Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.449.971
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Venerdì 24 maggio 2019 alle 19:05

Molteno: ultima seduta del consiglio con i saluti finali e una targa a Angelo Casiraghi

Terminati dieci anni di amministrazione, è tempo di ringraziamenti. Il sindaco di Molteno Mauro Proserpio, nella seduta consiliare di giovedì 23 maggio ha voluto ''fare il punto'' sulla sua attività politica e rivolgere un pensiero alle persone che in questi anni hanno collaborato con lui oltre che ad Angelo Casiraghi, che termina con questo quinquennio la sua esperienza amministrativa quarantennale.

La targa assegnata ad Angelo Casiraghi

"Grazie a tutti i consiglieri che hanno animato questa sala: meno male che resta ancora la democrazia in un luogo dove va affievolendosi. Ci sono comuni, anche vicini, che non hanno la possibilità di scegliere l'amministrazione in quanto è presente solo una lista" ha esordito rammaricato il primo cittadino. "Abbiamo amministrato dieci anni in un momento complicato. Siamo piombati in una crisi per cui non eravamo preparati e che ha coinvolto anche il lavoro. A livello sociale abbiamo dovuto affrontare casi di persone, padri di famiglia, uomini adulti che venivano a chiedere, ancora prima dell'aiuto economico, un aiuto umano e la possibilità di ripartire. Abbiamo cercato di affrontare il problema in modo equo. Se sembra che la situazione lavorativa si stia stabilizzando, con una alcune aziende che riprenderanno vita, non si può dire altrettanto del fenomeno sociale che ci riguarda direttamente. Siamo sommersi dalla droga. Credo sia la coda di una crisi che ha avuto molti effetti a livello familiare: l'emergenza è solo all'inizio e chi siederà su questi banchi avrà l'onere di dover gestire queste situazioni. Fortunatamente sul territorio abbiamo la cooperativa accoglienza e lavoro (CAL) che ha mantenuto negli anni un livello molto alto di capacità".

I consiglieri comunali uscenti

Poi i ringraziamenti di rito: "Un pensiero a tutti i segretari che in questi anni si sono succeduti e agli uffici che hanno trasformato le nostre idee in atti concreti. Con orgoglio, posso dire che abbiamo inciso in maniera significativa sul territorio, più di altri paesi vicini e ora chiudiamo con un gruppo compatto e unito che ha una prospettiva di continuità. Ringrazio anche il paese che mi ha voluto bene, anche nelle situazioni in cui c'erano contestazioni". Poi la chiusura. "È stato un privilegio stare su questa sedia. Ho fatto del mio meglio. Spero di avere fatto a sufficienza".
Anche la consigliera di minoranza Giusi Corti ha voluto rivolgere un saluto al consiglio: "Ricordo che, in fatto di lavoro, vi avevamo lasciato con un'azienda che si sarebbe impegnata a fare assunzioni nel mondo femminile e voi avete preferito fare altre scelte. Inoltre il 90% del vostro programma non è stato realizzato. Ringrazio in particolare Angelo Casiraghi per la cura, la manutenzione costante. Non ho invece apprezzato, durante i consigli, le derisioni dai banchi consiliari della maggioranza".

Un pensiero al sindaco è giunto anche da un commosso vice Giuseppe Chiarella: "So l'impegno che Mauro ha profuso nel tenere unito un gruppo con correttezza. Ha guidato il gruppo con criteri di democrazia e partecipazione".
Al termine dei ringraziamenti è stato letto il verbale n. 98 del 12 giugno 1970 con il quale Angelo Casiraghi ha cominciato la sua attività politica, durata quasi 40 anni. "Angelo in questi dieci anni è stato un amico, uno stimolo, un pungolo e a volte un po' rompiscatole ma sempre presente. Per me è stato un onore averti al mio fianco".

Il consigliere, ricevendo anche una targa a ricordo della sua lunga attività, ha detto: "per fare l'amministratore ci vogliono tanta passione e voglia di fare".
L'ultimo consiglio dell'amministrazione Proserpio si è concluso con una torta per Casiraghi.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco