Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 163.505.782
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 30/11/17

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 58 µg/mc
Valmadrera: 66 µg/mc
Colico: 65 µg/mc
Moggio: 86 µg/mc
Scritto Martedì 24 novembre 2015 alle 15:45

La Pallavolo Missaglia al torneo di ''sitting'' di Brembate nel ricordo della giovane Yara

Sport, amicizia, solidarietà. Nel nome della passione. Si è svolto domenica il primo torneo bergamasco di Sitting Volley. Quattro squadre -Punta allo Zero Parma, Polisportiva Trecenta Rovigo, Sitting Volley Cesena e Missaglia- si sono sfidate per tutto il giorno a Brembate di Sopra.

Massimo Beretta (Pallavolo Missaglia) con Fulvio Gambirasio a nome dell'associazione fondata in memoria della figlia Yara

Un evento dal sapore speciale per tutti e, in particolare, per Paolo Gamba. L'atleta missagliese e azzurro è infatti originario proprio del paese ed è stato uno dei promotori della manifestazione, organizzata da Pallavolo Missaglia e Brembate con il patrocinio del comune bergamasco.
Torneo dimostrativo, ma non è mancato l'agonismo sano, caratteristico dello sport vero.


Ad aggiudicarsi la coppa è stata Parma, seguita da Missaglia, Cesena e Rovigo.
Ma quella del torneo non era l'unica vittoria in palio: in tantissimi, tra il pubblico, hanno voluto sedersi e provare a giocare, affascinati da uno sport nuovo e senza barriere. Centrato quindi uno degli obiettivi del Sitting missagliese: la promozione di questa disciplina e dei valori educativi e di integrazione che conquistano il cuore di chi si siede in campo.


"Una bellissima giornata", le parole del coach di Missaglia, Massimo Beretta. "Abbiamo giocato un buon sitting volley e il pubblico si è divertito. Erano presenti anche i rappresentanti di Io Tifo Positivo con gli striscioni preparati dai ragazzi".
Soddisfatto anche il presidente missagliese, Pizzagalli. "Una bella manifestazione. E' stato molto commovente anche il momento delle premiazioni".
Non solo sport, infatti: domenica ha vinto anche la solidarietà. Il ricavato dell'evento è stato consegnato all'associazione La Passione di Yara, dedicata a Yara Gambirasio e che favorisce la diffusione della cultura giovanile, sostiene le passioni artistiche, culturali e sportive dei ragazzi e li aiuta a realizzare i loro sogni, incoraggiandoli nelle fatiche e nell'impegno.


Valori in comune tra sodalizio e sitting e ricordati durante le premiazioni: i genitori di Yara hanno consegnato una targa alle squadre, a conclusione di una giornata che, ancora, ha fatto vincere la passione per lo sport, l'amicizia e la solidarietà.
L.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco