Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.626.582
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Lunedì 15 aprile 2019 alle 17:35

Villa Greppi: Iterfestival si chiude con tanti visitatori e una festa

Il viaggio di Iterfestival si è concluso domenica a Villa Greppi con la presentazione del libro "La ragazza con la Leica" di Helena Janeczek, vincitore del Premio Strega 2018. "Ringrazio il pubblico e gli autori che si sono susseguiti in questa terza edizione del festival, un festival che è cresciuto molto e che quest'anno ha avuto una sua peculiarità: questa terza edizione è stata realizzata da donne, non lo abbiamo cercato ma è capitato così, gli staff del Consorzio e de Lo Sciame libri che si sono adoperati per il festival sono composti solo da donne.

Helena Janeczek

E anche oggi abbiamo concluso con un'autrice che ci ha portato la storia di una donna, Gerda, una pioniera nel suo campo, che perso la vita per documentare gli orrori della guerra, una pioniera nel suo campo" ha detto la presidente del Consorzio Villa Greppi, Marta Comi, che proprio a una ragazza ha voluto dedicare l'appuntamento conclusosi domenica. "Dedico questo appuntamento ad una giovane donna di oggi, una donna della quale non si hanno più notizie dal novembre 2018, da quando è stata rapita in Kenya dove lavorava come cooperante, Silvia Romano. Teniamo tutti alta l'attenzione, pariamo di lei e facciamone parlare, è il modo che abbiamo per aiutarla, per farla ritrovare e riportarla a casa".

Helena Janeczek tra Marta Comi e Martina Garancini

Con il ricordo della triste vicenda che vede come protagonista involontaria la giovane milanese, si è chiusa la terza edizione di Iterfestival, promosso dal Consorzio Brianteo Villa Greppi in collaborazione con la libreria Lo Sciame Libri di Arcore. "Per un mese intero abbiamo portato cultura sul territorio brianzolo: in un mese sono stati sedici gli incontri e le presentazioni di libri organizzati" è stato il commento soddisfatto della presidente Marta Comi che ha voluto ringraziare per la collaborazione Martina Garancini e Claudia Frauto de Lo Sciame Libri di Arcore.

"Nel terzo anno di IterFestival siamo cresciuti sia in termini di artisti invitati sia in termini di pubblico. Abbiamo invitato sia autori affermati, come Alessandro Robecchi, Paolo Rumiz, Helena Jenezeck, sia nuove leve della letteratura italiana, come Francesca Diotallevi".

I ragazzi di Fondazione Enaip

Gli incontri si sono svolti nei ventuno comuni aderenti al Consorzio Brianteo Villa Greppi che si è confermato come un ente capace di promuovere la cultura sul territorio. Visti i risultati positivi, la presidente non ha nascosto la volontà di riproporre IterFestival anche l'anno prossimo. "Con un differenza, però" ha sorriso "dobbiamo ricalcolare le dimensioni e prendere sale più grandi perché quest'anno abbiamo visto un pubblico sempre più numeroso partecipare agli incontri".
Insieme alla presentazione del libro del Premio Strega 2018, per la chiusura di Iter Festival sono state tante altre le attività organizzate all'interno di Villa Greppi e del suo giardino.

E' stata ripetuta l'iniziativa "Un fiore per Villa Greppi" che ha permesso ai visitatori di scegliere narcisi e tulipani piantati a Villa Greppi con l'aiuto degli studenti della Fondazione Enaip ospitata presso le scuderie della Villa; sono stati allestiti giochi in legno e di una volta per i bambini e le bambine; si è potuto visitare gli atelier e le residenze artistiche degli artisti Roberto Picchi e Vera Pravda e dialogare con loro e si è potuto partecipare al laboratorio "Piantiamo un libro e leggiamo un fiore". Tutte partecipate, nonostante la pioggia di domenica pomeriggio.
A.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco