Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 186.133.970
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 13/10/18

Lecco: V.Sora: 83 µg/mc
Merate: 83 µg/mc
Valmadrera: 83 µg/mc
Colico: 74 µg/mc
Moggio: 82 µg/mc
Scritto Venerdì 30 luglio 2010 alle 21:24

Da Bosisio e Molteno l'ok al trofeo Barzaghi e all'apertura (temporanea) del ''motocross''

Domani mattina i sindaci di Bosisio Parini e Molteno firmeranno il nulla osta per concedere lo svolgimento del Trofeo Memorial Giuseppe Barzaghi di domenica presso il campo di motocross del Bordone.
Una deroga che rimetterà in moto il circuito dopo il periodo di chiusura determinata, com'è noto, dalla mancata conformità della pista alle normative vigenti. A dettare la svolta il parere della commissione vigilanza per i pubblici spettacoli che si è riunita settimana scorsa presso la Prefettura di Lecco e che ha accertato il venire meno delle criticità più urgenti in tema di sicurezza.

Walter Gaiardoni


"In questi mesi abbiamo realizzato circa il 70% dei lavori di messa in sicurezza, investendo circa 200 mila euro" ha spiegato il presidente del Moto Club Walter Gaiardoni. "Naturalmente non abbiamo finito e abbiamo intenzione di andare avanti per adeguare anche tutto il resto. Tuttavia visto che gli interventi più urgenti sono stati fatti per noi era fondamentale ripartire con le gare perché è soltanto con le gare che possiamo finanziare gli investimenti".
Di qui la disponibilità delle amministrazioni di Bosisio Parini e Molteno (su cui gravita parte del circuito) di concedere delle deroghe. Ma soltanto temporanee. Condizione imprescindibile per lo svolgimento delle prossime gare è infatti il pieno rispetto del cronoprogramma.



"La prima condizione è che ci venga consegnato il cronoprogramma dei lavori mancanti relativamente agli adeguamenti meno urgenti, vale a dire che non costituiscono un pericolo per l'incolumità delle persone, ma comunque necessari" ha spiegato il sindaco di Bosisio Parini Giuseppe Borgonovo. "Se il cronoprogramma sarà rispettato, di volta in volta si valuterà e rilascerà il nulla osta altrimenti non verranno più concesse deroghe. Devo tuttavia riconoscere che rispetto al passato è evidente un cambio di rotta. Credo che l'esito di questa vicenda e la posizione del comune di Molteno, perfettamente in linea con l'amministrazione di Bosisio Parini, dimostrino una volta per tutte che le ragioni che hanno spinto il comune a certe prese di posizione non sono state né di natura politica né pregiudiziale ma semplicemente prescritte per legge".

Il sindaco di Bosisio, Giuseppe Borgonovo

Disponibile a concedere le deroghe, purché subordinate all'adeguamento totale della pista, infatti anche il sindaco di Molteno Mauro Proserpio, che ha posto l'accento sul problema del rumore. "I rilievi effettuati hanno dimostrato che l'emissione dei rumori è sotto il limite previsto dalla legge. Ma una cosa è la legge e una cosa è la percezione, il nostro obiettivo è quello di abbassare ulteriormente l'impatto acustico e il motocross ha già dato la propria disponibilità per la realizzazione di una collinetta e la piantumazione di alberi per arginare il rumore. Il tentativo è quello di far fare un salto di qualità alla pista; l'obiettivo per noi non è mai stato quello di far chiudere il crossodromo ma semplicemente di omogenizzarlo al contesto. Dopo questi interventi sarà una pista che avrà davvero tutto in regola".

Mauro Proserpio, sindaco di Molteno

"Sono molto soddisfatto per questo passo avanti e vorrei esprimere un sentito ringraziamento alle amministrazioni comunali di Bosisio e Molteno, nonché a prefetto e vice prefetto, che hanno fatto tutto il possibile per venirci incontro" ha concluso Gaiardoni. Il Moto Club prevede l'organizzazione di cinque gare entro la fine della stagione e per due ha già presentato domanda di deroga, oltre che per il 1 agosto anche per il 5 settembre.
Intanto secondo il presidente Walter Gaiardoni si attendono già tra i 180 e i 200 piloti provenienti da tutto il nord Italia per il torneo Barzaghi di domenica. "E' un evento che organizziamo da vent'anni, importante non solo per noi ma per tutto il territorio. Oltre 2 mila persone arriveranno al seguito dei piloti, si tratta di un evento che genera un grande indotto. Tra commercianti, ristoratori, meccanici, benzinai, si stima un movimento che si aggira attorno agli 80-90 mila euro per gara".
Marta Mazzolari
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco