Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.311.489
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Lunedì 27 maggio 2019 alle 23:01

Cassago: dopo quarant'anni al governo il centrosinistra diviso lascia spazio alla Lega

A Cassago Brianza le elezioni comunali appena trascorse hanno determinato un radicale cambiamento. A spuntarla tra le liste candidate infatti, è stata Cassago Ideale, la formazione leghista capitanata da Roberta Marabese; un risultato inaspettato, che rompe una tradizione di centrosinistra lunga oltre quarant'anni.

Roberta Marabese (in fascia tricolore) insieme al resto della squadra

Dalle ore 14, quando sono iniziate le operazioni di spoglio, la scuola primaria di Cassago, che ospitava i seggi, ha iniziato a riempirsi di sempre più persone tra candidati sindaci, candidati consiglieri e sostenitori dei tre gruppi che si contendevano la vittoria alle urne: Insieme Cassago (candidata e sindaco uscente Rosaura Fumagalli), Progetto Cassago Democratica (candidato Sergio Pini) e Cassago Ideale (candidata Roberta Marabese).

A inizio spoglio i risultati faticavano ad arrivare, ma l'esito parziale che ha dominato per gran parte del pomeriggio è stato quello del pareggio. Piano piano la lista del Carroccio ha acquisito sempre più voti, nonostante gli avversari non mollassero la presa. Alla fine degli scrutini però, Cassago Ideale si è aggiudicata la vittoria, battendo le concorrenti in due dei tre seggi e lasciando solo pochi punti di vantaggio in uno di questi a Progetto Cassago Democratica. Tirando le somme, i voti sono stati 907 per Cassago Ideale, 798 per la lista uscente Insieme Cassago e poco meno, 775, per Progetto Cassago Democratica.
I cittadini cassaghesi, che si sono presentati in circa 2500 a votare, per un totale di circa il 73% degli aventi diritto, hanno quindi deciso per il cambiamento, destituendo di fatto la sinistra dopo il suo lungo regno, forse complice anche le incomprensioni e le divisioni interne di questi ultimi mesi.

L'avvocato Roberta Marabese, neofita della politica, è quindi il nuovo sindaco di Cassago. ''Il paese ha scelto il cambiamento, da domani in poi governeremo noi. La campagna elettorale l'abbiamo condotta con onore, siamo rimasti fuori dalle dispute, illustrando unicamente il nostro programma e restando concentrati per offrire un'alternativa a Cassago. Adesso, tutti insieme, iniziamo il cambiamento: ho bisogno di tutti voi" ha concluso la neo sindaca rivolgendosi ai cittadini presenti.
Dall'altra parte, tra i due candidati sconfitti c'è stato sia un riconoscimento della vittoria alla Marabese, sia qualche dito puntato sulla presunta causa della sconfitta.

VIDEO - la proclamazione del neo sindaco Marabese



"Pieno rispetto per la scelta dei cassaghesi, questa è la democrazia. Da lista civica di opposizione parteciperemo alla vita sociale e politico-amministrativa con spirito costruttivo. Ringrazio i candidati e gli elettori che con me si sono messi in gioco per il sostegno" il commento di Rosaura Fumagalli, sindaco uscente.

Sergio Pini invece, è stato più critico. "Il risultato è preciso: la Lega, dopo 45 anni, vince nella Cassago storicamente di centrosinistra, faccio quindi i miei complimenti a loro. Noi abbiamo perso e di questo dobbiamo ringraziare soprattutto la sindaca uscente, che non ha avuto l'intelligenza politica di lavorare ad una coesione interna. Questo errore è imperdonabile e io la ringrazio per avere disfato in un lustro quarantacinque anni di storia gloriosa della sinistra e del centrosinistra di Cassago. Al nuovo sindaco faccio i miei auguri e sono pronto, insieme all'altro consigliere comunale Maurizio Corbetta, a sfidare la Lega sulle cose concrete, sui contenuti e soprattutto sulla cultura democratica ed europeista".

La stretta di mano con Maurizio Corbetta e Rosaura Fumagalli

Appena ufficializzati i voti, sono partiti i festeggiamenti da parte del partito leghista, con molti presenti in sala che si sono congratulati con la visibilmente felice Roberta Marabese per la vittoria. Tra commenti sugli esiti, fotografie e festeggiamenti, è giunto poi il momento della proclamazione, dove la Marabese è stata ufficialmente insignita della fascia tricolore.

Dall'esito delle elezioni sono usciti anche i dati sui consiglieri; quelli che hanno ricevuto il maggior numero di preferenze sono stati Stefano Morstabilini con 28 e Alberto Parravicini con 24 voti. Nei prossimi giorni conosceremo la lista completa degli assessori che, insieme al nuovo sindaco, governeranno Cassago per i prossimi cinque anni.
Alessandro Vergani
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco