• Sei il visitatore n° 85.718.076
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
appuntamenti
<<Luglio 2014>>
LuMaMeGiVeSaDo
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   
redazione
Via Carlo Baslini 5
Merate (Lc)

Tel. 039 990.28.81
Fax. 039 990.28.83
P. Iva 02533410136

I nostri nomi
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 27/07/14

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Nibionno: 114 µg/mc
Valmadrera: 111 µg/mc
Colico: 96 µg/mc
Moggio: 117 µg/mc
Scritto Mercoledì 18 gennaio 2012 alle 16:50

Inchiesta sul numero delle suore presenti nel territorio. Poche sono attive in parrocchia, la maggioranza vive in ''pensionati''


Le religiose presenti nelle parrocchie del nostro territorio sono sempre di meno. Del resto la drastica diminuzione delle ordinazioni sta colpendo in modo netto soprattutto il sesso femminile, ed è sempre più esiguo il numero di ragazze che decidono di consacrare la loro vita a Dio, mettendosi al servizio delle parrocchie, delle scuole materne o ritirandosi nella solitudine di un convento per vivere la loro fede.
La fisionomia dei decanati di Missaglia, Oggiono ed Erba, ai quali appartengono le parrocchie del casatese e dell'oggionese, appare dunque piuttosto spoglia dalla presenza del clero femminile.
La maggior parte delle suore attive ha, nella maggioranza dei casi, più di 70 anni e vive all'interno di pensionati religiosi. Sono infatti poche le religiose che si dedicano alle attività della parrocchia, dove del resto gli stessi sacerdoti stanno divenendo una figura spesso in "comproprietà " con altre comunità pastorali.
Abbiamo quindi deciso di effettuare una sorta di mappatura della presenza di suore nelle parrocchie dei circondari di Casatenovo e Oggiono.
Partiamo dal decanato di Missaglia, dove sono presenti 130 suore. Il numero però, non deve trarre in inganno perchè quasi la totalità delle religiose sono ormai ''in pensione'', vivono cioè in case di riposo a loro dedicate.
A Barzanò ad esempio, si contano 37 suore con età superiore agli 80 anni; vivono nell'istituto in frazione Villanova, che ospita le religiose della congregazione del Preziosissimo Sangue di Gesù. Proprio in questa struttura le suore si ritirano per vivere in tranquillità gli ultimi anni della loro vita, dedicandosi quasi totalmente alla preghiera e alle attività spirituali.

Immagine delle Preziosine di Barzanò

Stessa situazione a Contra di Missaglia dove sorge l'istituto che ospita le suore della congregazione Figlie di Maria Ausiliatrice. Attualmente sono ben 60 le religiose residenti nella comunità missagliese e la loro età media è di 83 anni.
A Casatenovo invece, risiedono in Piazza Repubblica, esattamente di fronte al municipio, le Piccole Serve del Sacro Cuore. Sono 30 attualmente, le religiose ospitate nella struttura e hanno tutte un'età superiore ai 75 anni.
Le uniche suore presenti nel decanato di Missaglia ''attive'' nelle attività a supporto delle parrocchie, sono le Serve di Gesù Cristo. Si tratta di tre religiose residenti accanto al santuario mariano di Campofiorenzo, che svolgono attività di catechesi, in parrocchia e in oratorio, collaborando con il parroco don Sergio Zambenetti e con i sacerdoti della comunità pastorale casatese.

La tabella che mostra le religiose presenti nei tre decanati di Missaglia, Oggiono ed Erba

Questa esperienza appena citata, chiude il numero di suore presenti nel decanato di Missaglia. Il noviziato della "Sacra famiglia" delle Salesiane di Missaglia, che abbassava notevolmente l'età media delle religiose, ha chiuso i battenti nel 2006, così come le comunità di Monticello, Cortenuova e Lomagna, che da diversi anni ormai, hanno perso le loro suore. Da tempo ne sono invece prive le parrocchie di Barzanò, Cassago, Cremella, Sirtori e Viganò.

L'istituto religioso di Villanova di Barzanò

Passiamo ora al decanato di Oggiono. In questo caso sono 41 le religiose presenti. Di queste, ben 32 vivono nel pensionato di Ello, che ospita le Suore della Riparazione. Una struttura che ospita sorelle anziane, con un'età media di circa 80 anni (ci sono anche due suore centenarie). Da segnalare inoltre la presenza di due religiose provenienti dalla Birmania.
Passando alle parrocchie, sono due quelle che possono vantare la presenza di suore a supporto delle attività parrocchiali, dell'asilo e dell'oratorio. A Bulciago ad esempio, le tre religiose presenti fanno parte della congregazione del Preziosissimo Sangue, hanno un'età media di 63 anni e si occupano proprio delle attività spirituali a supporto delle parrocchie di Barzago, Bevera e Bulciago, unite sotto la stessa comunità pastorale.

Le Piccole Serve del S.Cuore di Casatenovo

Particolare il caso di Castello Brianza dove vivono tre religiose provenienti dal Madagascar. Dal 2002 si occupano dell'asilo, della parrocchia e della pastorale giovanile in oratorio.
Le uniche suore presenti ad Oggiono sono le tre ospitate nella casa di riposo Sironi, che collaborano nell'assistenza spirituale ai malati. Hanno tutte più di 70 anni e fanno parte della congregazione del Preziosissimo Sangue.
Passiamo infine al decanato di Erba, concentrando naturalmente la nostra attenzione sulle religiose attive nelle parrocchie lecchesi. A Bosisio Parini sono presenti 6 suore che collaborano nelle attività della parrocchia e dell'oratorio. Una di loro, essendo infermiera, è impegnata nell'assistenza ai malati. Sono Figlie della Carità di San Vincenzo.

Suor Giuseppina Rosa,
da pochi mesi responsabile a Bulciago

A Costa Masnaga le 4 suore presenti, Figlie del S.Cuore di Gesù, sono impegnate in asilo e nelle attività a supporto della parrocchia. A queste si aggiungono le quattro ''sorelle'' impegnate nell'assistenza dei pazienti della struttura ospedaliera di Villa Beretta.
Chiudiamo con Cesana e Suello dove operano rispettivamente 7 suore, impegnate nelle attività parrocchiali e nell'asilo. Una religiosa attiva a Cesana, insegna religione in una scuola di Erba, mentre un'altra è impegnata in ospedale.

Le Figlie di Maria Ausiliatrice a Missaglia

Insomma, dall'indagine effettuata il numero complessivo di suore risulta elevato, pari a 192. Una cifra che, come ampiamente spiegato, non deve ingannare. Molto più esiguo è infatti il numero delle religiose ''attive'' e a preoccupare è soprattutto la forte crisi di vocazioni femminile che potrebbe metterne in crisi nel futuro, la sopravvivenza.
Gloria Crippa
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco