Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 173.415.167
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/04/18

Lecco: V.Sora: 108 µg/mc
Merate: 105 µg/mc
Valmadrera: 110 µg/mc
Colico: 101 µg/mc
Moggio: 115 µg/mc
Scritto Sabato 28 aprile 2012 alle 00:58

Bulciago: Fumagalli ammessa al concordato preventivo. Cassa rinnovata per un anno

Buone notizie per i circa 150 dipendenti della Fumagalli Edilizia Industrializzata di Bulciago. Proprio oggi infatti, il tribunale di Lecco ha ammesso l'azienda al concordato preventivo, come da domanda inoltrata nei giorni scorsi dal liquidatore, il dottor Chiodelli.
Questo significa per i dipendenti, la possibilità di un'ulteriore anno di cassa integrazione straordinaria. Il 24 aprile scorso infatti, era scaduto il primo periodo di ammortizzatori sociali e i lavoratori dell'azienda bulciaghese temevano seriamente per il loro futuro economico.

Un recente presidio dei lavoratori della Fumagalli

''Il tribunale si è espresso favorevolmente alla richiesta di concordato preventivo inoltrata dal liquidatore'' ha confermato Claudio Cogliati, delegato di Filca Cisl ''Ora possiamo definire l'accordo per assicurare la cassa integrazione ai dipendenti''.
Due i commissari giudiziali nominati dal giudice Dario Colasanti: Guido e Francesco Puccio, cui spetterà il compito di prendere atto della situazione, valutando i provvedimenti più opportuni. Sul piatto c'è la vendita dei diversi rami d'azienda, dando seguito alle trattative già avviate.
''Sarà un anno decisivo per le sorti dell'azienda, durante il quale ci batteremo soprattutto per la ricollocazione della forza lavoro'' ha concluso Cogliati.
I dipendenti in forze all'azienda come dicevamo, sono attualmente 150 circa. Sino allo scorso autunno i numeri parlavano di 180 lavoratori, alcuni dei quali sono riusciti a ricollocarsi. Il momento di crisi, soprattutto per il settore dell'edilizia, non rende però questa strada semplice.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco