Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.592.752
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Giovedì 11 aprile 2019 alle 16:43

Monticello: statuto rivisto, le commissioni sono ora previste

Modifica allo statuto comunale per prevedere la possibilità di istituire delle commissioni o delle consulte, come da richiesta del gruppo di minoranza. Un percorso iniziato lo scorso anno e culminato martedì sera durante la seduta consiliare con l'approvazione - all'unanimità - del punto da parte dei gruppi di maggioranza e di opposizione. In particolare le correzioni apportate all'articolo 12 del documento prevedono la possibilità di convocare entro e non oltre 120 giorni dall'insediamento della nuova amministrazione, un massimo di tre commissioni (o consulte) a carattere permanente, con rappresentanti di ciascuno dei gruppi consiliari. La scelta di avvalersi o meno di questi organismi sarà a discrezione del consiglio comunale mentre - come ha precisato il sindaco Luca Rigamonti - per renderli pienamente funzionanti dovranno essere predisposti degli appositi regolamenti per stabilire composizione e poteri.
Una novità accolta (chiaramente) con soddisfazione dal gruppo di minoranza che in questo quinquennio si è battuta a più riprese per poter essere maggiormente coinvolta nella vita amministrativa del Comune. ''Questo è uno dei temi che in questi anni ci ha più volte contrapposti'' ha detto il consigliere Giovanni Pirovano. ''Per noi le consulte o commissioni non rappresentano soltanto un atto di democrazia, ma di partecipazione vera e propria. E' un argomento su cui ci siamo incaponiti e su cui abbiamo insistito più volte per sentirci maggiormente coinvolti, ma anche per avere la possibilità di approfondire meglio alcuni argomenti, potendo così dare il nostro personale contributo. Le consulte poi, aprono la possibilità di partecipazione anche a semplici cittadini e ricordo che negli anni in cui ero assessore, in passato, funzionavano bene. Reputo molto negativo l'aver atteso così tanto: si poteva arrivare a questo punto anche prima, ma per noi questa è una specie di vittoria di Pirro''.
La revisione dello statuto comunale ha ottenuto unanimità di consensi da parte dell'assise.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco