Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.450.137
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Martedì 04 giugno 2019 alle 14:05

Viganò: la nuova struttura civica al centro del dibattito in Aula. Minoranze contrarie

Si è tenuto ieri lunedì 3 giugno in sessione straordinaria il consiglio comunale per dibattere una variazione di bilancio. L’assise ha dovuto votare sulla destinazione delle risorse corrispondenti all’avanzo di amministrazione, che si è sbloccato. La maggioranza, capitanata dal sindaco Fabio Bertarini, ha individuato nella “casa dei viganesi” - il nuovo centro civico che sorgerà nell'area dell'ex isola di raccolta di Via Marconi - la priorità sulla quale investire.

Una veduta dell'assise viganese

Nella prospettiva de “Il sindaco di tutti”, gruppo politico alla guida di Viganò, l’idea è quella di impiegare parte dell’avanzo e coprire l’importo rimanente con un mutuo, scelta giustificata con l’avvertita necessità di conservare della liquidità per bisogni futuri. “Per il progetto più corposo, la casa dei viganesi, abbiamo un valore di uscita complessivo pari a 1.375.000 euro. Verrà finanziato per 875mila euro applicando l’avanzo, per la parte restante, 500mila euro, verrà acceso un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti che costerà di rata annua circa 27mila euro” ha precisato Bertarini.


Le altre opere oggetto di interesse illustrate durante la proposta di variazione al bilancio di previsione riguardano in primo luogo l’intervento nella palestra comunale (che dovrà essere messa in sicurezza con l’applicazione di una vernice ignifuga) e l’istallazione di una rampa per facilitare l’accesso del cimitero ai disabili. Durante l’esposizione è stato fatto un accenno anche all’entrata di 50mila euro di contributo statale per opere di efficientamento energetico da impiegarsi entro il 31 ottobre. Il consigliere Daniele Valtolina, della lista “Per Viganò”,  ha duramente criticato la scelta di spendere una somma così impegnativa per quel progetto, al quale andranno aggiunti i costi di gestione, che (a suo parere) non comporterà altrettanti benefici per la comunità.


Il sindaco Fabio Bertarini

Il sindaco, nel rispetto dell’opinione del consigliere di minoranza, ha riaffermato la legittimità del piano sostenendo che, in quanto punto fatto valere durante la campagna elettorale, gode di largo favore in seno alla cittadinanza e per questo vada perseguito fino in fondo. Durante la discussione è intervenuto anche l’assessore Renato Ghezzi ribadendo la validità del progetto. “Parlo  ora da assessore dell’istruzione: ho ben presente il bisogno di spazi della scuola elementare tra mensa elaboratori. La decisione è stata presa anche in base a questa esigenza”. 

L'assessore Renato Ghezzi e il consigliere Daniele Valtolina

Lo scambio è proseguito senza la reale intenzione di convergere su una posizione comune e, prima del voto, ha preso la parola anche Monica Sala (consigliere di minoranza in quota Lega) per porre all’attenzione dell’assise altre problematiche inerenti alla scuola che sono state raccolte dall’assessore Ghezzi, con la rassicurazione che tutto è sotto controllo e verrà risolto. Il punto è passato coi voti favorevoli della maggioranza e contrari delle due minoranze. In assemblea è stato approvato anche il regolamento per l’accesso dei medici di base e dei pediatri di famiglia presso l’ambulatorio medico comunale. Secondo quanto stabilito l’amministrazione provvederà alla pulizia dei locali, alla manutenzione, al riscaldamento.

Le consigliere leghiste Monica Sala e M.Vittoria Sala

Ogni medico dovrà corrispondere una tariffa annuale di 400 euro per ogni accesso settimanale (l’uso dell’ambulatorio per un periodo continuativo da 1 a 5 ore in un giorno determinato della settimana), per l’uso occasionale la tariffa è di 40 euro l’ora. I medici non potranno consentire a terzi l’uso dell’ambulatorio, ma solo ai medici sostituti nominati. Per farne richiesta si dovrà presentare domanda di utilizzo al comune di Viganò.
D.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco