Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 188.502.646
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 05/11/18

Lecco: V.Sora: 43 µg/mc
Merate: 40 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Colico: 28 µg/mc
Moggio: 70 µg/mc
Scritto Venerdì 04 febbraio 2011 alle 15:17

Molteno: il 6 sospese le gare di motocross. Proserpio: 'mancano le barriere fonoassorbenti'

Gare di motocross sospese domenica 6 febbraio al crossodromo del Bordone.
A trasmettere il diniego alla richiesta di deroga per le gare in programma è stato il sindaco di Molteno Mauro Proserpio, in virtù della mancanza delle barriere fonoassorbenti previste dagli accordi intercorsi nel mese di settembre tra i residenti di Coroldo, Luzzana, Garbagnate Rota e i gestori dell’impianto sportivo.
 

Immagini del trofeo Barzaghi disputato al Bordone nell'agosto 2010

“La decisione di non concedere questa deroga nasce da un semplice fatto, ossia dal chiaro impegno preso a settembre insieme ai cittadini di non consentire ulteriori gare sino all’installazione dei terrapieni fonoassorbenti – ha spiegato il primo cittadino – dopo 10 anni di gare e di disagi da parte dei cittadini abbiamo ritenuto opportuno fissare questa semplice condizione alla ripresa dell’attività agonistica. In mancanza di queste barriere potranno invece continuare a effettuare prove e allenamenti, ma non le gare.
Anche i gestori del crossodromo, seppur a malincuore, hanno condiviso questa scelta, dando inizio alla procedura per realizzare le opere richieste”.

 
Il progetto di realizzazione dei terrapieni, già depositato in Comune e sottoposto al parere della Commissione Paesaggio, attende ora il parere della Soprintendenza e il definitivo via libera per l’inizio dei lavori. Ad opera completata, le gare di motocross potranno quindi riprendere senza più limitazioni.
 

Con la realizzazione di quest’opera dovrebbe, secondo l’amministrazione comunale, realizzarsi l’obiettivo di far coesistere gli abitanti dell’area con le attività dell’impianto sportivo del Bordone, ovviando a un decennio e più di proteste da parte dei cittadini.
 

“Il rumore prodotto dal crossodromo rispetta i parametri di legge, come testimoniato dalle indagini acustiche portate avanti dall’università della Bicocca – aveva dichiarato il sindaco Proserpio durante l’ultimo consiglio comunale del 2010 - ciò non vuol dire che non vi sia un disagio per le persone che abitano in zona, ma qualora il crossodromo dovesse sanare le sue criticità nulla gli potrà impedire di riaprire. A questo punto l’unica cosa che possiamo fare è cercare di contenere il rumore prodotto dall’impianto, grazie alla realizzazione di una collina piantumata fono assorbente e all’impiego dei DB killer “silenziatori” sugli scarichi delle moto.
L’obiettivo è quindi quello di far coesistere gli abitanti con l’impianto sportivo, chiedendo ai gestori di quest’ultimo di adottare accorgimenti a tutela della popolazione residente nei dintorni”.
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco