Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 173.414.985
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/04/18

Lecco: V.Sora: 108 µg/mc
Merate: 105 µg/mc
Valmadrera: 110 µg/mc
Colico: 101 µg/mc
Moggio: 115 µg/mc
Scritto Mercoledì 09 maggio 2012 alle 17:16

Costa: depositata dal Comune l'istanza di fallimento per Rsi. Ora si attende l'udienza

È stata depositata presso il Tribunale di Lecco l’istanza fallimentare presentata dal Comune di Costa Masnaga nei confronti di Rsi International, azienda locale leader nel settore della manutenzione ferroviaria.
Come si ricorderà lo scorso anno il sindaco Umberto Bonacina aveva inviato ai vertici della ditta alcune ingiunzioni di pagamento relative ai mancati versamenti di Ici, Tarsu e utenze idriche negli anni compresi fra il 2008 e il 2011, per un importo complessivo di circa 74.000 euro.
Trascorsi i termini di legge dalla presentazione dell’istanza di fallimento, il primo cittadino aveva però deciso di temporeggiare prima di depositare definitivamente presso il Tribunale il documento, attendendo da parte dell’azienda il pagamento degli stipendi arretrati dei lavoratori.



i lavoratori in presidio davanti allo stabilimento

“I vertici di Rsi avevano preso con il sottoscritto impegni precisi, relativi al pagamento delle due mensilità arretrate degli operai – ci ha spiegato Umberto Bonacina – l’obiettivo di questo ritardo nel deposito dell’istanza di fallimento era dovuto principalmente a questo, al voler dare all’azienda un’ultima possibilità di onorare i pagamenti ai lavoratori. Di fatto, però, sulle due mensilità ne è stata pagata una soltanto, mentre la seconda è stata saldata a una ventina di dipendenti su un totale di 140. Perse le speranze di vedere pagati tali stipendi, si è scelto di procedere con il deposito della documentazione. A breve sarà fissata la data dell’udienza, non è escluso che anche altri soggetti facciano altrettanto”.
Una situazione sempre più complessa che vede da ormai 75 settimane un presidio permanente dei lavoratori davanti ai cancelli della fabbrica, simbolo di una realtà industriale un tempo florida e oggi incapace di fornire una minima prospettiva di ripresa.


“Il periodo particolarmente critico non aiuta certamente a trovare un’azienda intenzionata a investire nel settore ferroviario – ha proseguito il sindaco – davanti a un fallimento potrebbe essere più facile reperire un soggetto in grado di rilevare questo ramo di azienda. Da parte nostra ci stiamo attivando in questo senso, anche a costo di trovare un realtà intenzionata a riqualificare lo stabilimento e operare su altri settori. Senza ombra di dubbio ci dispiacerebbe perdere la realtà ferroviaria a favore di altri comparti, considerata anche la specializzazione raggiunta dalle maestranze, ma dato il periodo difficile non ci sono molte alternative per ricollocare i 140 lavoratori”.

http://www.casateonline.it/public/pub_immagini/2010/Settembre/rsi.jpg

Lo stabilimento RSI di Costa Masnaga

Nel frattempo altre ingiunzioni di pagamento sono state presentate a Rsi da parte dei lavoratori e delle sigle sindacali, come confermato da Diego Riva della Fiom Cgil di Lecco: “tali procedimenti riguardano i mancati pagamenti di giugno e luglio 2011 (uno dei quali nel frattempo è stato saldato), nonché i mancati pagamenti della previdenza complementare e delle tessere sindacali. Di fatto non capiamo quale sviluppo futuro potrebbe prendere l’azienda. Non ci sono certezze circa la riapertura dei cancelli, a fine mese scadrà la cassa e per il 21 abbiamo indetto un incontro nel quale chiederemo un ulteriore ammortizzatore per i lavoratori, forse una cassa straordinaria. Non si capisce come si possa rimettere in piedi il processo produttivo, né le tempistiche della dirigenza per i pagamenti dei restanti stipendi arretrati. Se il quadro non dovesse mutare sarà necessario adottare azioni più concrete di quelle messe in campo fino a oggi”.
Articoli correlati:
17.02.2012 - Costa: istanza fallimentare presentata dal Comune a Rsi per 74000€ di tasse arretrate
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco