Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 179.976.349
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 09/07/18

Lecco: V.Sora: 165 µg/mc
Merate: 155 µg/mc
Valmadrera: 179 µg/mc
Colico: 170 µg/mc
Moggio: 161 µg/mc
Scritto Lunedì 14 maggio 2012 alle 23:33

Lavoro: in provincia di Lecco 4.704.024 ore di ''cassa''. In breve le principali situazioni di crisi

Drammatica la situazione sul ''fronte'' lavoro in Lombardia secondo i dati diffusi dalla CGIL. La situazione, aggiornata ad aprile 2012, parla di 76.165.681 ore di cassaintegrazione (di cui CIGO-ordinaria 30.651.257, CIGS-straordinaria 24.994.336 e DEROGA 20.520.088).
In termini di "lavoratori equivalenti a zero ore" invece, siamo a 122.848 unità (il 3,90% della popolazione attiva della Lombardia)*.

Il recente presidio provinciale organizzato da Cgil e Uil a Costa Masnaga

Per quanto riguarda la provincia di Lecco, sono coinvolti circa 146.000 addetti tra dipendenti e autonomi (110.795 nel privato).
Le ore di cassa fino ad aprile 2012 sono state 4.704.024 (CIGO 2.272.414, CIGS 1.470.733, DEROGA 960.877). In termini di "lavoratori equivalenti a zero ore" siamo a 7.587 (6,85% della popolazione attiva).
Le principali situazioni di crisi sono:

RADAELLI di LECCO E MANDELLO DEL LARIO.
(tessile). 90 dipendenti. CIGS a zero ore per tutte/i (sono quasi tutte donne) fino a giugno 2012.

LEUCI di LECCO (metalmeccanica).
98 dipendenti. In contratti di solidarietà fino a settembre 2012.

MAMBRETTI di ROGENO (tessile).
70 dipendenti. In cassa in deroga a zero ore fino a giugno, poi la mobilità.

AGOSTINO FERRARI di Verderio Superiore (metalmeccanica).
147 dipendenti. In cassa ordinaria da oltre un anno hanno raggiunto un accordo per i contratti di solidarietà per tutto il 2012. Avranno una riduzione media di orario del 32%.

RSI COSTARAIL di Costa Masnaga (metalmeccanica).
157 dipendenti. In cassa in deroga a zero ore fino a giugno. Sono in presidio permanente da mesi.

RIELLO di LECCO (metalmeccanica).
340 dipendenti. 140 dipendenti sono in cassa da 1 anno e circa 200 lavorano 4 giorni la settimana.

FONDERIA SAN MARTINO di OLGINATE (metalmeccanica).
51 dipendenti. Tutti licenziati (in mobilità) per cessata attività.

AIDA Spa di CALOLZIOCORTE. (metalmeccanica).
160 dipendenti. Molti sono stati trasferiti nello stabilimento di Brescia. 26 lavoratori rimasti sono in cassa in deroga a zero
ore fino a settembre e poi in mobilità.

BESSEL di SANTAMARIA HOE' (metalmeccanica).
170 dipendenti. 100 lavoratori saranno in CIGS fino a tutto il 2012 e gli altri 70 sono in contratto di solidarietà per lo
stesso periodo. Al termine si prevede un riassorbimento di un centinaio di loro nello stabilimento di Brugherio (Monza).


* Per "lavoratori equivalenti a zero ore" si intende il numero di lavoratori virtuali che risultano dalla divisione tra il monte ore
totale di cassa considerato e il "divisore equivalente unitario" (vale a dire il numero di ore mensile medio per persona -155
ore- per i mesi in questione). In tal modo si ottiene un numero di lavoratori virtuali a zero ore nei mesi considerati e la
percentuale relativa andrebbe a sommarsi al tasso di disoccupazione ufficiale. La popolazione lavorativa dipendente è
calcolata su dati 2009 (con esclusione dei dipendenti pubblici).

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco