Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 204.759.767
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 29/06/19

Lecco: V.Sora: 169 µg/mc
Merate: 172 µg/mc
Valmadrera: 172 µg/mc
Colico: 135 µg/mc
Moggio: 191 µg/mc
Scritto Venerdì 13 luglio 2018 alle 00:29

Barzago: Salvini alla ''Lumbard Fest'' parla di immigrazione, lavoro e taglio dei vitalizi


Al centro il segretario della Lega e ministro dell'Interno Matteo Salvini

''Non siamo eroi, non stiamo facendo nulla di eccezionale, solo quello di cui l'Italia aveva bisogno, cose che farebbero con il buon senso ogni padre e madre di famiglia. Perchè gli italiani vengono prima di tutto''. Ha concluso con queste parole il suo discorso davanti a centinaia di militanti e semplici cittadini, il segretario della Lega nonchè vice premier Matteo Salvini, intervenuto questa sera a Barzago per dare il via alla tradizionale Lumbard Fest ospitata al centro sportivo comunale, lo stesso che poco meno di un anno fa aveva accolto l'allora leader del Partito Democratico e già presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Impegnato quest'oggi a Insbruck per incontrare i ministri di Germania e Austria, Salvini ha varcato i cancelli della struttura di Via Leopardi qualche decina di minuti prima delle ore 21, recandosi subito verso le cucine e la zona ristorante per salutare i volontari. Introdotto sul palco da Alberto Spreafico, segretario di circoscrizione, dopo il saluto dei colleghi di partito l'attuale Ministro dell'Interno ha parlato per poco più di mezz'ora toccando svariati argomenti, o meglio enunciando i suoi noti ''cavalli di battaglia''.

VIDEO



A partire ovviamente dal tema dell'immigrazione: ''sono soddisfazioni perchè dopo anni in cui l'Italia ha obbedito, ha calato le braghe, ha fatto sbarcare quasi 700mila persone, ora penso sia un mio dovere dire basta. In Italia ci arrivi solo se hai il permesso, altrimenti stai a casa tua'' ha detto il vice premier annunciando di aver già iniziato a valutare la possibilità di ridurre la quota dei celebri 35 euro al giorno destinati ad ogni richiedente asilo.

L'assessore calolziese Cristina Valsecchi e l'assessore regionale Massimo Sertori

Al microfono il senatore Paolo Arrigoni

''Vedremo a quel punto se quelli a cui sta così tanto a cuore l'accoglienza continueranno ad aiutarli o no. I soldi vanno dati prima di tutto ai poveri in difficoltà'' ha aggiunto, promettendo altresì di impegnarsi nella lotta alla mafia, alla 'ndrangheta e alla camorra. ''Ferragosto quest'anno non lo passerò come al solito a Ponte di Legno ma a San Luca, in Calabria, perchè da lì partirà la mia battaglia''.

Giulio De Capitani, consigliere del direttivo federale

La senatrice Antonella Faggi

Alberto Spreafico e il consigliere barzaghese Manuel Mauri

Una legislatura, quella condivisa con i Cinque Stelle con la presidenza affidata al professor Conte, partita da poco, ma che a detta di Salvini sarebbe iniziata col piede giusto. ''Siamo una bella squadra: ci stiamo già facendo tanti nemici - ha affermato il leader del Carroccio citando su tutti Roberto Saviano e Gad Lerner, ma anche alcuni artisti e cantanti che hanno preso le distanze dalla sua politica sul tema dell'immigrazione e pure l'ex parroco di Monte don Giorgio De Capitani, al quale è diviso da una causa presso il tribunale di Lecco - ma noi lavoriamo più convinti di prima, non ci fermiamo. Se pensano di spaventarci non hanno capito niente''. Ripetute inoltre, le stoccate al Partito Democratico.


Salvini ha poi citato un altro tema che gli sta a cuore: il lavoro, con la lotta alla burocrazia e al ''nero'', per tutelare i giovani e snellire le procedure che spesso sono costretti ad affrontare i piccoli imprenditori o i detentori di partita iva, cancellando le cartelle di Equitalia che stanno rovinando la vita a molti. ''Vogliamo smontare la legge Fornero anche se tutti dicono che non si può fare, io non mi arrendo'' ha aggiunto, tirando poi una stoccata al presidente Inps Tito Boeri sull'ormai nota vicenda degli immigrati. Sul taglio dei vitalizi ai parlamentari, di cui si è data notizia proprio quest'oggi, Salvini si è detto soddisfatto: ''chi non è d'accordo e ha già annunciato ricorso dovrebbe aver vergogna a difendere i suoi privilegi quando ci sono alcuni italiani che non arrivano a fine mese''.

VIDEO



''Robe normali per gente normale'' il suo slogan, ripetuto più volte durante la serata. Per quanto riguarda il suo impegno in politica estera, Salvini ha sottolineato che ''è finito il tempo in cui i governi svendevano gli italiani per noccioline'', ritornando sul tema dell'immigrazione per dire che ''bisogna cambiare le regole perchè l'Africa in Italia non ci sta. Donne e bambini vado a prenderli a casa loro anche in aereo, ma gli altri devono tornare nel loro paese''.


Qualche parola l'ha spesa poi sulla legittima difesa e sulla volontà di modificare la legge affinchè si possa tutelare la proprietà privata dall'incursione dei malviventi.

VIDEO



Nell'avviarsi alla conclusione del proprio discorso, il leader del Carroccio ha espresso soddisfazione per il recente risultato elettorale ottenuto dal comune di Calolziocorte, auspicando che lo stesso possa avvenire presto anche a Lecco e a Milano, la sua città, mentre prima di concedersi ai tantissimi militanti e cittadini per una foto ricordo, ha svelato che sabato alla finale dei mondiali di Russia, ''guferà la Francia'', con un velato ma non troppo riferimento al clima per nulla idilliaco venutosi a creare con il premier Macron.

I leghisti della sezione di Merate

Il momento della ''cantata'' finale sul palco


Una cantata di gruppo con i colleghi di partito - sulle note di ''Non sarà un'avventura'' di Lucio Battisti - ha concluso il suo intervento sul palco.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco