Scritto Venerd́ 27 luglio 2018 alle 19:26

Casatenovo: maggiori spese per il sociale nella ''variazione'' approvata dal consiglio

Seduta di consiglio comunale piuttosto breve quella andata in scena giovedì sera a Casatenovo. Archiviata la comunicazione iniziale attraverso la quale il sindaco Filippo Galbiati ha voluto aggiornare l'assise sulla grave crisi che sta attraversando il salumificio Vismara, la parola è passata all'assessore Dario Brambilla che ha reso noto il contenuto dell'ultima variazione al bilancio di previsione 2018/2020. Tra le varie cifre citate dall'esponente della giunta, da segnalare una maggiore spesa di 86mila euro richiesta per il settore sociale, più precisamente per l'area minori. A questa si aggiungono ulteriori stanziamenti resisi necessari ''in corsa'' per far fronte alle necessità rilevate sia dall'ufficio, sia da Retesalute, che come noto gestisce il servizio per l'intero ambito di Merate.

Al centro l'assessore al bilancio Dario Brambilla

Un aspetto che il primo cittadino Galbiati ha voluto enfatizzare: ''intendo innanzitutto ringraziare gli uffici per queste operazioni importanti sul bilancio portate avanti negli ultimi mesi. Per quanto riguarda il sociale ci siamo trovati negli ultimi tempi con delle necessità che ci hanno imposto queste variazioni. Sull'area minori abbiamo stanziato 86mila euro in più non previsti per emergenze che sono sopraggiunte durante l'anno a seguito di provvedimenti del tribunale. Sono adempimenti che riteniamo dovuti: non è una scelta, ma un dovere'' ha detto il sindaco, mettendo in risalto la qualità del servizio di tutela minori offerto da Retesalute ''a garanzia delle famiglie. Sono aspetti di cui il nostro territorio ha fatto bene a dotarsi''.
Ulteriori stanziamenti per il sociale hanno riguardato anche il progetto relativo alle politiche per l'integrazione lavorativa portato avanti dall'amministrazione, che ha dato sino ad ora buoni risultati.
Tra le altre voci citate da Brambilla, da segnalare i 4mila euro di contributo alla Colombina per la realizzazione di un nuovo parco giochi, avendo l'associazione ottenuto 10mila euro dalla Fondazione della Provincia di Lecco. Previste inoltre ulteriori spese rispetto a quanto ipotizzato sul costo del personale (essendo stati adeguati i contratti e avendo proceduto alla pubblicazione di bandi per l'assunzione di due nuove figure per l'ufficio tecnico e l'ufficio segreteria) e maggiori entrate per quasi 97mila euro a seguito del recupero di Imu, Tari e Tarsu arretrate.


Al termine della relazione l'assessore Brambilla ha voluto precisare che l'equilibrio è stato rispettato: non risultano debiti fuori bilancio, nè disavanzi. Voto di astensione per i tre consiglieri di minoranza presenti (Rosanna Rampin, Barbara Beretta e Marcello Paleari di Più Casatenovo, mentre mancavano il capogruppo Marco Pellegrini e la collega del M5S Loana Trevisol) che hanno chiesto chiarimenti in merito ad alcune cifre al centro della variazione, tra cui quella prevista per l'acquisto di un nuovo mezzo per il settore ecologia.
Ultimo punto all'ordine del giorno prima di dichiarare chiusa la seduta l'approvazione del progetto di fusione per incorporazione in Lario Reti Holding delle società Adda Acque srl, Cta Olginate Valgreghentino srl e Idrolario srl che, a detta di Brambilla ''non hanno più ragione di esistere. La loro razionalizzazione consentirà anche un risparmio sulle spese di gestione''.

I consiglieri di minoranza Rosanna Rampin, Barbara Beretta e Marcello Paleari

Al termine della breve spiegazione hanno votato a favore i consiglieri di maggioranza intervenuti mentre hanno espresso parere contrario ''per coerenza rispetto alle posizioni assunte in passato'' gli esponenti dell'opposizione.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco