Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.449.948
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Venerdì 17 maggio 2019 alle 18:36

Missaglia: in consiglio comunale bilancio consuntivo 2018 e variazione per i lavori a Ossola. Novità sulla 'vicenda Motto'

Si è aperto con l'ingresso di un nuovo esponente nel gruppo di minoranza il consiglio comunale di Missaglia riunitosi nella serata di giovedì 16 maggio presso la sala consiliare di palazzo Belgiglio. L'assise ha dato infatti il benvenuto al neo consigliere Felice Maria Sesana, subentrato al dimissionario Alberto Spreafico che ha deciso di lasciare il proprio posto a causa di una potenziale incompatibilità con il nuovo incarico di vicepresidente assunto nei giorni scorsi all'interno del consiglio di amministrazione di Silea.

Un'immagine del consiglio comunale convocato a Missaglia

A prendere il suo posto è stato il primo dei non eletti nella formazione che nel 2017 aveva candidato Silvana Redaelli al ruolo di sindaco, Felice Sesana appunto, da vent'anni militante della Lega Nord e già esponente dell'amministrazione di Marta Casiraghi.
Dopo la surroga del consigliere, la seduta ha quindi potuto procedere secondo l'ordine del giorno con la ratifica della deliberazione della giunta comunale sulla prima variazione di bilancio di previsione 2019-2021. A prendere la parola è stato l'assessore alla partita Luigi Magni che ha innanzitutto sottolineato le motivazioni della delibera, dettate per lo più dall'urgenza di finanziare l'opera di sistemazione del sistema idraulico nella frazione di Ossola per arginare e prevenire ulteriori eventuali allagamenti a seguito di temporali e acquazzoni.

Il gruppo di minoranza. Da sinistra Veronica Rovelli, Rossano Casiraghi e Felice Sesana (nell'immagine sotto)

''Riusciamo a finanziare l'opera grazie agli oneri di urbanizzazione che sono stati versati al Comune in questi mesi e che ci ha permesso di avviare l'iter solo dopo che fossero stanziate anche nel bilancio le somme destinate agli interventi, e per tale motivo abbiamo fatto una variazione di bilancio per renderli immediatamente disponibili. Stiamo approvando il progetto e dovremmo passare poi gli atti alla stazione unica appaltante della Provincia di Lecco per la pubblicazione del bando e per attuare finalmente la riqualificazione dei tubi e l'efficientamento del percorso per lo scarico tenendo conto dell'invarianza idraulica imposta dalla regione Lombardia" ha spiegato l'assessore, procedendo quindi all'esame e all'approvazione del rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2018.


Tenendo conto dei tagli che sono stati fatti nel corso degli anni agli enti comunali - considerando l'aumento di alcune tariffe per queste realtà e la parallela diminuzione dei trasferimenti da parte dello Stato - ogni comune ha dovuto cercare di ricorrere a tutti gli espedienti possibili per ridurre nel modo migliore le proprie spese e il bilancio 2018 per il comune di Missaglia ha ricalcato proprio questa tendenza, ''pur senza rinunciare a offrire servizi di qualità alla propria cittadinanza'' come ha sottolineato Magni.

L'anno si è infatti chiuso con un avanzo di competenza di 458.000 euro, composto da un avanzo di gestione corrente di competenza di 355.271 euro, di un avanzo di gestione in conto capitale di competenza pari a 102.838 euro e infine di un avanzo del risultato di gestione dei residui di 63.665 che complessivamente hanno fatto registrare un avanzo di amministrazione complessivo di 1.050.442 euro. Alcuni degli interventi più significativi riguarderanno la messa in sicurezza delle strutture scolastiche anche grazie ai fondi derivanti dal MIUR per 240.000 euro, la sistemazione dell'archivio comunale, la manutenzione per sottoservizi e per il patrimonio del comune, la ristrutturazione del parco di Contra con il completamento dell'opera per la sua riqualificazione, le spese di progettazione richieste dall'ufficio tecnico mentre il parco di Lomaniga è ancora in fase di progettazione dato che si pensava inizialmente di realizzarlo nel 2020 ma che grazie alla rapidità della procedura burocratica è stato possibile anticiparlo all'anno in corso.

Gli assessori Laura Pozzi e Luigi Magni (nell'immagine sotto)

Per quanto riguarda invece il versante delle spese, un buon indicatore a detta di tutta la giunta comunale è il fatto che sia ''uscito'' il 91% di quello che era stato stanziato inizialmente a riprova che gli interventi che i vari assessorati si erano proposti di realizzare sono stati attuati concretamente e non si sono risparmiate inutilmente risorse che potevano essere investite in servizi e opere utili alla cittadinanza. Alcune voci di risparmio importanti sono invece derivate dal settore del riscaldamento e dell'illuminazione pubblica grazie al cambio di gestore, dalle spese per procedimenti giudiziari e a seguito del pensionamento del comandante della polizia locale che ha portato quindi a un risparmio di personale.

Da sinistra gli assessori Paolo Redaelli, Donatella Diacci, il segretario dr.ssa M.Cristina Mastrocola e il sindaco Bruno Crippa

Sono state poi fornite dall'assessore ai lavori pubblici Paolo Redaelli alcune informazioni relativamente allo stato di realizzazione di alcune opere previste nel 2018 e tra queste sono state segnalate: l'ampliamento della scuola primaria T. Moneta, che può ripartire dopo lo sblocco del cantiere da parte del giudice, la manutenzione straordinaria stradale, i cui lavori sono stati conclusi, la manutenzione del marciapiedi di Lomaniga, in programma per il 2019, la ristrutturazione dell'area sportiva di Contra, dove i lavori cominceranno nei prossimi giorni, la pista ciclopedonale Maresso-Bariano, i cui lavori si sono conclusi e infine la manutenzione ad alcuni edifici pubblici, previsto nella seconda metà del 2019.

A intervenire è stato poi il sindaco Bruno Crippa che ha notiziato il consiglio circa alcune importanti novità, fra cui la nota vicenda giudiziaria che da decenni ormai contrappone il Comune agli eredi Motto per l'esproprio di un terreno a Contra. Una questione decisamente delicata che a inizio dicembre si era arricchita di un ulteriore capitolo, con l'ordinanza della Cassazione che aveva parzialmente confermato la sentenza già emessa nel secondo grado di giudizio, condannando l'ente missagliese a versare ai ricorrenti una cifra consistente (stimata inizialmente intorno agli 800mila euro) dovuta all'indennizzo del terreno di Via Agazzino a Contra espropriato negli anni Ottanta a Giulio Motto per la realizzazione degli alloggi della cooperativa Armonia, e all'occupazione del suolo.

Il gruppo di maggioranza

Gli assessori Paolo Redaelli e Donatella Diacci

Dopo alcuni mesi di ''braccio di ferro'' è stata infatti trovata un'intesa circa l'indennizzo destinato ai privati (e quindi agli eredi di Giulio Motto); una cifra complessivamente più bassa di quanto si era ipotizzato inizialmente e di cui il Comune dovrà pagare una parte (quella relativa agli interessi maturati nel tempo), mentre il resto sarà a carico dei proprietari degli alloggi.
"Risparmieremo 280.000 euro rispetto a quanto era stato inizialmente previsto dopo la sentenza della Corte di Cassazione, ma è chiaro che i 361.000 euro a nostro carico condizioneranno il bilancio, e si tratta di una responsabilità, quella di affrontare in maniera approfondita questa questione, che deve essere presa ora e non va più procrastinata'' ha detto il primo cittadino.
Altro tema rilevante è invece l'accordo di programma tra la provincia di Lecco e il Comune per la realizzazione di attraversamenti pedonali protetti e la creazione di dossi per la riduzione della velocità lungo la ex strada provinciale 53, ovvero Via Papa Giovanni XXIII. Il progetto consisterà nella costruzione di tre isole pedonali complete di pannelli e segnalazioni che verranno costruite nell'arco di 150 giorni circa per un ammontare di 104.000 euro che contribuiranno a integrare quel tratto di strada nel tessuto urbano del paese nel tentativo di conferirgli un'identità propria.

Tutti i provvedimenti sono stati approvati a maggioranza con l'astensione dei tre membri dell'opposizione presenti alla seduta.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco