• Sei il visitatore n° 367.793.994
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 26 marzo 2018 alle 18:09

Viganò, PL: convenzione sciolta con Barzanò e Cremella. Nuovo accordo con Sirtori?

Il sindaco Fabio Bertarini
E' stata ufficialmente sciolta la convenzione che legava Viganò ai comuni di Barzanò e Cremella per quel che attiene il servizio di Polizia locale. Durante la seduta consiliare di venerdì sera il sindaco Fabio Bertarini ha infatti reso nota all'assise la scelta di interrompere l'accordo siglato nel dicembre 2016 con le amministrazioni limitrofe.
''Tra pochi giorni - ha spiegato il primo cittadino viganese - il Comandante della Polizia Locale Antonio Sberna andrà in pensione e di fatto ci troveremo con un unico vigile a servizio di tre comuni. Questa situazione non ci fornisce più sufficienti garanzie per lo svolgimento di un adeguato servizio''.
E così, avvalendosi dell'articolo 12 della convenzione che disciplina il recesso dalla stessa, il Comune di Viganò nelle scorse settimane ha comunicato ai colleghi la scelta di non proseguire lungo la strada intrapresa nell'ormai lontano 2013, quando aveva preso il via il progetto per dotare il territorio - ed in particolare i comuni di Barzago, Barzanò, Cremella, Sirtori e Viganò - di un unico corpo di Polizia locale associato con sede presso l'ufficio barzanese di Via Manara. Un esperimento che non ha dato i risultati sperati, se si considera che prima Barzago, poi Sirtori e oggi Viganò, hanno deciso di intraprendere altre strade, rompendo l'accordo.
La convenzione ad ogni modo, proseguirà sino alla scadenza prevista il 30 giugno. ''Non è un mistero che stiamo discutendo con il Comune di Sirtori per una futura convenzione'' ha comunicato il sindaco Bertarini, precisando che ''i rapporti istituzionali con Cremella e Barzanò rimangono ottimi, non si sono affatto alterati. Colgo l'occasione visto il prossimo pensionamento del comandante, di ringraziarlo pubblicamente per l'operato svolto in questi anni, sempre all'altezza delle aspettative, con grande capacità e serietà''.
Anche Barzanò intanto, sta cercando di adottare le proprie contromisure in vista dell'imminente congedo dello storico ''ghisa'' Antonio Sberna. Nei giorni scorsi si è tenuto il colloquio con l'unico agente che aveva inoltrato domanda di partecipazione alla procedura di mobilità tra enti, per subentrare appunto al comandante. Nel frattempo resta anche aperta l'ipotesi di un accordo con Monticello: se quest'ultima strada dovesse andare a buon fine, Cristina Corti e Omar Cento si unirebbero al collega barzanese Biagio Gallo e all'eventuale nuovo acquisto dell'ufficio, con l'organico che salirebbe a quattro agenti per tre comuni. Certezze in questo senso se ne dovrebbero avere nelle prossime ore.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco