Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.626.975
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Domenica 14 aprile 2019 alle 14:22

A2, 27^ giornata: la B&P Costa esce da Bolzano con altri due punti

Da 19 punti di vantaggio a 7' dalla fine, al risicato +3 finale: grandi emozioni a Bolzano nella quart'ultima giornata di Serie A2 femminile. La B&P Autoricambi Costa Masnaga scatta subito nel primo quarto e una delle solite accelerazioni frutta un vantaggio in doppia cifra (13-24), che sarà manutenuto anche alla fine della seconda e terza frazione. Ad inizio ultimo quarto, arriva la fiammata che sembra decisiva, con Basket Costa che vola sul +19, 45-64. Tutto finito? Assolutamente no, dato che negli ultimi 6 minuti e mezzo le pantere non segnano più e l'Itas Alperia Bolzano torna fino a -3, ma non riesce a pareggiare. Basket Costa vince 61-64 e rimane da sola in testa alla classifica a quota 46!

La cronaca
 
I primi tre minuti di gioco non riservano tante emozioni, con le bolzanine a comandare 5-4, grazie alla tripla di Servillo e al canestro di Mancabelli, mentre per le pantere rispondono Balossi e Vente. Questa, però, sarà l'ultima volta che Bolzano metterà il naso avanti nel punteggio durante la serata: la solita improvvisa fiammata della B&P Autoricambi Costa Masnaga frutta un break di 10-2 (8 punti di una scatenata Baldelli e altri due per Vente), che costringe coach Sacchi a chiamare time-out sul 7-14 al 6'. Un po' di confusione in attacco riporta sotto le padrone di casa, ma è la terza tripla di Baldelli, insieme ad un canestro di Picotti, a dare nuovo vigore alla fuga delle pantere,11-19 all'8'. Bungaite e Fall trovano i primi punti della loro partita, ma ci pensa capitan Longoni a trascinare Basket Costa sul +11 al 10', 13-24 con cinque punti consecutivi. La difesa delle pantere regge bene ed entrano altre due guerriere come Frustaci e Tibè, pronta a portare il suo contributo. All'inizio della seconda frazione Desaler e Servillo accorciano fino al -4, 20-24, ma è Spinelli a rispondere subito. Bolzano, con Cela e Servillo, arriva due volte sul -3, ma sei punti in fila di Rulli ridanno fiato alla fuga delle pantere, 25-32 al 15'. Balossi è illuminante in cabina di regia e serve Baldelli per la quarta tripla del suo match, che vale anche il +10, 25-35. Le due squadre si rispondono colpo su colpo, con Basket Costa che non riesce a chiudere bene le maglie in difesa, ma 6 punti in fila di Vente negli ultimi giri di lancette del secondo quarto permettono di mantenere la forbice in doppia cifra sul 33-43 al 20'.

Inizia il terzo periodo con il terzo fallo di Baldelli, ma Balossi è in gran forma e la sua tripla vale il +15, 33-48 al 22'. Bungaite e Vente si rispondono, ma è ancora Balossi a firmare il massimo vantaggio sul 35-52 dalla lunetta. Mancabelli e Roubal smuovono il tabellino per Bolzano, Longoni fa lo stesso per Basket Costa con un libero e si va all'ultimo riposo con il punteggio di 41-53. L'inizio dell'ultima frazione è tambureggiante da parte delle pantere: parziale di 2-11grazie a Discacciati (da tre), Vente, Balossi e Tibè; al 33' il tabellone indica +19, 45-64. Tutto finito? Assolutamente no! Sulla falsariga di quanto avvenuto nella gara di andata, la B&P Autoricambi Costa Masnaga stacca completamente la spina, probabilmente adagiandosi inconsciamente sul gap maturato fino a quel momento, e le bolzazine, canestro dopo canestro, siglano un break di 16-0 che le riporta a -3 nell'ultimo minuto. Il tiro della disperazione delle padrone di casa, però, non va a buon fine e le pantere possono tirare un bel sospiro di sollievo, mettendo altri due punti importanti in cascina. Finisce 61-64!

Le interviste

Ecco il pensiero di coach Pirola al termine dei 40' di gioco: "Nel permettere a Bolzano di riaprire il match ci abbiamo messo molto del nostro. Come abbiamo fatto, però, nel costruire il vantaggio contro una squadra che non molla mai e ha giocato con tutte le armi che aveva. Abbiamo alternato ottime cose a buchi e disattenzioni, ma tutto sommato siamo andate a mettere la partita sui binari che volevamo. Sono dispiaciuto per gli ultimi 5' di gara. Speravo di uscire con sensazioni positive anche in chi gioca meno minuti. Purtroppo non abbiamo saputo reagire alla loro sfuriata finale. In ogni caso usciamo dal match con la consapevolezza di saper mettere la partita come la vogliamo" - poi spiega la differenza a tabellino nei falli subiti - "Loro hanno attaccato di più il ferro, con veemenza e aggressività. Noi abbiamo cercato più soluzioni corali, pulite, con molto tiro da fuori e assist" - e sugli step da fare per migliorare - "Dobbiamo difendere meglio, non ci sono storie. E ripartire senza perdere mai il controllo della palla e del campo".

Tabellino

Itas Alperia Bolzano - B&P Autoricambi Costa Masnaga (13-24; 33-43; 41-53)

Itas Alperia Bolzano: Servillo 12; Mancabelli 9, Cela 5, Fall 12, Bungaite 12, Ruocco 2, Desaler 5, VIllarini ne, Roubal 4, Bernardoni, Ress ne. All. Sacchi

B&P Autoricambi Costa Masnaga: Rulli 8 (4/6, 0/2), Balossi 9 (2/8, 1/3), Baldelli 14 (1/4, 4/7), Picotti 4 (2/2, 0/2), Vente 14 (7/11), Discacciati 3 (1/5 da tre), Frustaci, Spinelli 4 (2/3, 0/1), Tibè 2 (1/3), Longoni 6 (1/2, 1/3). All. Pirola

Rimbalzi 39 (15 off + 24 dif): Vente 11; Spinelli, Picotti e Baldelli 5

Assist 14: Balossi 4, Tibè e Baldelli 3

Note: 2PT 20/39 51%, 3PT 7/23 30%, TL 3/6 50%, PP 14, PR 22, FF 19, FS 14

PH: Ferruccio Colombo
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco