Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 154.960.852
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 21/08/17

Lecco: V.Sora: 117 µg/mc
Merate: 119 µg/mc
Valmadrera: 111 µg/mc
Colico: 100 µg/mc
Moggio: 117 µg/mc
Scritto Giovedì 27 ottobre 2016 alle 13:31

Oggiono: furto di una Vespa, due biciclette e materiale vario dai box. 36enne arrestato

Nel corso della nottata del 27 ottobre 2016, i carabinieri della stazione di Oggiono hanno tratto in arresto per "furto aggravato continuato" Lorenzo Maria Ferrari, 36enne, residente a Milano, incensurato.
L'attività di polizia giudiziaria aveva tratto origine dal monitoraggio del sistema di videosorveglianza del comune, per mezzo del quale sono stati rilevati passaggi di autovetture ritenute d'interesse investigativo. I militari, intorno alle ore 2 di questa notte, allertati dal sistema, hanno intercettato, in una via del centro cittadino, la Ford Galaxy, di colore grigio, di proprietà del citato 36enne, all'interno della quale e' stato rinvenuto numeroso materiale tra cui un motociclo vespa Piaggio, due biciclette, un casco, casse audio, alcuni kit di chiavi ed altro, per un valore complessivo di circa settemila euro.


I successivi immediati accertamenti hanno permesso di appurare che il materiale era stato poco prima asportato da tre box che, su un totale di 12, erano stati aperti per verificare la presenza di materiale eventualmente di valore. La perquisizione dell'autovettura ha consentito di rinvenire anche nove telecomandi per apertura di cancelli elettrici ed una torcia elettrica. La refurtiva recuperata e' stata restituita ai legittimi proprietari, che, non ancora accortisi del furto, hanno provveduto a farne denuncia presso la stazione carabinieri di Oggiono. 
Espletate le formalità di rito l'arrestato è stato posto a disposizione dell'autorità giudiziaria lecchese; nella mattinata odierna, a seguito di udienza con rito direttissimo, il giudice Salvatore Catalano ha convalidato l'arresto, condannando il 36enne - difeso d'ufficio dall'avvocato Arianna Imbasciati - a due anni di reclusione, pena sospesa.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco