Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 190.144.640
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 25/11/18

Lecco: V.Sora: 50 µg/mc
Merate: 42 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 39 µg/mc
Moggio: 65 µg/mc
Scritto Domenica 04 settembre 2016 alle 09:30

Oggiono: il festival Terra e laghi ha messo in scena a Villa Sironi la Carmen

L'estate sta finendo, ma le iniziative dell'assessorato alla cultura di Oggiono hanno ripreso ad allietare chi ha fatto rientro dalle vacanze.

Da sinistra la ballerina di flamenco Maria Rosaria Mottola, l'attrice Silvia Priori e la soprano Caterina Piva

Venerdì sera Villa Sironi ha ospitato infatti una versione di grande qualità della Carmen di Bizet: appuntamento del festival internazionale di teatro "Terra e laghi", che dall'1 giugno ha calcato i territori dell'Insubria e della macroregione alpina e si protrarrà fino al 31 ottobre.

L'assessore Elena Ornaghi

Lo spettacolo del regista giapponese Kuniaki Ida ha visto una grandissima Silvia Priori coinvolgere il numeroso pubblico con la sua interpretazione della gitanella Carmencita, affiancata dagli affascinanti passi di flamenco di Maria Rosaria Mottola e dalla giovane voce del soprano Caterina Piva.


 "Carmen continua a tracciare il percorso iniziato nell'estate 2015 con la Butterfly: quello di un teatro che abbraccia l'opera lirica attraverso figure femminili che pongono interrogativi ancora attualissimi. Ad esempio, perché la forte sensualità delle due protagoniste, che è anche simbolo del loro sogno di amore e libertà, viene inevitabilmente schiacciata dal mondo maschile senza alcuna via d'uscita se non la morte" ha esordito l'assessore Elena Ornaghi. "Inoltre, si tratta di due produzioni di Teatro Blu, che da tantissimi anni ormai si impegna strenuamente a trovare modi espressivi originali e innovativi, anche allo scopo di promuovere turisticamente e culturalmente le aree di confine con il festival Terra e Laghi".

La protagonista indiscussa della serata è stata proprio Silvia Priori, che si è fatta conoscere negli anni per il suo talento e la capacità di dare una vena sensuale, commovente e profondamente umana alle donne che rappresenta. Le sue compagne di palco, d'altra parte, hanno letteralmente ipnotizzato il pubblico con una voce potente e delle movenze di danza perfettamente in sintonia con le celeberrime note dell'opera di Bizet.

"Ringraziamo l'assessore per aver dato spazio anche quest'anno alle ricerche stilistiche e artistiche di Teatro Opera, un progetto che mira a non far svuotare i teatri in Italia perché è qui che è nata l'opera, quindi va tutelata e diffusa non solo agli appassionati" ha commentato Silvia Priori.

"L'assessorato continuerà a promuovere simili iniziative perché crede che il teatro è nato libero e morirà libero, proprio come Carmen. Sarà quando arriverà il momento in cui il teatro non ci sarà più che dovremo iniziare a preoccuparci per la nostra società. Ma questa serata sul bellissimo palcoscenico di Villa Sironi e il riscontro positivo del pubblico fanno capire che stiamo percorrendo la strada giusta" ha concluso l'assessore Ornaghi.

R.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco