campo di calcio di Cortenuova.

E' pari a 55mila euro invece, la cifra che il Comune dovrebbe introitare dalla valorizzazione del locale di Via Manara (nei pressi del ristorante Il Portico a Prebone), destinata a spese di investimento per la sistemazione dei sentieri del parco della Valletta.
Per quanto riguarda l'edilizia scolastica, Rigamonti ha citato i 250mila euro previsti e messi a bilancio per il 2020 per la nuova copertura della scuola media di Via Diaz e gli interventi per il miglioramento della struttura dal punto di vista sismico; a questo proposito è stata inviata una candidatura al Miur per ottenere un cofinanziamento a copertura della spesa per il progetto (27mila euro).
Un'altra opera prevista - e inserita a bilancio per il 2021 - riguarda l'ampliamento del cimitero di Cortenuova (secondo lotto), con la riqualificazione della cappella centrale attualmente inutilizzata.
Già finanziati, appaltati e quindi pronti a partire entro l'estate i lavori per il camposanto di Monticello, così come gli interventi di asfaltatura di alcune arterie situate nel territorio del ''capoluogo'' e in frazione.

Invariata poi la pressione fiscale per Imu, Tasi e addizionale all'Irpef, mentre - come già emerso nella precedente seduta di consiglio - per la Tari è previsto un aumento di 3mila euro per le spese a copertura del servizio integrato dei rifiuti.
Conclusa la relazione del sindaco, spazio all'intervento del gruppo di opposizione Insieme per Monticello. ''Nessuno mette in dubbio il modo in cui è stato condotto il bilancio in questi anni, con correttezza e attenzione'' ha esordito il consigliere Giovanni Pirovano, esprimendo però alcune precisazioni relativamente alla situazione debitoria dell'ente, più volte citata dal sindaco. ''Il mutuo più grosso lo paga la casa di riposo, non il Comune di Monticello. Per quanto riguarda il servizio idrico invece, si tratta di una partita di giro''.

A destra il consigliere Giovanni Pirovano con le colleghe del gruppo Insieme per Monticello

''Le manovre contabili non sono piovute dal cielo ma le ha decise questa amministrazione. Sono scelte nostre: c'è stata la volontà di ottenere alcuni risultati, come ad esempio di introitare le risorse derivanti dalla nostra partecipazione societaria ad Alsi, che ci ha consentito di realizzare la nuova aula ginnica, portando a casa più di un milione di euro. E vi assicuro che non è stata una passeggiata'' ha replicato Rigamonti.
''E' stata una mossa intelligente, ma i soldi erano già lì, erano nostri. Questa operazione avrebbero potuto farla anche altri'' la risposta di Pirovano.

L'approvazione del Dup e del bilancio di previsione 2019/2021 ha ottenuto il voto favorevole della maggioranza; contrari i consiglieri di opposizione Rossella Carlini, Milena Mucci e Giovanni Pirovano mentre si è astenuta la collega Maria Pia Pozzi.
Attente osservatrici della seduta le papabili candidate al ruolo di sindaco: Alessandra Hofmann e Ausilia Fumagalli, presenti fra il pubblico, ''armate'' di penna e blocchetto per poter prendere appunti ed essere così il più possibile ''sul pezzo''.

G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco