Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 188.502.652
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 05/11/18

Lecco: V.Sora: 43 µg/mc
Merate: 40 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Colico: 28 µg/mc
Moggio: 70 µg/mc
Scritto Giovedì 01 marzo 2012 alle 15:23

Molteno: 'salta' il calendario '12 delle gare al Crossodromo, incerti i tempi di riapertura

Alle domande del popolo dei “crossisti” un tempo soliti frequentare l’impianto del Bordone, la risposta è sempre la stessa: per la riapertura del circuito alle gare si attende il sopralluogo della Commissione Pubblici Spettacoli di Lecco.
L’attesa dura ormai da mesi, da quando cioè i soci del sodalizio sportivo “Motoclub Parini” hanno portato a termine le opere di abbattimento acustico e di messa norma richieste dalle autorità competenti e dal Comune di Molteno, per limitare l’impatto del rumore sulle aree residenziali circostanti.
Nel frattempo si fanno i primi conti legati ai “danni” derivanti dalla mancata organizzazione delle gare, di norma 7 – 8 eventi all’anno organizzati da marzo a ottobre.

Un'immagine delle ultime edizioni del Trofeo Barzaghi

“Da quando ci è stato intimato lo stop sono ormai passati due anni, per un totale di circa 14 – 16 gare andate perse – ha spiegato il presidente del Motoclub Walter Gaiardoni – vista la situazione attuale e i lunghissimi tempi necessari all’espletamento delle procedure burocratiche con l’arrivo del 2012 non abbiamo nemmeno richiesto alla Federazione la possibilità di ospitare eventi motoristici, dall’Interregionale Barzaghi alle tappe del circuito nazionale”.
Significative le perdite economiche per il Moto Club, a seguito dell'impossibilità di effettuare le gare al ''Bordone'', soprattutto in vista della bella stagione ormai alle porte.

http://www.casateonline.it/public/pub_immagini/2011/Aprile/Molteno_motoclub10.JPG

Walter Gaiardoni

“A questo vanno aggiunti i costi relativi alle opere realizzati, sostenuti integralmente dal Motoclub e che hanno inciso enormemente sui bilanci dell’associazione – ha proseguito Gaiardoni – fortunatamente in tutto ciò abbiamo avuto l’appoggio di numerosi sponsor, che ci hanno aiutato e verso i quali siamo assolutamente riconoscenti. I debiti sono però tanti e la burocrazia che pervade ogni passaggio di questo iter sembra non voler risolvere la questione in tempi brevi. Sia ben chiaro, in tutta la questione gli enti e le amministrazioni locali non hanno alcuna colpa. Siamo solo soggetti alla burocrazia che, in Italia, è soggetta a tempi lunghissimi”.
Secondo le informazioni trapelate in queste settimane la Commissione lecchese potrebbe far visita al tracciato del Bordone nel corso del mese di Marzo, adempiendo all’ultimo passaggio istituzionale necessario alla ripresa delle gare motoristiche.
A livello regionale il crossodromo di Molteno rappresenta uno dei pochi circuiti riconosciuti in 1° categoria dalla FMI, la Federazione Motociclistica Italiana che proprio sulle colline brianzole ha identificato il solo impianto regolamentare per le province di Lecco, Como, Sondrio e Monza Brianza.
Articoli correlati:
18.01.2012 - Molteno: terminati i lavori al crossodromo, spesi circa 15.000 € per la messa a norma
30.08.2011 - Molteno: sbloccato l'iter per il crossodromo. La Provincia esclude l’area sportiva dal PIF
16.04.2011 - Molteno: il sindaco fa luce sulla questione Bordone. ''Il crossodromo non chiuderà''
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco